keystone
ZURIGO
04.03.21 - 08:020

La popolazione sostiene le misure del Consiglio federale

In alcuni casi, addirittura, avrebbe decretato misure più severe.

Il Consiglio Nazionale, che chiede la riapertura dei ristoranti e delle strutture ricreative tra poco meno di tre settimane, non ha l'appoggio della maggioranza degli svizzeri.

ZURIGO - La popolazione svizzera sostiene le misure contro il coronavirus adottate dal Consiglio federale, secondo il politologo Michael Hermann. La posizione del governo federale riflette bene quella della popolazione, ha detto ai giornali del gruppo Tamedia.

In alcuni casi, la popolazione avrebbe decretato misure ancora più severe del Consiglio federale, ha detto Hermann. Sulla base del monitoraggio che svolge per la radiotelevisione svizzerotedesca SRF, aggiunge che è sorprendente constatare quanto la popolazione sia ben informata sulle misure per contenere la pandemia.

Conformemente alle circostanze i cittadini hanno una visione differenziata delle misure, ha precisato. In passato, per esempio, la maggioranza si era espressa contro la chiusura dei negozi. Allo stesso tempo, però, la popolazione ha votato a favore della chiusura dei ristoranti a causa del rischio di infezione.

In autunno, gli svizzeri hanno potuto osservare cosa succede se le misure di protezione non sono sufficienti. Il virus continua a diffondersi e il numero di infezioni aumenta.

Il direttore del centro di ricerca Sotomo aggiunge che il Consiglio Nazionale, che chiede la riapertura dei ristoranti e delle strutture ricreative tra poco meno di tre settimane, non ha l'appoggio della maggioranza della popolazione.

Il monitoraggio "Covid Norms" dell'Università di Zurigo mostra anche che la linea del Consiglio federale ha il sostegno della popolazione. I sondaggi indicano che la popolazione è favorevole alle regole di distanziamento sociale e all'obbligo di indossare mascherine, anche se il numero di casi è in calo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 6 mesi fa su tio
Subisce, non sostiene
Volpino. 6 mesi fa su tio
Va anche precisato che l'UFSP ha svolto direttamente dei sondaggi nella popolazione al di là della radiotelevisione svizzerotedesca SRF.
Lore61 6 mesi fa su tio
l'avevo detto io che al popolo Svizzero piace la fustigazione, infatti alla maggioranza più li bastoni e più sono contenti! Allora avanti così ancora più forte...XD
Nikko 6 mesi fa su tio
@Lore61 Io le bastonate non le ho viste né subite... forse qualcuno dovrebbe andare a vedere in quelle nazioni dove il popolo viene bastonato davvero e sempre 😧
Lore61 6 mesi fa su tio
@Nikko Non preoccuparti, di questo passo ci arriviamo, siamo sulla buona strada...😂 Sai per i giovani questo andazzo può sembrare normale, infatti non si accorgono che pezzo dopo pezzo, gli stanno togliendo tutte le libertà che avevamo noi!
Nikko 6 mesi fa su tio
Purtroppo già in autunno, proprio come adesso, UDC, Liberali e Conservatori (lobby economiche) del Consiglio Nazionale hanno fatto di tutto per opporsi alle decisioni del Consiglio Federale, più preoccupato per la SALUTE dei cittadini...
Nikko 6 mesi fa su tio
Io sono uno di quelli che avrebbero preferito misure più severe già in autunno.
gianmarco 6 mesi fa su tio
che la popolazione sia d'accordo sulle attuali misure di restrizione, posto sia vero, il che e' assai dubbio, e' assolutamente irrilevante. scommetto che se la popolazione fosse a favore di ridurre il prezzo della birra a 5 rappen al litro o aumentare i limiti di velocita' in autostrada a 180kmh, questo verrebbe totalmente ignorato. il parere della popolazione, a quanto pare, conta solo se e' lo stesso del governo federale. queste restrizioni, oltre che di dubbia costituzionalita', sono ingiuste in quanto infrangono una moltitudine di liberta' individuali. un governo non dovrebbe avere il potere di decidere se posso aprire il >mio< ristorante o meno. inoltre, la base scientifica per queste restrizioni e' inesistente. e' solo teatro, per farsi belli coi colleghi degli altri governi. guardate come siamo bravi a sottomettere i nostri sudditi. i lockdown non solo sono inutili, sono controproducenti sotto ogni punto di vista. pero i cantoni si stiano rendendo conto che errore sia stato dare tutto questo potere al governo federale.
seo56 6 mesi fa su tio
Concordo, molto più restrittive
ceresade36@gmail.com 6 mesi fa su tio
Nesunno ieri cerano degli asembramenti in centro Facevano aperitivo e senza la macarina Che vergogna 😡😤
Thomseb 6 mesi fa su tio
È constatato che il virus non si diffonde di più nei ristoranti
seo56 6 mesi fa su tio
@Thomseb Ma va!! É uno dei vettori primari
Gio58 6 mesi fa su tio
Che bell'articolo autocelebrativo!! Il politologo deve aver ricevuto il testo direttamente dal Consiglio Federale!!
marco17 6 mesi fa su tio
@Gio58 Già magari dal dittatore Berset in persona. Magari credi anche che la Terra sia piatta e che i bambini li porta la cicogna!
Ro 6 mesi fa su tio
Stare con il governo federale significa dare indirettamente un aiuto morale di non poco conto, visto che la situazione non è di facile soluzione. Tutti vogliamo le riaperture ma non è possibile fino a quanto non c’è almeno la metà della popolazione vaccinata, anche con una sola dose. Sicuramente coloro che devono stare chiusi hanno le loro ragioni ma con queste attuali chiusure l’estate è probabilmente salva come l’autunno. Almeno questo c’è lo dobbiamo augurare tutti, sempre che la gente si faccia vaccinare. La vedo così, giusto o sbagliato che sia.
lollo68 6 mesi fa su tio
@Ro Se la metà della popolazione dovrebbe essere vaccinata vuol dire che metà della popolazione è a rischio di finire in cure intense. Tutte queste restrizioni sono dovute al fatto che gli ospedali non hanno abbastanza posti nelle cure intense! Il governo ha fatto il copia-incolla dagli altri paesi, ma sempre in ritardo! Sono per la riapertura: chi si sente a rischio e non è ancora vaccinato eviti i posti pubblici.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«Se la consegna avviene in ritardo, ci tagliano lo stipendio»
Il delivery va forte, soprattutto con la pandemia. Ma un corriere Smood vuota il sacco: «Pessime condizioni di lavoro»
SVIZZERA / FRANCIA
3 ore
Omicidio di una prostituta a Sullens, condanna aumentata a 30 anni
Il killer è un ex lavoratore frontaliere francese
SVIZZERA
6 ore
Certificati internazionali per i vaccinati, il plauso di HotellerieSuisse
L'associazione chiede che si prosegua con la politica dei test gratuiti
SVIZZERA
6 ore
Un documento falso per aggirare l'obbligo di certificato Covid
Al momento su Telegram c'è un florido mercato di attestati falsi. Ma chi viene scoperto, è punibile
SVIZZERA
7 ore
In piazza per la giustizia climatica anche in Svizzera
Migliaia di giovani hanno partecipato alle manifestazioni di Fridays For Future
ZUGO
9 ore
Rifiuti in fiamme a causa delle batterie ricaricabili
L'incendio si è verificato a bordo di un camion della spazzatura a Zugo
SVIZZERA
10 ore
Vaccinazione: 10 milioni di dosi, 7'571 casi con effetti collaterali
Swissmedic ribadisce che le notifiche sinora analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei preparati
SVIZZERA
10 ore
Test Covid: esito negativo per molti
Chi chiedeva tamponi gratuiti per tutti è rimasto deluso, ma anche chi li voleva a pagamento non è soddisfatto.
SVIZZERA
12 ore
Paesi a rischio, anche Albania e Serbia sulla lista nera
Dentro anche Armenia, Azerbaigian, Brunei e Giappone. Fuori invece l'Uruguay.
SVIZZERA
12 ore
Test gratuiti solo per chi attende la seconda dose
Questa è la proposta emersa dall'odierna seduta di Consiglio federale che verrà ora messa in consultazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile