Archivio Keystone
Attualità
28.02.21 - 09:330

«La Svizzera ha perso molto prestigio internazionale»

Lo dice l'ex presidente BNS Philipp Hildebrand, che invita la Confederazione a elaborare un piano d'azione

BERNA - Negli ultimi anni la Svizzera ha perso importanza sulla scena internazionale rispetto ad altri paesi: la Confederazione non ha «gli strumenti necessari per brillare in un mondo più complesso», secondo l'ex presidente della Banca nazionale (BNS) Philipp Hildebrand, intervistato dal settimanale NZZ am Sonntag.

La formazione dei «blocchi» e lo straordinario sviluppo dell'Asia negli ultimi vent'anni, compreso Singapore, hanno contribuito a questo cambiamento, precisa Hildebrand.

I giorni in cui la Svizzera poteva contare sui suoi buoni uffici sono finiti, osserva: «Oggi, anche altri paesi offrono tali servizi. Non è più una caratteristica puramente elvetica».

Hildebrand invita quindi la Svizzera ad affrontare con urgenza la questione di come il paese sarà ancora in grado di proteggere i suoi interessi nel 2040. «Ciò è di importanza strategica. I paesi dell'UE hanno un grande vantaggio in questo senso, perché agiscono a livello internazionale come una comunità, rileva l'ex banchiere centrale.

«Ma non faremo parte dell'UE per questa generazione», nota Hildebrand, attualmente vicepresidente della società americana di gestione degli investimenti BlackRock. In apparenza, tutti si dicono amici della Svizzera, ma alla fine sono solo gli interessi nazionali che contano.

Singapore, un modello - Per lui, la Confederazione deve dapprima ammettere di avere un problema, poi deve elaborare un piano di azione, puntando soprattutto sulla diplomazia finanziaria, data la sua ricchezza.

L'esempio è quello di Singapore: la città-stato mostra come un piccolo paese possa esercitare un'enorme influenza attraverso il suo potere finanziario, aggiunge Hildebrand. «Abbiamo bisogno di un piano strategico a lungo termine simile a quello di Singapore». Questo includerebbe anche la considerazione di un fondo sovrano.

Philipp Hildebrand era in corsa per il posto di segretario generale dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), ma ha ritirato la sua candidatura giovedì, adducendo una mancanza di sostegno da parte dei membri dell'organizzazione, in particolare dall'Europa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Ombudsman SRG SSR sommerso dalle lamentele
Nel 2020 ne ha ricevute oltre mille. Una cifra record da ricondurre alle segnalazioni legate al tema Covid
BERNA 
9 ore
Numerosi Cantoni vaccinano dai 65 anni
Ci sono anche i più virtuosi, ma pure chi ha poche richieste e chi va a rilento.
SVIZZERA
9 ore
«Viaggio in treno e con l'auto elettrica»
La pandemia è ancora sotto la luce dei riflettori. Ma la crisi climatica non è finita, ricorda Simonetta Sommaruga
VALLESE
9 ore
Ubriaco, costringe il treno a fermarsi e sale
L'uomo lavora per il produttore di vaccini Moderna.
SVIZZERA
13 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
13 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
13 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
SVIZZERA
14 ore
Col covid gli adolescenti hanno riscoperto la TV
Per il 61% di loro la "vecchia" televisione è stata fra le principali fonti d'informazione.
FOTO
SVIZZERA
14 ore
Due monete svizzere nel Guinness dei primati
La Zecca federale Swissmint ha portato a casa due record mondiali per la numismatica.
ZURIGO
15 ore
Non tutti i medici di famiglia vogliono vaccinare, si rischiano ritardi
Pesa, da una parte, la retribuzione forfettaria garantita a ogni dose somministrata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile