Twitter
URI
24.03.21 - 12:270

Un'ex campionessa del mondo trova la morte sotto la valanga

La francese Julie Pomagalski, specialista di snowboard, è una delle due vittime del Gemsstock.

La 40enne faceva parte di un gruppo di quattro persone. Tre di loro erano state travolte da una slavina.

ALTDORF - Una delle due vittime travolte ieri da una valanga sul Gemsstock, la montagna che sovrasta Andermatt, è l'ex campionessa del mondo di snowboard cross Julie Pomagalski. La 40enne francese è rimasta sepolta nella neve poco prima di mezzogiorno. L'altra vittima - stando a quanto riportato da LeMatin.ch - è la guida Bruno Cutelli.

Originaria di Maribel, Pamagalski era stata campionessa del mondo di snowboard cross a Berchtesgaden (Germania) nel 1999. Nel 2004 aveva vinto la Coppa del Mondo di snoowboard e nella disciplina poteva vantare nove podi. Tra le altre cose, aveva partecipato anche ai Giochi Olimpici di Torino del 2006. Nelle ultime ore sono numerosi i messaggi di cordoglio apparsi sui social per la scomparsa dell'ex atleta, Tra i quali l'associazione olimpica francese "France Olympique" (vedi sotto). «Il team olimpionico francese è in lutto per la tragica scomparsa di Julie. I nostri pensieri sono rivolti alla sua famiglia, ai parenti e alla Federazione francese di sci».

La dinamica della tragedia - Ieri quattro free rider francesi - tra i quali le due vittime - stavano scendendo sul versante nordorientale del Gemsstock, in zona Steintäler. Improvvisamente e per motivi ancora da stabilire si è staccata una slavina: tre sono stati travolti dalla massa di neve e due - Pomagalski e Cutelli - sono rimasti completamente sepolti. «Per loro, qualsiasi aiuto è arrivato troppo tardi», aveva scritto ieri la polizia urana in un comunicato. La terza persona è invece rimasta leggermente ferita ed è stata elitrasportata in ospedale da un elicottero della Rega.

Sul posto sono intervenuti agenti della polizia urana, vari team di soccorritori, anche con cani per la ricerca di vittime sotto le valanghe, due elicotteri della società Swiss Helicopter e della Rega, e squadre di sostegno psicologico dei cantoni Uri e Nidvaldo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
4 ore
NoVax che rifiutano le cure, avanti col testamento biologico
La consigliera nazionale Verena Herzog: «Non ha senso che i pazienti finiscano in terapia intensiva se non lo vogliono»
Zugo
8 ore
Aperta un'inchiesta preliminare contro la società di provider Mitto AG
Un dipendente avrebbe consentito a terzi di sorvegliare senza autorizzazione degli utenti di telefonia mobile
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus, il 4% delle varianti analizzate corrisponde a Omicron
Si tratta dei dati relativi ai virus sequenziati nel corso dell'ultima settimana
ZURIGO
11 ore
Sedici anni di prigione per aver ucciso la fidanzata
I fatti sono avvenuti nel 2020 a Hombrechtikon, nel Canton Zurigo. Riconosciuto colpevole un 48enne polacco
SVIZZERA
12 ore
Obbligo di vaccinazione per gli equipaggi Edelweiss
Seguendo l'esempio di Swiss, ai dipendenti è stato dato tempo fino al 2022 per farsi vaccinare
FOTO
SVIZZERA
13 ore
La capsula futuristica dove si può morire da soli potrebbe presto arrivare in Svizzera
Ne è certa Exit International. Il dispositivo, che funziona senza farmaci, si può fare anche con una stampante 3D
SVIZZERA
14 ore
«Abbiamo toccato il record di casi da inizio pandemia»
Alta tensione nelle strutture ospedaliere: il Consiglio federale mette migliaia di militi a disposizione dei Cantoni.
SVIZZERA
15 ore
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
16 ore
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
18 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile