Keystone
ZURIGO
24.03.21 - 08:120

Il presidente della Task force Covid-19: «Sono deluso, pensavo avremmo fatto meglio»

Intervistato dalla rivista del suo ateneo, Martin Ackermann non ha nascosto il suo rammarico per la gestione della crisi

ZURIGO - Presidente della task force Covid-19 della Confederazione, Martin Ackermann si barcamena regolarmente fra i suoi ruoli di «voce della scienza», consigliere del governo e divulgatore. Intervistato da Globe, la rivista del Politecnico di Zurigo, dove insegna, il professore di ecologia microbiotica molecolare si è tuttavia concesso delle critiche un po' più esplicite del solito alla volta della politica.

«Naturalmente questa crisi supera semplicemente tutto quanto mi potessi immaginare, ma pensavo che ce la saremmo cavata meglio», ha confessato il docente. «Che avremmo agito in base in base alle evidenze scientifiche, impiegati molti strumenti e usato le nostre possibilità tecnologiche», ha spiegato. E ha aggiunto: «Avevo grosse aspettative, ma sono stato deluso».

Per Ackermann, la Svizzera non sarebbe stata insomma all'altezza della situazione. A incidere, a suo avviso, è stata in particolare l'idea, diffusasi «molto velocemente», che nell'emergenza coronavirus bisognasse fare una scelta «tra salute ed economia»: «Ciò ha plasmato in maniera molto forte il dibattito - ha denunciato -. Per questo abbiamo fatto fatica a intervenire presto e in maniera risoluta».

Per la task force Covid-19 della Confederazione, tuttavia, è sempre stato «chiaro» che la Svizzera non è mai stata davanti a una scelta tra salute ed economia. «Introdurre misure dure che riducano velocemente il numero di contagi è meglio anche dal punto di vista economico rispetto all'applicazione di misure più blande con la presa in conto di lunghi periodi di contagi alti», ha sottolineato Ackermann. 

La sua squadra di consiglierI, tuttavia, si limita a dare indicazioni scientifiche, ha fatto notare. A decidere, alla fine, è la politIca. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Future pandemie: i Cantoni chiedono un comitato specializzato
L'idea è di creare un organo composto in modo paritetico da rappresentanti dei Cantoni e della Confederazione.
FOTO
SVIZZERA
1 ora
1000 persone in marcia a Urnäsch
Il corteo era in programma a Zurigo ma all'ultimo momento è stato spostato nella località appenzellese.
NEUCHÂTEL 
2 ore
Contagiato il 23% degli allievi di una scuola
Un secondo test di massa sarà effettuato martedì tra le persone in quarantena che sono risultate negative
ZURIGO
2 ore
Donna spinta sui binari, «Ho tenuto a terra il responsabile»
Arrestato un 27enne di origini eritree. Il testimone: «Lui si è comportato come se non fosse successo niente».
SVIZZERA
3 ore
«Niente più caramelle vicino alle casse dei supermercati»
La proposta è stata accolta con favore dal Consiglio federale
TURGOVIA
6 ore
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
FOTO
FRIBURGO
7 ore
Parcheggio sotterraneo distrutto da un incendio
Diversi veicoli sono stati distrutti nella notte
GRIGIONI
7 ore
Tragedia sul Piz Russein: due morti
Sono stati travolti da una valanga a lastroni, che li ha trascinati per quasi 1000 metri.
ZURIGO
18 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
22 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile