Keystone
SVIZZERA
19.04.21 - 19:330

Berna chiede la liberazione immediata di Alexei Navalny

Per il DFAE la Russia viola le convenzioni che si è impegnata a rispettare.

Ma su un'eventuale sanzione il Consiglio federale non ha ancora preso una decisione.

BERNA - Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) considera preoccupanti le ultime notizie sullo stato di salute di Alexei Navalny. In una presa di posizione, il Dipartimento diretto da Ignazio Cassis chiede la liberazione immediata dell'oppositore russo.

Le autorità russe hanno il dovere di garantire la sua sicurezza e il suo benessere, indica in serata il DFAE all'agenzia Keystone-ATS.

Il DFAE considera problematico che Alexei Navalny sia stato condannato in una procedura che la Corte europea dei diritti dell'uomo ha descritto nel 2017 come «arbitraria e manifestamente inadeguata». In tal modo, la Russia viola le convenzioni che si è impegnata a rispettare, sottolinea il Dipartimento.

Gli Stati sono anche soggetti a obblighi specifici per quanto riguarda le persone sotto la loro custodia. Il DFAE è in contatto con diversi interlocutori russi su questo tema, ma non a livello di Consiglio federale, precisa il DFAE.

Sanzioni - Unione europea (UE) e Stati Uniti - si legge ancora nella presa di posizione - hanno imposto sanzioni alla Russia in relazione agli eventi che riguardano l'esponente dell'opposizione.

Sulla base della legge sugli embarghi, il Consiglio federale può decidere caso per caso se la Svizzera vuole aderire alle sanzioni dell'UE. Il Consiglio federale non ha ancora preso una decisione in merito, sottolinea il DFAE. La Svizzera non ha invece mai aderito alle sanzioni imposte dagli Stati Uniti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
1 ora
Lite nel centro di Losanna: un morto e un ferito grave
Nella notte su domenica vi è stato un violento alterco fra due fazioni rivali.
SVIZZERA
2 ore
Legge Covid-19: la "battaglia" è cominciata
Tra due mesi si voterà sulla Legge Covid-19. Per Governo e Cantoni la base normativa va assolutamente approvata.
SVIZZERA
3 ore
Complotti, fake news, razzismo: un cocktail pericoloso
Per la Commissione federale contro il razzismo si tratta di piaghe sempre più sotto la luce dei riflettori.
ZUGO
4 ore
Strage in Parlamento, sono passati 20 anni
Il 27 settembre del 2001 Friedrich Leibacher uccise 14 persone, poi si tolse la vita.
SVIZZERA
5 ore
Gli scettici puntano al Nazionale
I movimenti d'opposizione alle norme anti-Covid starebbero preparandosi alle elezioni del 2023
LUCERNA
13 ore
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
15 ore
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
BERNA
19 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
19 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
20 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile