Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
15.03.21 - 09:090

Seduta impegnativa per le due Camere

Il Consiglio degli Stati dovrà affrontare il dossier Riforma AVS 21. Migrazione e asilo al Nazionale

BERNA - Riprenderà con la tradizionale "Ora delle domande" la seduta odierna del Consiglio nazionale (14.30-19.00). La Camera del popolo terrà in seguito una sessione straordinaria dal tema "migrazione e asilo". Verranno discusse due mozioni dell'UDC.

La prima chiede di non concedere l'asilo alle persone senza identità accertata o provenienti da regioni con una forte presenza di terroristi. La seconda di alloggiare questi migranti in centri chiusi o di controllarli in maniera permanente fino al chiarimento completo della loro pericolosità.

Il Nazionale affronterà poi una modifica della legge sulla trasparenza che mira a rendere gratuito l'accesso a documenti ufficiali dell'Amministrazione federale. Un compenso potrà essere riscosso solo nel caso in cui la domanda d'accesso comporti un trattamento particolarmente dispendioso da parte delle autorità. Non si potranno comunque superare i 2'000 franchi.

La Camera del popolo si occuperà anche di un postulato della Commissione della politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N) che chiede un rapporto dettagliato sulla situazione dei tibetani in Svizzera, in particolare per quanto riguarda la libertà di espressione e la sorveglianza. L'atto parlamentare è stato presentato in risposta alla petizione della Società per i popoli minacciati (Gesellschaft für bedrohte Völker, GfbV).

Il Consiglio degli Stati (15.15-20.00) inizierà la giornata con l'esame delle divergenze che ancora l'oppongono al Nazionale in merito alla revisione della legge Covid-19.

Numerosi sono i punti sui quali le due camere divergono, come il sostegno alla cultura, ai locatari e agli indipendenti (che il Nazionale vorrebbe più generoso). Divergenze sussistono anche sugli aiuti ai cosiddetti "casi di rigore".

I senatori affronteranno in seguito uno dei dossier più attesi di questa sessione primaverile: la cosiddetta riforma AVS 21. La competente commissione chiede di ridurre le misure di compensazione proposte dal Consiglio federale per alleviare le conseguenze del previsto aumento dell'età pensionabile per le donne contenuto nella riforma. I commissari vogliono invece un incremento delle rendite per le coppie sposate. Per finanziare il progetto, si prevede un aumento dell'IVA di 0,7 punti percentuali, che per la commissione deve avvenire in modo scaglionato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
STATI UNITI/CINA
28 min
«Se Taiwan viene invasa interverremo militarmente»
Il presidente americano Biden ha lanciato un messaggio a Pechino. Che risponde per le rime
SAN GALLO
4 ore
Cerca di sfuggire al ricovero, cade dal tetto e muore
Un 35enne con problemi psichici ha perso la vita questo pomeriggio ad Altstätten.
LOSANNA
5 ore
Il dottorato svizzero di Mussolini fa discutere
Venne conferito nel 1937 al Duce. Oggi una petizione chiede di revocarlo
SVIZZERA
5 ore
Cassis a Davos con la mente rivolta a Lugano
Il presidente della Confederazione ha aperto ufficialmente il WEF parlando della situazione geopolitica mondiale.
SVIZZERA
8 ore
Ricola «inganna i consumatori» secondo una consumatrice
Una donna dell'Illinois ha chiesto un risarcimento milionario accusando l'azienda di pubblicità ingannevole
SVIZZERA
9 ore
La quarta dose presto realtà
Da oggi la Confederazione consiglia una nuova vaccinazione «alle persone con un sistema immunitario indebolito».
SVIZZERA
11 ore
Commercio sostenibile: l'industria della moda sotto la lente
Public Eye ha compiuto un'analisi dei più noti rivenditori di moda in Svizzera. Zalando, Wish e Amazon nel mirino.
SVIZZERA
12 ore
Peggioramento delle disuguaglianze di genere durante la pandemia
Uno studio ha analizzato le conseguenze delle misure restrittive sull'occupazione di uomini e donne.
ARGOVIA
13 ore
Cade da una parete rocciosa, 14enne perde la vita
Il giovane stava effettuando una passeggiata assieme a un amico. Inutili i tentativi di soccorso.
SVIZZERA
15 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile