Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
02.03.21 - 13:550

Casi di rigore: la partecipazione della Confederazione resta al 70%

La Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati non vuole innalzarla all'80%

BERNA - In merito ai casi di rigore, la commissione delle finanze del Consiglio degli Stati (CdF-S) non vuole innalzare la partecipazione finanziaria della Confederazione ai costi dall'attuale 70% all'80%. Proposti invece 50 milioni di franchi supplementari allo sport giovanile pesantemente colpito dalla pandemia.

In merito ai casi difficili, una richiesta di maggiori fondi da parte di Berna, si legge in una nota odierna dei servizi parlamentari, era stata formulata dalla Commissione dell'economia e dei tributi degli Stati (CET-S) durante la discussione sulla prima aggiunta al preventivo 2021, dossier che verrà discusso questa sessione primaverile delle camere federali.

La CET-S propone di aumentare del 10% la quota a carico della Confederazione dei costi dei provvedimenti per i casi di rigore a sostegno delle imprese con un fatturato fino a 5 milioni di franchi, in difficoltà a causa del coronavirus. Per finanziare questa proposta bisognerebbe accantonare 600 milioni supplementari rispetto alla proposta del Consiglio federale. Ma con 10 voti a 1, la CdF-S non ne vuole sapere.

La commissione delle finanze crede infatti che i sacrifici fatti da Confederazione e Cantoni per finanziare la gestione della crisi debbano essere in un certo modo simmetrici. Secondo le prime stime pare che la Confederazione abbia finora elargito dieci volte più fondi e la situazione rimarrà invariata in un prossimo futuro. Inoltre, in base alla recente convenzione sulla distribuzione dell'utile conclusa con la Banca nazionale, i Cantoni riceveranno utili inaspettati nettamente maggiori.

Con 6 voti a 5 e 1 astensione la CdS-S ha tuttavia deciso di prevedere ulteriori 50 milioni a favore dello sport giovanile e popolare. Ciò dovrebbe consentire di finanziare in modo duraturo il pacchetto di stabilizzazione a favore delle associazioni sportive, pesantemente colpite dagli attuali provvedimenti di lotta alla pandemia, precisa il comunicato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
22 min
La violenza contro il personale ospedaliero è in costante aumento
Gli ospedali di tutta la Svizzera segnalano aggressioni da parte dei pazienti
SOLETTA
9 ore
Minacce con pistola su Tiktok, 23enne in arresto
In un live streaming il giovane ha minacciato di sparare a se stesso o ad altri.
SVIZZERA/FRANCIA
13 ore
Svizzero muore di ipotermia nell'indifferenza dei passanti
Il fotografo René Robert è caduto a terra nel cuore di Parigi, ma nessuno, per nove ore, l'ha aiutato.
ZURIGO
15 ore
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
SVIZZERA
16 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
16 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
16 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SAN GALLO
19 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
20 ore
Il Vallese toglie l'obbligo di mascherina a scuola
Si parte dalle elementari, seguiranno gli studenti delle medie. Altri annunci sono attesi «nelle prossime ore o giorni»
SVIZZERA
22 ore
Simboli nazisti: «La leggerezza si è diffusa»
I consiglieri nazionali del PS e del centro chiedono il divieto di simboli come la svastica e il saluto nazista.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile