20min/Marco Zangger
ZURIGO
26.04.21 - 12:350

Aperture domenicali per compensare le perdite dovute alla pandemia

È quanto chiedono l'UDC e il PLR zurighesi con un'iniziativa parlamentare

ZURIGO - L'UDC e il PLR zurighesi chiedono al Cantone di intervenire presso la Confederazione per autorizzare l'apertura dei negozi la domenica. Le attività commerciali durante tali giorni festivi potrebbero così compensare in parte le perdite provocate dalla pandemia di Covid-19.

Un'iniziativa parlamentare in tal senso di democentristi e liberali-radicali ha ottenuto oggi il sostegno di 88 deputati (ne erano necessari 60) ed è stata trasmessa alla competente commissione che deve ora elaborare un testo. Quest'ultimo sarà sottoposto al parlamento che si pronuncerà una seconda volta sul tema. In caso di approvazione, il governo cantonale potrà intervenire presso la Confederazione.

Compensare le perdite - Per il PLR, il Canton Zurigo dovrebbe avere la possibilità di autorizzare l'apertura dei negozi la domenica per una durata limitata al fine di consentire alle attività commerciali di compensare le perdite provocate dalla crisi del coronavirus. «I negozi non vogliono l'elemosina, vogliono vendere» i loro prodotti, ha dichiarato il deputato liberale-radicale Marc Bourgeois.

Oggi PLR e UDC sono stati sostenuti solo dai Verdi liberali. Gli altri partiti dubitano che le aperture domenicali diano un contributo rilevante alle attività commerciali. «Non è perché alle persone piace passeggiare in città la domenica che si generano maggiori vendite», ha rilevato Lorenz Schmid (Alleanza del Centro). Dal canto suo, il PS ha rimproverato all'UDC e al PLR di utilizzare il coronavirus per rispolverare vecchie rivendicazioni.

Solo quattro domeniche all'anno - Attualmente i Comuni possono autorizzare soltanto quattro aperture domenicali all'anno, salvo nelle regioni turistiche dove gli orari di apertura sono più liberali. Il 15 aprile scorso in occasione di una visita a Zurigo del presidente della Confederazione Guy Parmelin, la presidente del Governo zurighese Silvia Steiner aveva chiesto che la Confederazione riconoscesse il canton Zurigo quale regione turistica.

A livello federale, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno deciso in marzo di non aumentare il numero di aperture domenicali autorizzate. Di recente anche il canton Berna ha respinto una richiesta di portare da due a quattro il numero di domeniche in cui i negozi possono aprire.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
27 min
Si apre una voragine in strada
All'origine del crollo potrebbe esserci una perdita di una tubatura
SVIZZERA
35 min
Maltempo anche ieri sera, danni segnalati a centinaia
Svizzera centrale piegata da grandine e forti temporali, tra alberi caduti e allagamenti sul suolo pubblico e privato.
SVIZZERA
14 ore
«Basta mascherine nei negozi e nei centri commerciali»
L'appello arriva dalla Swiss Retail Federation, che comprende numerosi commerci tra cui Ikea e Lidl
BERNA
15 ore
Rubano un'auto militare e ingaggiano un inseguimento con la polizia
La folle corsa di tre giovani è terminata al posto di blocco di Worb, dove il trio è stato fermato e arrestato.
FOTO
TURGOVIA
16 ore
Frontale tra due furgoni (violentissimo), due feriti
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio a Frauenfeld: un 21enne è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale.
GLARONA
17 ore
Rinvenuto il corpo di un 22enne, era disperso da novembre
Il giovane era stato travolto da un blocco di neve mentre camminava verso la cima del Vrenelisgärtli.
VALLESE
18 ore
Ritrovato morto sotto la valanga
Dopo una settimana di ricerche, i soccorritori hanno rinvenuto il corpo senza vita del 36enne scomparso a Bagnes.
SVIZZERA
19 ore
Altri 367 contagi e quattro decessi nel weekend
Sono undici le persone ospedalizzate nelle ultime 72 ore. Il bollettino dell'UFSP.
ZURIGO
20 ore
Schwarzenbach ha pagato i sei milioni di multa all'AFD
Il collezionista d'arte aveva importato 83 opere in Svizzera senza procedere allo sdoganamento.
SAN GALLO
23 ore
Abusi sessuali su minori, accusato un ex allenatore di ginnastica
Il Ministero pubblico sangallese ha chiuso le indagini e firmato l'atto di accusa contro un 42enne ungherese.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile