keystone
VALLESE
01.04.21 - 10:120

Gli sfollati di Raron possono tornare a casa

76 abitanti del quartiere vicino a una zona a rischio frane, erano stati allontanati dalle proprie abitazioni.

A partire da domani mattina, lo stato maggiore di condotta comunale terminerà la sua missione, ma tutta l'area resterà comunque sotto stretta sorveglianza.

SION - A Raron (VS) le ultime persone ancora sfollate dopo la caduta di massi in una cava avvenuta a fine gennaio possono rientrare nelle loro case, hanno comunicato oggi le autorità. Gran parte degli sfollati erano tornati al loro domicilio alla metà di marzo.

«I lavori di pulizia della parete rocciosa sono terminati stamattina», ha indicato la responsabile dello stato maggiore di condotta comunale Isabelle von Roten, citata in una nota. Dopo Pasqua, lavori di sgombro saranno effettuati nell'alveo del ruscello Bietschbach. Dovrebbero durare circa un mese.

«Gli abitanti devono attendersi quindi ancora emissioni di polvere e rumore», ha avvertito von Roten. A partire da domani mattina, lo stato maggiore di condotta comunale terminerà la sua missione, ma tutta l'area resterà comunque sotto stretta sorveglianza.

Brillamento - A fine gennaio, massi erano caduti nella cava e nell'alveo del ruscello Bietschbach, minacciando di provocare un'inondazione. Complessivamente 76 abitanti del quartiere, situato in prossimità della zona a rischio, erano stati fatti sfollare. Una parte di essi era potuta rientrare rapidamente al proprio domicilio, altri soltanto alla metà di marzo.

A Raron, un'operazione di brillamento ha avuto luogo lo scorso 10 marzo al fine di evitare ogni possibile franamento incontrollato. Nonostante la forte esplosione, la metà della parete rocciosa era rimasta intatta. I lavori sono poi proseguiti con macchine da cantiere.

keystone
Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile