keystone (archivio)
BERNA
26.02.21 - 10:270

Niente più fuochi d'artificio nel centro storico della città

Mancano le distanze di sicurezza e il fatto che negli ultimi anni non sia successo nulla ha «del miracoloso»

L'UDC si era opposta alla misura, ritenendola eccessiva.

BERNA - Nel centro storico della città di Berna in futuro non si potrà più accendere fuochi d'artificio. Con 59 voti a 11, il Consiglio comunale ieri sera ha modificato di conseguenza il regolamento in materia, dando seguito alla proposta del municipio.

Quest'ultimo aveva fatto notare che le distanze di sicurezza per persone, edifici e materiali combustibili non possono essere mantenute nell'area storica. Negli ultimi anni si sono verificate a più riprese situazioni scabrose e il fatto che non sia successo nulla di grave finora rasenta il miracolo, secondo l'esecutivo.

L'UDC si era opposta alla misura, ritenendola eccessiva: ad esempio, non si dovrebbe "criminalizzare" un padre di famiglia che accende un piccolo vulcano in occasione di una festa.

Ma il consiglio comunale non ne ha voluto saperne di un allentamento del divieto. La maggioranza ha però anche respinto una richiesta dei Verdi liberali che voleva estendere la proibizione a tutta l'area della città.

Tale divieto di uso di oggetti pirotecnici nel centro storico è in discussione da anni. Nel 2014 la proposta era fallita di poco in Consiglio comunale.

Non è ancora completamente certo che ora sia stata pronunciata l'ultima parola, poiché sono in sospeso minacce di un referendum.

In precedenza già altre città hanno proibito i fuochi d'artificio. Thun (BE), per esempio, lo ha fatto nel 2002 per la città vecchia.

Anche all'estero diverse città in Germania, Austria e Italia hanno introdotto divieti simili per proteggere i loro centri storici.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
2 ore
Riaprono le terrazze, ma non solo
Da lunedì saranno di nuovo consentite manifestazioni in presenza di pubblico.
URI
3 ore
Inversione di marcia sull'A2 per entrare nel tunnel del San Gottardo (che però era chiuso)
Il conducente protagonista della manovra è stato fermato poche centinaia di metri dopo che era entrato dal portale nord
SVIZZERA
4 ore
Volare Swiss col Travel Pass per il test Covid
La compagnia introduce l'app sperimentale sul collegamento Zurigo-Heathrow
Attualità
4 ore
La campagna vaccinale vodese cambia marcia
Nel cantone romando ora anche i 50enne potranno annunciarsi per un appuntamento.
SVIZZERA
5 ore
In Svizzera 2'601 nuovi casi e 14 decessi
In discesa il tasso di positività, oggi al 7%. Si registrano inoltre altre 89 ospitalizzazioni.
ZUGO
6 ore
Fuori strada sulla A4, è grave
La donna alla guida, stando all'alcol test, era ubriaca
BERNA
7 ore
I politici spingono per gli allentamenti e il CoronaPass
I leader di partito chiedono di guardare al modello danese e creare rapidamente il passaporto vaccinale.
SAN GALLO
7 ore
Ferma l'auto per un controllo, doganiere trascinato per diversi metri
Il 57enne impiegato dell'AFD ha subito gravi ferite alla testa
SVIZZERA
10 ore
Berna riaprirà le terrazze?
L'UFSP ha detto che 4 criteri su 5 non sono ossequiati. Ma è una decisione «anche politica». Conferenza stampa alle 16.30
SVIZZERA
11 ore
«I bilaterali sono ancora attuali e hanno un futuro»
Il presidente dell'Unione sindacale svizzera dubita che l'Ue voglia innescare un'escalation in merito all'accordo quadro
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile