Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
22.03.21 - 22:000

Un vaccino approvato ma non (ancora) ordinato

La Confederazione non aveva stretto contatti con Johnson & Johnson perché «le dosi sarebbero arrivate troppo tardi»

Già settimana scorsa il farmacista cantonale ticinese lo aveva anticipato: «Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale».

BERNA - Swissmedic ha omologato temporaneamente un terzo vaccino anti Covid-19: quello sviluppato dal colosso farmaceutico Johnson & Johnson. La notizia è di oggi. Questo significa che in Svizzera sono ufficialmente commerciabili tre vaccini. Ma questo preparato sarà effettivamente somministrato alla popolazione?

Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale ticinese, lo scorso giovedì aveva già preannunciato la possibilità di un'omologazione. «Ma non credo che sarà utilizzato - aveva anticipato in conferenza stampa -. Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale. Le dosi sarebbero arrivate troppo tardi rispetto alle necessità». 

In effetti, finora la Confederazione ha concluso contratti con cinque fabbricanti di vaccini tra cui però non figura Johnson & Johnson. L'omologazione da parte di Swissmedic è indipendente dagli acquisti, a quanto pare. «Se un vaccino è stato omologato da Swissmedic, la Svizzera riceve il numero di dosi di vaccino che ha riservato per contratto - si legge sul sito dell'UFSP -. I fabbricanti di vaccini consegnano poi le dosi che sono state riservate scaglionate su diversi mesi». Ma Berna non ha stretto accordi per l'acquisto del "COVID-19 Vaccine Janssen".

A fine gennaio la questione era stata sollevata dall'ex vicedirettore dell'UFSP, Andreas Faller, quando erano emersi i ritardi nelle forniture da parte di Pfizer e Moderna. «Bisogna accelerare i negoziati. Contattare altri produttori immediatamente e ottenere rapidamente opzioni per più vaccini», aveva dichiarato a 20 Minuten. Aggiungendo che il contratto con la Janssen-Cilag AG, con sede in Svizzera, avrebbe potuto essere velocizzato, ma servivano «coraggio e decisione».

Ma la Confederazione ha rinunciato al farmaco di Johnson & Johnson - nonostante i vantaggi legati alla conservabilità e all'essere monodose - perché le forniture sarebbero arrivate «solo nel terzo trimestre» (nel corso dell'estate), aveva spiegato la scorsa settimana al Blick la vicedirettrice dell'UFSP Nora Kronig, «troppo tardi per la Svizzera». 

Contratti con i fabbricanti di vaccini (dal sito dell'UFSP)

Novavax: 6 milioni di dosi
Curevac: 5 milioni di dosi
Pfizer/BioNTech: 6 milioni di dosi
AstraZeneca: 5,3 milioni di dosi
Moderna: 13,5 milioni di dosi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SVIZZERA
1 ora
«Non usatela, non protegge»
La Suva ha deciso di richiamare il prodotto: «La scarsa efficacia protettiva potrebbe risultare dannosa per la salute».
SVIZZERA
5 ore
Malati che muoiono a causa del rinvio di interventi chirurgici
Il settore sanitario è sotto pressione. Si temono gravi conseguenze sulle condizioni dei pazienti
SVIZZERA
13 ore
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
14 ore
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
16 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
18 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
18 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
19 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
20 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
20 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile