Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
22.03.21 - 22:000

Un vaccino approvato ma non (ancora) ordinato

La Confederazione non aveva stretto contatti con Johnson & Johnson perché «le dosi sarebbero arrivate troppo tardi»

Già settimana scorsa il farmacista cantonale ticinese lo aveva anticipato: «Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale».

BERNA - Swissmedic ha omologato temporaneamente un terzo vaccino anti Covid-19: quello sviluppato dal colosso farmaceutico Johnson & Johnson. La notizia è di oggi. Questo significa che in Svizzera sono ufficialmente commerciabili tre vaccini. Ma questo preparato sarà effettivamente somministrato alla popolazione?

Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale ticinese, lo scorso giovedì aveva già preannunciato la possibilità di un'omologazione. «Ma non credo che sarà utilizzato - aveva anticipato in conferenza stampa -. Non mi risulta che la Confederazione abbia accordi con Johnson & Johnson, perché non rientra nella strategia scelta dal Consiglio federale. Le dosi sarebbero arrivate troppo tardi rispetto alle necessità». 

In effetti, finora la Confederazione ha concluso contratti con cinque fabbricanti di vaccini tra cui però non figura Johnson & Johnson. L'omologazione da parte di Swissmedic è indipendente dagli acquisti, a quanto pare. «Se un vaccino è stato omologato da Swissmedic, la Svizzera riceve il numero di dosi di vaccino che ha riservato per contratto - si legge sul sito dell'UFSP -. I fabbricanti di vaccini consegnano poi le dosi che sono state riservate scaglionate su diversi mesi». Ma Berna non ha stretto accordi per l'acquisto del "COVID-19 Vaccine Janssen".

A fine gennaio la questione era stata sollevata dall'ex vicedirettore dell'UFSP, Andreas Faller, quando erano emersi i ritardi nelle forniture da parte di Pfizer e Moderna. «Bisogna accelerare i negoziati. Contattare altri produttori immediatamente e ottenere rapidamente opzioni per più vaccini», aveva dichiarato a 20 Minuten. Aggiungendo che il contratto con la Janssen-Cilag AG, con sede in Svizzera, avrebbe potuto essere velocizzato, ma servivano «coraggio e decisione».

Ma la Confederazione ha rinunciato al farmaco di Johnson & Johnson - nonostante i vantaggi legati alla conservabilità e all'essere monodose - perché le forniture sarebbero arrivate «solo nel terzo trimestre» (nel corso dell'estate), aveva spiegato la scorsa settimana al Blick la vicedirettrice dell'UFSP Nora Kronig, «troppo tardi per la Svizzera». 

Contratti con i fabbricanti di vaccini (dal sito dell'UFSP)

Novavax: 6 milioni di dosi
Curevac: 5 milioni di dosi
Pfizer/BioNTech: 6 milioni di dosi
AstraZeneca: 5,3 milioni di dosi
Moderna: 13,5 milioni di dosi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
15 ore
La Svizzera come l'Irlanda: «Sigarette a quindici euro»
Le associazioni attive nella prevenzione suggeriscono di prendere spunto dall'esempio estero
SVIZZERA
15 ore
Manifestazioni in diverse città svizzere
Proteste contro i provvedimenti anti-Covid. Ma a Berna è sceso in piazza il fronte opposto
SVIZZERA
15 ore
La panne ha messo k.o. soprattutto i certificati esteri
Il guasto si è verificato durante alcuni lavori di manutenzione da parte dei tecnici dell'Ue
SVIZZERA
18 ore
I Verdi liberali puntano al Governo federale
Lo ha affermato il presidente Jürg Grossen nell'ambito dell'odierna assemblea dei delegati
SVIZZERA
19 ore
La Svizzera esclusa (in parte) dal turismo asiatico
Swiss non può volare a Singapore. Il motivo: non ci sono ancora abbastanza cittadini con due dosi di vaccino
SAN GALLO
19 ore
Completamente ubriaco, si addormenta in auto... in mezzo alla strada
È successo questa mattina alle cinque a San Gallo. La sua patente straniera è stata annullata
SVIZZERA
20 ore
Carrozze a prova di tifosi
Le FFS ne stanno preparando 35. Saranno usate per il trasporto dei tifosi diretti alle partite in trasferta
Glarona
22 ore
Omicidio a Netstal: trovata morta in un parcheggio una 30enne
Il presunto autore si è consegnato alla polizia in seguito all'atto
SVIZZERA
22 ore
I malati di Long-Covid in campo per convincere i non vaccinati
L’UFSP si prepara per la sua offensiva di vaccinazione e cerca persone ancora affette dagli strascichi della malattia.
SVIZZERA
22 ore
«Mille franchi in regalo a chi mi porta un cuoco per il mio ristorante»
La forte carenza di personale preoccupa il mondo della ristorazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile