Immobili
Veicoli
Twitter
URI
24.03.21 - 12:270

Un'ex campionessa del mondo trova la morte sotto la valanga

La francese Julie Pomagalski, specialista di snowboard, è una delle due vittime del Gemsstock.

La 40enne faceva parte di un gruppo di quattro persone. Tre di loro erano state travolte da una slavina.

ALTDORF - Una delle due vittime travolte ieri da una valanga sul Gemsstock, la montagna che sovrasta Andermatt, è l'ex campionessa del mondo di snowboard cross Julie Pomagalski. La 40enne francese è rimasta sepolta nella neve poco prima di mezzogiorno. L'altra vittima - stando a quanto riportato da LeMatin.ch - è la guida Bruno Cutelli.

Originaria di Maribel, Pamagalski era stata campionessa del mondo di snowboard cross a Berchtesgaden (Germania) nel 1999. Nel 2004 aveva vinto la Coppa del Mondo di snoowboard e nella disciplina poteva vantare nove podi. Tra le altre cose, aveva partecipato anche ai Giochi Olimpici di Torino del 2006. Nelle ultime ore sono numerosi i messaggi di cordoglio apparsi sui social per la scomparsa dell'ex atleta, Tra i quali l'associazione olimpica francese "France Olympique" (vedi sotto). «Il team olimpionico francese è in lutto per la tragica scomparsa di Julie. I nostri pensieri sono rivolti alla sua famiglia, ai parenti e alla Federazione francese di sci».

La dinamica della tragedia - Ieri quattro free rider francesi - tra i quali le due vittime - stavano scendendo sul versante nordorientale del Gemsstock, in zona Steintäler. Improvvisamente e per motivi ancora da stabilire si è staccata una slavina: tre sono stati travolti dalla massa di neve e due - Pomagalski e Cutelli - sono rimasti completamente sepolti. «Per loro, qualsiasi aiuto è arrivato troppo tardi», aveva scritto ieri la polizia urana in un comunicato. La terza persona è invece rimasta leggermente ferita ed è stata elitrasportata in ospedale da un elicottero della Rega.

Sul posto sono intervenuti agenti della polizia urana, vari team di soccorritori, anche con cani per la ricerca di vittime sotto le valanghe, due elicotteri della società Swiss Helicopter e della Rega, e squadre di sostegno psicologico dei cantoni Uri e Nidvaldo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO / QATAR
2 ore
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
3 ore
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
SONDAGGIO
SVIZZERA
5 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
8 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
10 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
SVIZZERA
12 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
BERNA / SVEZIA
13 ore
Schianto mortale in Svezia: il camion circolava illegalmente
Il mezzo scontratosi con il minibus che trasportava sette giovani svizzeri appartiene a una ditta che estrae minerali.
SVIZZERA
16 ore
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
SVIZZERA
1 gior
«Meglio pensare che siamo tutti già contagiati»
Il governo rinuncia alla strategia dei test? Per l'organizzazione dei laboratori medici, avrebbe senso
SVIZZERA
1 gior
«Dose booster? I più giovani preferiscono ammalarsi»
La popolazione non a rischio mostra reticenza rispetto alla vaccinazione di richiamo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile