Anjulies (20min)
+2
ZURIGO
24.02.21 - 08:020
Aggiornamento : 09:29

«Ciò che era normale un anno fa ora è vietato»

Il primo caso di coronavirus in Svizzera è stato confermato il 25 febbraio del 2020.

I sei momenti migliori e peggiori di altrettanti svizzeri nell'anno della pandemia.

ZURIGO - Il 25 febbraio 2020 è stato ufficialmente confermato in Ticino il primo caso di Covid-19 in Svizzera. Sappiamo tutti cosa è seguito dopo: un lockdown senza precedenti, aperture, una seconda ondata e un'altra chiusura.

Qui di seguito i momenti migliori e peggiori di un gruppo di lettori di 20 Minuten, nell'anno appena trascorso.

«La polizia ci ha fermato per qualcosa che un anno fa era legale»


Anjulies (20min)

Il momento peggiore di Anjulie (16):

«Una sera eravamo fuori con gli amici. Eravamo 10 persone, ma in due macchine. Tenevamo le distanze. Quindi in realtà eravamo due gruppi da cinque, il che va bene. Ma la polizia ci ha fermato lo stesso e ha preso i nostri dati personali. È stata un'esperienza molto negativa. Siamo stati redarguiti per qualcosa che era del tutto normale un anno fa, ovvero uscire con gli amici».

Il momento migliore di Anjulie:

«Potrebbe essere una cosa da poco, ma sono riuscita ad andare in vacanza in Grecia lo scorso autunno. In un anno come il 2020, questo ha significato molto per me. Ero al caldo, sulla spiaggia. È stato come prendere una pausa dalla pandemia, ho potuto respirare di nuovo».

«Il mio agente ha chiamato e ha cancellato tutte le apparizioni. Ero devastato»


Igor (20min)

Il momento peggiore di Igor (28):

«Sono un artista e performer in Germania. L'anno sembrava incredibilmente promettente, avremmo suonato in molti festival durante l'estate. Quando è arrivata la chiamata del nostro agente che spiegava come tutto, tranne tre piccole apparizioni, sarebbe stato cancellato, è stato uno shock. Ho dovuto sedermi. Da allora mi accompagnano paure esistenziali».

Il momento più bello di Igor:

«Per l'estate era prevista una performance con il mio collettivo. Sarebbe stata una grande occasione. Ci saremmo esibiti in diversi posti in un parco. Senza ulteriori indugi, la performance è stata registrata in un altro luogo. Il pubblico poteva quindi entrare nel parco e visitare i rispettivi luoghi in cui si sarebbe tenuto lo spettacolo. Lì, hanno guardato la performance sui propri telefoni cellulari. Quindi, anche se "virtualmente", ci siamo esibiti. È stato bello che lo spettacolo potesse svolgersi, anche se in modo diverso dal previsto».

«Non sapevo più se potevo volare a casa»


Tiziana (20min)

Il miglior momento di Tiziana (18):

«In estate tutta la situazione era molto incerta. Per molto tempo non è stato chiaro se avremmo potuto viaggiare in Italia o se la Svizzera sarebbe stata inserita nella lista di quarantena e viceversa. Quando finalmente siamo partiti ho tirato un sospiro di sollievo. Sono stata molto sollevata perché mia nonna vive in Italia e non era chiaro quando avrei potuto vederla la prossima volta. Sono stata felicissima quando siamo arrivati a casa sua».

Il momento peggiore di Tiziana:

«Ero in un campo di allenamento con la mia squadra di calcio a Valencia, dopo lo stop dell'anno scorso, quando il governo spagnolo ha annunciato il blocco. L'intera situazione era terribile. All'inizio non sapevamo nemmeno se saremmo tornati a casa, inoltre il lockdown in Spagna è stato molto più duro del nostro. Tra l'altro c'era il coprifuoco. Ho potuto tirare un sospiro di sollievo solo una volta salita sull'aereo».

«Non ho potuto vedere la sua faccia a causa della maschera»


Mariangela (20min)

Il momento più bello di Mariangela (34):

«In primavera mio marito è stato improvvisamente più a casa. Questo ha cambiato molto e in meglio la nostra relazione. Avevamo più tempo come famiglia, ma anche l'uno per l'altro. In questo periodo abbiamo parlato molto di noi stessi e della nostra relazione. Quelle sono state settimane molto belle, in cui ci siamo praticamente conosciuti di nuovo e in un modo diverso».

Il momento peggiore di Mariangela:

«È stato molto difficile per me quando è arrivato l'obbligo della mascherina. Avevo un appuntamento con il medico e, seduta davanti a lui, non riuscivo a vederlo in faccia. Per me è molto difficile non vedere più i volti delle persone, soprattutto quando vuoi parlare con loro di qualcosa di personale. Confrontarsi a volto coperto ti allontana dai tuoi simili».

«Oggi ho molti più contatti con mia sorella»


Nick (20min)

Il miglior momento di Nick (20):

«Vivo ancora con i miei genitori. All'inizio della pandemia, mia sorella è tornata a casa. Passiamo molto più tempo insieme ora rispetto a prima. Penso che sia bello, perché mangiamo e parliamo insieme, ora abbiamo un miglior rapporto. Ci comprendiamo meglio e riusciamo a fare di più insieme».

Il momento peggiore di Nick:

«Nel 2020 ho concluso il mio apprendistato come specialista dei media. Ricordo esattamente quando fu annunciato che non si sarebbe tenuto l'esame di apprendistato finale. È stato negativo in quanto era chiaro quali sarebbero stati gli effetti che la pandemia avrebbe avuto sulle nostre vite. Era palese anche che, dopo quattro anni di apprendistato, non ci sarebbe stata la cerimonia di laurea. Tutto si è concluso così, d'improvviso, senza che potessi festeggiare con i miei amici».

«Ho conosciuto il mio amore durante la pandemia»


Selina (20min)

Il momento più bello di Selina (27):

«Nel 2020 ho incontrato il mio attuale ragazzo, era il nuovo batterista della mia band. Ci siamo conosciuti di persona, per la prima volta, a maggio. Vive a Monaco, e poiché le frontiere sono state chiuse, ha potuto entrare in Svizzera solo poco prima dell'estate. Siamo stati compagni di band per un po', poi in estate è scoppiato l'amore».

Il momento peggiore di Selina (27):

«Per me, il Natale di quest'anno è stato terribile. Ho una grande famiglia, siamo sette fratelli. Quindi abbiamo deciso di rimandare la celebrazione a questa estate. Il lavoro mi ha anche messo a dura prova: di solito sono in sala operatoria, ma durante la prima ondata in primavera e la seconda ondata in inverno sono stata più attiva nel reparto di terapia intensiva. Il lavoro in ospedale durante la pandemia ha travolto tutto il personale sanitario in modo estremamente negativo».

Igor (20min)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 mese fa su tio
Al peggio non c'è fine (non sono vuole che finisca).
Tato50 1 mese fa su tio
Eravamo 10 persone ma con due macchine e ci hanno fermato malgrado la distanza c'era !!!!!!!!!! Tesoro, vedi di farti vaccinare subito e farti vedere da uno bravo, perché se i miei conti sono giusti eravate in 5 per auto. O era due Bus ? ;-((
Alessandro 69 1 mese fa su tio
Se tutte le persone imparassero la costituzione il cinema finisce
Tato50 1 mese fa su tio
@Alessandro 69 La prima che scrive, forse è meglio che dia una ripassata alla matematica, per la Costituzione c'è tempo. 10 persone su due auto e c'era la distanza ???????
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Riaprono le terrazze, ma non solo
Da lunedì saranno di nuovo consentite manifestazioni in presenza di pubblico.
URI
1 ora
Inversione di marcia sull'A2 per entrare nel tunnel del San Gottardo (che però era chiuso)
Il conducente protagonista della manovra è stato fermato poche centinaia di metri dopo che era entrato dal portale nord
SVIZZERA
2 ore
Volare Swiss col Travel Pass per il test Covid
La compagnia introduce l'app sperimentale sul collegamento Zurigo-Heathrow
Attualità
3 ore
La campagna vaccinale vodese cambia marcia
Nel cantone romando ora anche i 50enne potranno annunciarsi per un appuntamento.
SVIZZERA
4 ore
In Svizzera 2'601 nuovi casi e 14 decessi
In discesa il tasso di positività, oggi al 7%. Si registrano inoltre altre 89 ospitalizzazioni.
ZUGO
5 ore
Fuori strada sulla A4, è grave
La donna alla guida, stando all'alcol test, era ubriaca
BERNA
5 ore
I politici spingono per gli allentamenti e il CoronaPass
I leader di partito chiedono di guardare al modello danese e creare rapidamente il passaporto vaccinale.
SAN GALLO
6 ore
Ferma l'auto per un controllo, doganiere trascinato per diversi metri
Il 57enne impiegato dell'AFD ha subito gravi ferite alla testa
SVIZZERA
9 ore
Berna riaprirà le terrazze?
L'UFSP ha detto che 4 criteri su 5 non sono ossequiati. Ma è una decisione «anche politica». Conferenza stampa alle 16.30
SVIZZERA
10 ore
«I bilaterali sono ancora attuali e hanno un futuro»
Il presidente dell'Unione sindacale svizzera dubita che l'Ue voglia innescare un'escalation in merito all'accordo quadro
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile