Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
22.03.21 - 22:000

Un vaccino approvato ma non (ancora) ordinato

La Confederazione non aveva stretto contatti con Johnson & Johnson perché «le dosi sarebbero arrivate troppo tardi»

Già settimana scorsa il farmacista cantonale ticinese lo aveva anticipato: «Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale».

BERNA - Swissmedic ha omologato temporaneamente un terzo vaccino anti Covid-19: quello sviluppato dal colosso farmaceutico Johnson & Johnson. La notizia è di oggi. Questo significa che in Svizzera sono ufficialmente commerciabili tre vaccini. Ma questo preparato sarà effettivamente somministrato alla popolazione?

Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale ticinese, lo scorso giovedì aveva già preannunciato la possibilità di un'omologazione. «Ma non credo che sarà utilizzato - aveva anticipato in conferenza stampa -. Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale. Le dosi sarebbero arrivate troppo tardi rispetto alle necessità». 

In effetti, finora la Confederazione ha concluso contratti con cinque fabbricanti di vaccini tra cui però non figura Johnson & Johnson. L'omologazione da parte di Swissmedic è indipendente dagli acquisti, a quanto pare. «Se un vaccino è stato omologato da Swissmedic, la Svizzera riceve il numero di dosi di vaccino che ha riservato per contratto - si legge sul sito dell'UFSP -. I fabbricanti di vaccini consegnano poi le dosi che sono state riservate scaglionate su diversi mesi». Ma Berna non ha stretto accordi per l'acquisto del "COVID-19 Vaccine Janssen".

A fine gennaio la questione era stata sollevata dall'ex vicedirettore dell'UFSP, Andreas Faller, quando erano emersi i ritardi nelle forniture da parte di Pfizer e Moderna. «Bisogna accelerare i negoziati. Contattare altri produttori immediatamente e ottenere rapidamente opzioni per più vaccini», aveva dichiarato a 20 Minuten. Aggiungendo che il contratto con la Janssen-Cilag AG, con sede in Svizzera, avrebbe potuto essere velocizzato, ma servivano «coraggio e decisione».

Ma la Confederazione ha rinunciato al farmaco di Johnson & Johnson - nonostante i vantaggi legati alla conservabilità e all'essere monodose - perché le forniture sarebbero arrivate «solo nel terzo trimestre» (nel corso dell'estate), aveva spiegato la scorsa settimana al Blick la vicedirettrice dell'UFSP Nora Kronig, «troppo tardi per la Svizzera». 

Contratti con i fabbricanti di vaccini (dal sito dell'UFSP)

Novavax: 6 milioni di dosi
Curevac: 5 milioni di dosi
Pfizer/BioNTech: 6 milioni di dosi
AstraZeneca: 5,3 milioni di dosi
Moderna: 13,5 milioni di dosi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTOGALLERY
SVIZZERA
48 min
Ecco i prodotti per i quali si dovrà sborsare di più
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
SVIZZERA
2 ore
Presidente slovacca accolta con gli onori militari
Visita di Stato per Zuzana Caputova, che ha incontrato il Consiglio federale.
FOTO
FRIBURGO
4 ore
Insediamenti romani tornano a splendere dopo 1'700 anni
Gli archeologi friburghesi hanno trovano vestigia romane conservate «in modo eccezionale»
VAUD
4 ore
Prosciolte le femministe per il topless, ma condannate per altri motivi
Sei attiviste sono comparse oggi davanti al Tribunale di polizia di Losanna.
SVIZZERA
7 ore
L'Astra Bridge funziona, ma...
L'USTRA traccia un primo bilancio della struttura che per la prima volta viene utilizzata sull'A1
VAUD
7 ore
Siringhe al Balélec: attaccate cinque persone
In quattro si sono presentate in ospedale in seguito al festival, e una quinta ha denunciato l'accaduto in polizia
GINEVRA
7 ore
Il negazionista finisce in cella
Tesi razziste sui social network: un membro del Front National Suisse condannato a tre mesi di carcere
SVIZZERA
9 ore
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
9 ore
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
SVIZZERA
10 ore
Stati Uniti impressionati dalle sanzioni svizzere
La dedizione delle autorità svizzere nell’applicare le sanzioni contro fondi russi ha riscosso l'ammirazione americana.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile