Tipress (archivio)
SVIZZERA
07.03.21 - 08:020
Aggiornamento : 11:24

Un freno alle infrazioni senza multe né radar?

Un progetto di ricerca avviato dall'USTRA valuta delle misure alternative

Un approccio soft che mira a influenzare il comportamento dei conducenti attraverso alcuni stimoli visivi.

Fonte Schweiz am Wochenende / 20 Minutes
elaborata da Simone Re
Giornalista

BERNA - Un approccio soft per contrastare le infrazioni del codice della strada e garantire una maggiore sicurezza sulla rete stradale. È quanto starebbe valutando l'Ufficio federale delle strade (USTRA) secondo un'anticipazione pubblicata da parte della "Schweiz am Wochenende".

Il progetto prevede di valutare una serie di nuove misure, diverse da quelle di carattere più repressivo (i radar e le multe) e preventivo (le campagne di sensibilizzazione), che da sole non riescono a rendere le strade del tutto sicure.

Il principio cardine del progetto di ricerca, finanziato dall'USTRA con circa 200'000 franchi, sarebbe quello di influenzare il comportamento dei conducenti tramite alcuni stimoli indiretti. Sarà l'alba di una rivoluzione stradale per la Svizzera? «Lo scopo è sempre quello di garantire e migliorare la sicurezza stradale», ha detto un portavoce dell'Ufficio federale.

Quali alternative?
Tuttavia, al momento non è ancora noto quali potrebbero essere queste misure alternative a quelle attualmente in vigore. Gettando uno sguardo oltre i confini però gli esempi non mancano: si va dalle carreggiate dipinte di colori diversi per mantenere alta l'attenzione di chi si trova al volante, come nel caso della città di Chongqing in Cina, alle linee dipinte sull'asfalto che si fanno sempre più frequenti con l'approssimarsi di un incrocio.

Indipendentemente da quelli che saranno però i risultati del progetto, l'entrata in vigore di eventuali nuove misure, lo ricordiamo, dipenderà dalla volontà della politica.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lore61 1 mese fa su tio
E vorrebbero fare a meno di "cassa sicura" che mantiene in piedi tutto il sistema di repressione applicato al popolo?? Non ci crederò mai.... 😳😂
Capra 1 mese fa su tio
Inutile
87 1 mese fa su tio
Una proposta potrebbe prendere spunto da Stoccolma: radar lotteria. Una volta l'anno dare il 50% degli incassi dei radar del cantone agli automobilisti più diligenti, che negli ultimi 3 anni non hanno preso sanzioni di alcun genere. Tra i sorteggiabili solo le targhe di persone fisiche, che sono passati da almeno un apparecchio del cantone.
Tato50 1 mese fa su tio
Oh mama, vanno a prendere l'esempio in Cina dove e ti beccano a scrivere sull'asfalto ti fai vent'anni ;-(( Per i daltonici cosa inventerete ? Disneyland ??????
seo56 1 mese fa su tio
Ogni tanto anche una qualche iniziativa sensata 👍🏼
la garita 1 mese fa su tio
Poveri noi ne hanno ancora di soldi da spendere.... Percorri l'autostrada da Airolo a Biasca e poi vedrai che linee... ci sono , già ora ne vedi di tutti i colori, velocità da 60, 80, 100 e un km di 120. Che tortura cantieri che non finiscono maiiiiii da anni ! Un esempio è il cantiere al "ponte sordo" tra Airolo e Piotta, é anni che si lavora, con chissà che costi per lo Stato, o noi cittadini. Speriamo che inventino presto un altra tassa altro che quella del CO2... ne vedremo presto delle belle, buon viaggio.
Donatofiorella 1 mese fa su tio
Bellissima idea....
DavideC 1 mese fa su tio
È il 1. aprile?
Ro 1 mese fa su tio
Con tutti questi “ speedy “ sulle strade e sui passi ? Idea geniale veramente. Si spendono milioni per la sicurezza si fanno contravvenzioni ma alla fine la situazione peggiore sempre più. Vate come volete ma con la vita della gente non si gioca, egregi.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
57 min
Vertice Putin-Biden, anche la Svizzera sarebbe in lizza
Non si sa ancora quando si terrà ma è già un evento storico, Berna non si sbottona ma...
FOTO
SCIAFFUSA
2 ore
No mask in piazza a Sciaffusa
Quasi mille persone si sono riunite per manifestare contro le misure anti-Covid
BERNA
2 ore
Incendio in casa: mamma e cinque bimbi in ospedale
Intervento dei pompieri ieri sra a Pieterlen
SVIZZERA
2 ore
Vaccini e ritardi, la crisi «va gestita da qualcun altro»
Il canton Berna lancia un'esortazione pubblica alla Confederazione. E chiede di esautorare l'Ufsp
ZURIGO
5 ore
La polizia sgombera un party privato con 40 invitati
L'operazione nel cuore della notte a Zurigo. Tutti multati, e denunciati gli organizzatori
SVIZZERA
6 ore
«Bisogna vietare ai circhi di tenere animali selvatici in gabbia»
La richiesta di diverse associazioni animaliste in occasione della giornata nazionale del circo
ZURIGO
7 ore
Decolla per Johannesburg ma dopo due ore riatterra a Zurigo
Problemi tecnici ieri notte per un Airbus che ha volato in tondo sopra alla città prima di tornare sulla pista
SAN GALLO
8 ore
Svolta, ma non vede un ragazzino sui pattini
È successo ieri sera a Grabs (SG), l'11enne è rimasto ferito ed è stato portato via in ambulanza
GRIGIONI
17 ore
Festeggiamenti senza distanze in una scuola grigionese
L'evento con 200-300 allievi ha avuto luogo venerdì mattina nell'aula magna di un istituto di Coira
SVIZZERA
17 ore
Cassis ha messo gli occhi sul vertice Biden-Putin
Il ministro vorrebbe organizzare in Svizzera il possibile incontro tra il presidente americano e quello russo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile