Freshfocus
SVIZZERA
12.04.21 - 19:300
Aggiornamento : 21:31

Keller-Sutter a favore della Legge sul terrorismo

La consigliera federale si espressa stasera nel corso dell'assemblea straordinaria dei delegati PLR

BERNA - I delegati del PLR, in assemblea straordinaria online, hanno deciso questa sera - con 197 voti a favore, 52 contrari e 5 astensioni - di sostenere la Legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT) sulla quale il popolo dovrà votare il 13 giugno.

La consigliera federale PLR Karin Keller-Sutter nel suo intervento davanti ai delegati ha difeso il progetto di legge, sottolineando che l'obiettivo della legge MPT è quello di colmare una lacuna nella lotta al terrorismo.

«Abbiamo disperatamente bisogno di questo anello mancante nella catena della sicurezza. Abbiamo bisogno della legge MPT per prevenire gli attacchi. I terroristi minacciano i nostri valori occidentali e gli ideali liberali, perché non li condividono. Sta a noi orientare chiaramente la nostra bussola liberale e difendere i nostri valori fondamentali».

«Dagli attentati di Parigi nel 2015 gli attacchi terroristici, principalmente islamisti, si sono moltiplicati in Europa». E la Svizzera non è un'isola, ha dichiarato la responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

«Il rischio zero non esiste, ne sono cosciente. Ma ridurre questi rischi deve essere la nostra priorità», ha detto Keller-Sutter. Un'azione tempestiva è essenziale per garantire la nostra sicurezza e quindi la nostra libertà.

Questa legge prevede l'inasprimento delle misure preventive di polizia. Il nuovo arsenale si rivolge a individui che rappresentano una minaccia ma non possono essere oggetto di un procedimento penale. In particolare, sarà possibile obbligare qualcuno a presentarsi in una stazione di polizia in determinati orari, proibirgli di lasciare la Svizzera, assegnargli un luogo di soggiorno e vietargli di accedere a un dato territorio.

I delegati del PLR hanno poi respinto con 159 voti contro 69 e 3 astensioni la richiesta di libertà di voto sull'iniziativa "Acqua potabile pulita" chiesta dai Giovani liberali radicali argoviesi in occasione della assemblea dei delegati del 6 febbraio. Il PLR conferma quindi il suo doppio no alle iniziative "Acqua potabile pulita e cibo sano - No alle sovvenzioni per l'impiego di pesticidi e l'uso profilattico di antibiotici" e "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile