Keystone
Giorgio Pardini
SVIZZERA
26.04.21 - 14:240
Aggiornamento : 16:47

Tagli nell'organico di Sunrise UPC: «Un ottimo piano sociale»

Giorgio Pardini di syndicom: «La considerazione politica è una cosa, ma come sindacato dobbiamo trovare delle soluzioni»

Gli impieghi verranno soppressi soprattutto nella regione di Zurigo. Ma anche il Ticino sarà toccato

LUGANO - Un taglio occupazionale pesante, ma inevitabile. La notizia della cancellazione di 600 impieghi a seguito della fusione tra gli operatori telefonici Sunrise e UPC non può far felice syndicom, visto che qualsiasi licenziamento è evidentemente negativo. Il sindacato era tuttavia consapevole che la fusione di due aziende che lavorano nello stesso settore (e quindi con posizioni analoghe) avrebbe generato delle inevitabili soppressioni di posti di lavoro. 

Positivo per i collaboratori più anziani... - L’obiettivo era quindi concludere un buon piano sociale. Obiettivo che è stato raggiunto, in tempi celeri. «È uno dei migliori piani sociali che abbiamo concluso negli ultimi anni, equiparabile a quello concluso con Swisscom», spiega Giorgio Pardini di syndicom. Il personale con età superiore ai 58 anni avrà ad esempio la certezza di non essere licenziato, ma di usufruire di un contratto a tempo determinato fino ai 62 anni e in seguito del prepensionamento.

...e per quelli più giovani - Un altro elemento importante è il programma di ricollocamento (outplacement) previsto per i collaboratori che sono per lo più giovani e altamente qualificati: «Tutti quanti saranno obbligati a partecipare a questo orientamento professionale garantito da una ditta esterna, in modo da poter essere reintegrati il più presto possibile nel mondo del lavoro». Pardini, così come il sindacato, è infatti convinto che se una persona viene seguita professionalmente in questo percorso le possibilità di successo aumentano in modo deciso.

Qualche licenziamento anche in Ticino - Gli impieghi - aggiunge il sindacalista - verranno soppressi in particolare nella regione di Zurigo, dove entrambe le aziende hanno la sede principale e impiegano il 70-80% del personale. Anche il Ticino, comunque, sarà toccato con qualche licenziamento. «La considerazione politica è una cosa, ma come sindacato dobbiamo trovare delle soluzioni, che abbiamo discusso con le rappresentanze dei collaboratori delle due aziende e infine approvato all’unanimità», conclude Pardini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
13 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
13 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
14 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
15 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
15 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
SVIZZERA
17 ore
Anche oggi più di ottomila contagi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono stati effettuati 106 nuovi ricoveri per Covid
SVIZZERA
18 ore
Nuova variante: l'Ufsp non si scompone
Per il momento la Svizzera non prende nessuna misura. «Monitoriamo la situazione»
SVIZZERA/RUSSIA
18 ore
Guasto tecnico all'aereo di Cassis
Atterraggio imprevisto per il jet che stava trasportando il consigliere federale in Cina. E non è la prima volta
GRIGIONI
18 ore
«Il booster per salvare la stagione»
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile