keystone-sda.ch (ANTHONY ANEX)
SVIZZERA
27.03.21 - 09:200

Diritti delle donne: «La pandemia mette in pericolo i progressi fatti»

Le parole del consigliere federale Alain Berset alla Commissione delle Nazioni Unite

BERNA / NEW YORK - «I progressi fatti negli ultimi decenni nell'ambito dell'uguaglianza di genere e dei diritti delle donne sono messi in pericolo dall'attuale crisi sanitaria». Lo ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset durante la 65a sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne (CSW) che si è conclusa ieri sera a New York.

Per impedire che ciò accada, ha proseguito Berset, «dobbiamo fare affidamento sull'impegno della comunità internazionale». Il ministro dell'interno ha inoltre espresso preoccupazione sul fatto che, secondo stime dell’ONU, 47 milioni di donne nel mondo rischiano di scivolare nella povertà estrema a causa della pandemia di Covid-19.

Negoziati «particolarmente impegnativi»
In una nota, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) afferma che quest'anno i negoziati sulla dichiarazione finale della CSW sono stati «particolarmente impegnativi». Divergenze sono state espresse su temi come «la salute sessuale e riproduttiva e il rispetto dei diritti connessi, la violenza di genere, i diritti umani, le forme di famiglia e l'educazione sessuale».

Malgrado ciò, è stato possibile raggiungere una dichiarazione finale congiunta. Per il DFAE è «un grande successo».

Più in generale, prosegue il DFAE, se da un lato si osserva un movimento mondiale delle organizzazioni della società civile e dei giovani a favore dell'uguaglianza di genere, dall'altro si inaspriscono le posizioni degli Stati critici nei confronti dei diritti delle donne.

In questo contesto «la Svizzera deplora il ritiro della Turchia dalla Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul)», annunciato durante la CSW. La Confederazione, precisa il DFAE, ha partecipato attivamente all'elaborazione della Convenzione, che ha ratificato e alla quale «attribuisce una grande importanza».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Um999 2 mesi fa su tio
Non è la pandemia che mette in pericolo i progressi sui diritti delle donne, ma le azioni intrapresi dal governo contro la pandemia... mettiamo per favore i buoi davanti al carro. Bravi sti politici nell’interpretare i fatti.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
Ridi cul
gigipippa 2 mesi fa su tio
Purtroppo è vero, quando ti ritrovi con un capo macho e bullista a farne le spese è la donna cinquantenne, rimpiazzata con la giovane ventenne. Non sono una vittima, solamente un testimone.
Tato50 2 mesi fa su tio
Non ho nulla contro le donne, anzi, ma in questo momento non dovresti occuparti d'altro, visto che quel poco che hai fatto lo hai fatto pure male ???
ceresade36@gmail.com 2 mesi fa su tio
????? Perche ??
seo56 2 mesi fa su tio
Ma va!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
31 min
In isolamento da quasi tre anni, ora interviene l'ONU
Il caso di "Carlos", che ora preferisce farsi chiamare col vero nome (Brian), continua a far discutere.
SVIZZERA
1 ora
Con la pandemia, i campeggi hanno fatto il pieno
Nel 2020 il settore paralberghiero ha in generale registrato un calo dell'11,3% rispetto all'anno precedente
SVIZZERA
1 ora
Le donne sono pronte a scioperare
Sono previste azioni di protesta nelle principali città di tutta la Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Dopo il “no” alla Legge sul CO2, altre vie per raggiungere gli obiettivi climatici
Un deputato PS ritiene che servano più incentivi, un parlamentare UDC afferma che non è necessaria un'azione massiccia
SVIZZERA
11 ore
Berna rinuncia definitivamente ad AstraZeneca
Le 5,3 milioni di dosi del vaccino anglo-svedese verrano donate ai Paesi poveri.
SVIZZERA
16 ore
Il popolo svizzero ha scelto la sicurezza
La Legge sulle misure di polizia contro il terrorismo ha incassato il 57% di voti a favore
SVIZZERA
18 ore
Legge sul terrorismo: «E ora evitiamo la schedatura di massa delle persone»
Reazioni degli oppositori alla Legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo
SVIZZERA
18 ore
«Gli aiuti alle aziende sono assicurati»
Il PLR festeggia il sì alle urne alla legge Covid. Un voto «saggio ed efficace»
SVIZZERA / CANTONE
22 ore
La popolazione ha detto “no” alla Legge sul CO2
Per le nuove misure anti-terrorismo il sostegno popolare è al 57%. Legge Covid-19 approvata dal popolo.
ZURIGO
23 ore
Un uomo morto e una donna ferita in casa
Sparatoria sabato sera in un appartamento di Dübendorf
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile