Keystone
Rudolf Minsch
SVIZZERA
12.04.21 - 11:090

Economiesuisse corregge il tiro: «Nessuno vuole 30mila casi al giorno»

Avevano fatto discutere, venerdì, le dichiarazioni di Valentin Vogt, presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori.

Per l'economista capo di Economiesuisse Rudolf Minsch un simile scenario deve essere impedito perché «non sarebbe affatto privo di problemi».

BERNA - Nessuno vuole 30'000 nuove infezioni da coronavirus al giorno, una simile evoluzione deve essere evitata a tutti i costi, afferma l'economista capo di Economiesuisse, Rudolf Minsch. Relativizza così le dichiarazioni di Valentin Vogt, presidente dell'Unione svizzera degli imprenditori (USI), che venerdì ha definito questa cifra «gestibile».

Non appena tutti i gruppi a rischio saranno stati vaccinati, il rischio di sovraccaricare il sistema sanitario diminuirà significativamente rispetto alla seconda ondata, ha detto Minsch all'agenzia di stampa Keystone-ATS. Ci sarà allora maggior margine di manovra per ulteriori allentamenti.

La cifra di 20'000-30'000 nuove infezioni al giorno si basa sull'esperienza della seconda ondata, quindi prima della diffusione delle nuove varianti. È una stima approssimativa e il servizio sanitario sarebbe sovraccarico, anche se tutte le persone oltre i 60 anni fossero vaccinate. Un simile scenario deve essere impedito perché «non sarebbe affatto privo di problemi», ha aggiunto Minsch.

Nella presa di posizione del 12 febbraio, Economiesuisse - assieme all'USI e a diverse associazioni di categoria - aveva chiesto al Consiglio federale di adottare decisioni basate su principi dipendenti dal livello di copertura vaccinale della popolazione invece di "divieti rigidi e talvolta arbitrari". Una volta vaccinati i gruppi a rischio, non c'è più pericolo di sovraccarico delle unità di terapia intensiva, anche in caso di un forte aumento del numero di casi, afferma il documento.

Valetin Vogt aveva detto venerdì al telegiornale della SRF: "Se i pazienti ad alto rischio vengono vaccinati, circa tre quarti dei ricoveri saranno eliminati". Questo significa che si potrebbe vivere con un numero di casi da 20'000 a 30'000 al giorno senza che gli ospedali arrivino al limite. Il Consiglio federale potrà allora allentare le misure molto più rapidamente, aveva aggiunto. Dichiarazioni che avevano lasciato perplesso il vicepresidente della task force scientifica della Confederazione Urs Karrer secondo il quale con 30'000 nuove infezioni al giorno gli ospedali sarebbero comunque sovraccarichi e l'incidenza dell'infezione non sarebbe più controllabile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 min
Ecco le casse malati che restituiranno 300 milioni agli assicurati
Le due modalità scelte sono rimborsi effettivi o sconti sui premi.
GINEVRA
5 ore
«Volevano uccidermi perché non ho messo una canzone»
Tredici giovani ne hanno aggredito un altro per futili motivi durante la festa del digiuno ginevrino.
SVIZZERA
5 ore
La fine della pandemia? «La prossima primavera»
Gli esperti si dicono d'accordo sul fatto che la stagione invernale sarà difficile. Dipende tutto dalle vaccinazioni
SVIZZERA
11 ore
Ingresso in Svizzera solo con test (o certificato)?
Ecco cosa potrebbe decidere il Consiglio federale nella sua seduta di domani
SVIZZERA
13 ore
Aumentano i vaccinati "riluttanti"
Nei Cantoni rurali il tasso di vaccinazione è più basso. Ma sembra che l'obbligo del pass nei bar stia cambiando le cose
BERNA
13 ore
No Pass: migliaia in piazza a Berna e Bienne
Ancora manifestazioni questa sera contro le nuove misure introdotte dal Consiglio Federale
SVIZZERA
18 ore
La terza dose sotto la lente di Swissmedic
L'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici sta valutando i dati clinici, «in termini di sicurezza ed efficacia»
ARGOVIA
19 ore
La 26enne ha ucciso il fratello, poi si è tolta la vita
La Polizia cantonale ha fornito nuovi dettagli sui due corpi trovati martedì mattina a Frick.
SVIZZERA
20 ore
Siamo il paese più caro d'Europa
Il nostro costo della vita è del 51% superiore a quello della Germania.
SVIZZERA
20 ore
I test potrebbero rimanere gratuiti
Il maggior partito svizzero lancia una mozione volta a mantenere il costo dei test a carico dello Stato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile