Keystone (archivio)
Il segretario supplente del DFAE Johannes Matyassy ha parlato oggi alla conferenza di alto livello di ONU e UE.
SVIZZERA
30.03.21 - 19:410

Altri sessanta milioni per la Siria

Il DFAE ha sottolineato che non risparmiera i propri sforzi per sostenere una «via di pace» nel Paese mediorientale.

In dieci anni la Svizzera ha stanziato circa 522 milioni per contrastare gli effetti devastanti sulla popolazione dei conflitti in Siria, Turchia, Libano, Giordania e Iraq.

BERNA - La Svizzera ha promesso altri 60 milioni di franchi per sostenere la popolazione in Siria e nella regione che da dieci anni soffre per la guerra.

Ad annunciarlo, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), è stato il segretario di Stato supplente del DFAE Johannes Matyassy, in occasione della quinta conferenza di alto livello presieduta dall'ONU e dall'Unione europea (Ue).

«Non risparmieremo sforzi per sostenere la Siria sulla via della pace», ha detto Matyassy alla conferenza di Bruxelles, che si è tenuta in forma virtuale per il secondo anno di fila a causa della pandemia di coronavirus.

Dal 2011 a oggi, la Svizzera ha stanziato circa 522 milioni di franchi per contrastare gli effetti devastanti del conflitto sulla popolazione in Siria, Turchia, Libano, Giordania e Iraq. «Si tratta - rende noto il DFAE - del più grande intervento umanitario nella storia della Confederazione».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 mese fa su tio
Sarebbe chiedere troppo come queste elargizioni vengono utilizzate nei paesi destinatari? Quando poi si legge che vengono sponsorizzati paesi come la Turchia che è la negazione di tutto, e ne hanno più di noi, c'è da chiedersi come vengono fatte queste scelte.
Duca72 1 mese fa su tio
Finalmente un po’ di solidarietà, siamo sempre troppo chiusi , se qualcosa esce dalla Svizzera ci sono sempre critiche. Ben fatto!!!
Tato50 1 mese fa su tio
@Duca72 Da una parte condivido, ma forse qualcosina da ridistribuire anche da noi non farebbe. Ah no scusa, ci ridaranno i soldi che ci ha rubato la Billag ;-(( Spero che non comperino 60 milioni di mitra e bombe a mano ;-(((
Meck1970 1 mese fa su tio
scandaloso.... vergogna
ciapp 1 mese fa su tio
vergogna e poi ancora vergogna
seo56 1 mese fa su tio
Fuori di testa 😡😡
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
TURGOVIA
47 min
Stalla distrutta, ma i cavalli sono in salvo
Nell'incendio di questa notte ad Andwil nessuno è rimasto ferito e anche gli animali - una dozzina - sono stati salvati.
BERNA
1 ora
Covid, parte la campagna #iomifacciovaccinare
Il concetto che vuole passare con l'iniziativa dell'UFSP è che immunizzarsi aiutera a tornare alla normalità.
BERNA
1 ora
Un burger su sei è vegetale
Il commercio al dettaglio ha quasi raddoppiato la cifra d’affari relativa a preparati a base di soia e ad altri prodotti
BERNA
2 ore
La pandemia frena le condanne
La contrazione maggiore riguarda le violazioni alla legge sugli stranieri e la loro integrazione.
ARGOVIA
2 ore
Ristorante avvolto dalle fiamme
Nonostante l'intervento dei pompieri l'edificio è andato distrutto
GINEVRA
14 ore
La piattaforma per il test del Covid "spiffera" i dati personali: a rischio migliaia di assicurati
La falla è stata identificata a Ginevra, ma tocca potenzialmente tutti i residenti in Svizzera.
SVIZZERA
19 ore
L'estate porterà il vaccino agli adolescenti
Sembra essere imminente l'approvazione del preparato Pfizer/BioNTech per i giovani tra i 12 e i 15 anni
BERNA
21 ore
Il Credit Suisse e quelle «violazioni ignorate»
Secondo la NZZ am Sonntag, la grande banca svizzera sarebbe quella che più tiene occupata la FINMA.
BASILEA CAMPAGNA
1 gior
Allievi delle medie nell'asilo, sospettati abusi sessuali
Un padre: «Mia figlia mi ha detto che è successo qualcosa e ha paura di parlarne».
ZURIGO
1 gior
«Nostra madre dovrà lasciare la Svizzera dopo 39 anni»
A una donna congolese non verrà rinnovato il permesso di soggiorno a causa di alcune fatture non pagate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile