Deposit
SVIZZERA
21.04.21 - 11:130

Il paradosso della sanità che provoca oltre il 5% di gas serra in Svizzera

I Medici per l'ambiente chiedono una strategia nazionale per raggiungere un bilancio neutrale della CO2 entro il 2030.

Il loro presidente: «Se vogliamo persone in buona salute, dobbiamo adoperarci per un clima sano».

BERNA - Il settore sanitario deve impegnarsi in favore della protezione climatica e diventare neutrale in termini di CO2. È l'appello lanciato oggi dai Medici per l'ambiente (MpA) che chiedono una strategia nazionale per un bilancio di "zero emissioni nette" entro il 2030 nella sanità.

Nella loro presa di posizione "Clima e salute", gli MpA formulano otto richieste per proteggere meglio la popolazione. A loro avviso, «l'impatto del cambiamento climatico di origine umana sulla salute è allarmante», si legge in una nota odierna.

Tra gli obiettivi presentati nella loro "carta" figurano il riconoscimento del cambiamento del clima quale minaccia sanitaria, l'abbandono di sovvenzioni nefaste per l'ambiente, la messa fuori servizio delle vetuste centrali nucleari svizzere entro il 2025 o ancora una moratoria sulla costruzione di autostrade e lo sviluppo di un'economia circolare.

Tali richieste vengono rivolte sia alle autorità politiche che all'amministrazione nonché alle associazioni del settore della sanità. «Se vogliamo persone in buona salute, dobbiamo adoperarci per un clima sano», ha dichiarato il dottor Bernhard Aufdereggen, presidente di Medici per l'ambiente citato nel comunicato.

Secondo MpA, il settore sanitario provoca oltre il 5% di emissioni di gas a effetto serra svizzere. «Si tratta di un paradosso»: la sanità è uno dei più importanti produttori di emissioni di CO2 nel mondo, quando invece «dovrebbe proteggere la salute umana».

Per questo motivo, l'associazione esige dal settore sanitario elvetico, entro la fine del 2022, una strategia nazionale per la "decarbonizzazione" del ramo da qui al 2030 al più tardi.

Le misure di protezione climatica hanno un effetto positivo immediato sulla salute umana, precisano gli MpA. Se l'approvvigionamento energetico della Svizzera fa a meno del petrolio, del gas e del carbone, l'aria che respiriamo diventerà più pulita, il che si tradurrebbe in una diminuzione delle malattie polmonari e cardiovascolari e in un calo del numero di decessi legati a queste malattie, scrivono i Medici per l'ambiente.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 5 mesi fa su tio
Mi piacerebbe inoltre sapere chi, tra il personale, si muove con i mezzi pubblici visto che ci sono dei turni massacranti e non penso che uno voglia allungare ancora di più la giornata lavorativa!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
E se il 12 settembre diventasse festa nazionale?
Non solo il Primo d'agosto. In Svizzera bisognerebbe introdurre un nuovo giorno festivo. La proposta al governo
FOTO
ZURIGO
4 ore
Pompieri in azione a Zurigo
Intervento in Langstrasse per un incendio sviluppatosi in una cantina
SVIZZERA
5 ore
I dipendenti Swiss non vaccinati saranno lasciati a casa
Gli equipaggi dovranno essere vaccinati. Agli indecisi sarà concesso un periodo di riflessione di sei mesi
SVIZZERA
6 ore
La tappa svizzera del “treno europeo”
Si tratta dell'iniziativa “Connecting Europe Express” volto a promuovere la ferrovia nel continente
SVIZZERA
7 ore
Nessuno dovrebbe avere più di cento milioni di franchi in banca
Dopo la sconfitta dell'Iniziativa 99%, la Gioventù socialista si prepara a lanciare una nuova iniziativa
SVIZZERA
8 ore
Collegialità violata, il Governo opta per il "no comment"
Il presidente Guy Parmelin non ha preso posizione sulle asserzioni del suo collega (anche di partito) Ueli Maurer.
SVIZZERA
8 ore
Strage di Zugo, un minuto di silenzio
Era il 27 settembre di 20 anni fa. Un forsennato armato di un fucile d'assalto uccise 14 politici cantonali
SVIZZERA / FRANCIA
10 ore
Giudice malato, verdetto UBS posticipato
Continua a tenere banco il contenzioso fiscale tra la grande banca elvetica e la Francia.
SVIZZERA
11 ore
Fuoco incrociato su Berset e Maurer
Sarà un'ora delle domande infuocata quella di questo pomeriggio sotto la cupola di Palazzo federale.
SVIZZERA
11 ore
Nel weekend 3096 contagi in Svizzera
Sono 11 i decessi registrati dall'UFSP. Altre 49 persone sono state ricoverate
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile