Tamedia
ARGOVIA
24.02.21 - 15:330

I vaccinati nel mirino dei truffatori

Nel Canton Argovia ignoti hanno contattato persone vaccinate chiedendo loro una donazione

AARAU - Telefonate fatte da call center a persone vaccinate contro il Covid per chiedere loro di fare donazioni. Contro questi tentativi di truffa, segnalati nel canton Argovia, l'ufficio del procuratore generale ha sporto una denuncia contro ignoti. Le autorità argoviesi invitano inoltre la popolazione a rimanere vigile e a segnalare tutte le chiamate sospette alla polizia cantonale.

Stando a una nota del Dipartimento cantonale della sanità e della socialità, sono finora noti otto casi di chiamate fraudolente. Tutte le telefonate provenivano da call center ed erano dirette a persone che sono state vaccinate nel canton Argovia.

Fingendosi ad esempio impiegati dei servizi Spitex, le persone al telefono hanno chiesto ai loro interlocutori di fare donazioni per finanziare la vaccinazione di persone più giovani.

Tutte le persone contattate sono state vaccinate in un unico centro di vaccinazione e in un periodo circoscritto. Nel centro in questione, tutti i dati sono stati nel frattempo bloccati e sono state prese misure di sicurezza aggiuntive, assicura il Dipartimento nella nota.

Ancora non è stato chiarito come i presunti truffatori siano entrati in possesso di quei dati, ma le autorità presumono che ci sia stato un furto di dati dall'esterno attraverso il software usato per le vaccinazioni.

Al momento non sono noti altri casi simili in Argovia o in altri cantoni, si legge ancora nella nota. Le verifiche effettuate in collaborazione con il fornitore del software permettono peraltro di assicurare che la registrazione online di chi si vuol fare vaccinare rimane sicura.

Offerte dosi del vaccino AstraZeneca - Il Dipartimento argoviese della sanità precisa inoltre di avere sporto oggi un'altra denuncia, dopo che un dipendente del cantone ha ricevuto via e-mail un'offerta per la fornitura di 20 milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca, non ancora omologato in Svizzera.

La Confederazione è l'unica responsabile dell'acquisto del vaccino e Swissmedic della sua approvazione, sottolinea il Dipartimento argoviese nella nota.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
1 ora
Gli uomini guardano più porno, con conseguenze
Durante la pandemia, il consumo eccessivo di pornografia in rete è aumentato notevolmente.
ZURIGO
1 ora
Con sei chili di cocaina in auto, arrestato "turista" olandese
La droga, dal valore di circa mezzo milione di franchi, era stata accuratamente nascosta.
BERNA
3 ore
Migliaia di test PCR scaduti, erano stati acquistati per eventuali emergenze
Costo per la Confederazione? Circa 14 milioni di franchi
SVIZZERA
4 ore
Marco Chiesa attacca i consiglieri federali "disorientati" del PLR
Il ticinese denuncia i «continui patti con la sinistra» di un partito «che non rappresenta alcuna posizione borghese».
FOTO
GRIGIONI
5 ore
In fiamme un capannone, danni per oltre un milione
Diverse squadre di pompieri si sono recate sul posto. Non dovrebbero esserci feriti.
ZURIGO
6 ore
Bambini e adolescenti, più che raddoppiati i tentativi di suicidio
Lo psicologo Markus Landolt sostiene che la causa principale è da ricondurre al coronavirus.
SVIZZERA
6 ore
Accordo quadro: Cassis presto a Bruxelles con Parmelin
«Nessun altro consigliere federale conosce il dossier come lo conosco io», ha sottolineato il ticinese.
SVIZZERA
17 ore
Roche: i test fai da te sono già esauriti
Tuttavia, da settimana prossima le consegne dovrebbero riprendere a pieno ritmo
URI
22 ore
In circa 500 alla manifestazione annullata
Un gruppetto di irriducibili è stato accerchiato e si è dovuto far ricorso a gas lacrimogeni.
BASILEA 
23 ore
La polizia insegue i delinquenti, ferita una ciclista
Fuga rocambolesca nel centro di Basilea. Diverse le infrazioni commesse.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile