Keystone
SVIZZERA
18.02.21 - 08:020
Aggiornamento : 10:20

«L'estensione delle misure darà il colpo di grazia ai centri fitness»

Gli sport al chiuso non riceveranno l'ok per la riapertura almeno fino ad aprile, secondo il Consiglio federale.

Gli addetti ai lavori non ci stanno: «Questo è il periodo dove le palestre fanno più affari».

ZURIGO - Una delle categorie non toccate dalle riaperture di marzo sono i centri fitness. Mentre i campi da tennis o da calcio potranno tornare ad accogliere gli sportivi, per le palestre la chiusura si protrarrà almeno fino ad aprile. Il Consiglio federale autorizzerà nuovamente lo sport indoor solamente se la situazione epidemiologica di allora lo consentirà. 

«Molti dei miei colleghi speravano di poter riaprire presto i centri fitness. Ma l'estensione delle misure di contenimento della pandemia per molti sarà la mazzata finale» afferma Claude Ammann, presidente dell'Associazione svizzera di fitness. «I lavoratori che hanno sviluppato la loro attività negli anni sono ora portati al fallimento dal Consiglio federale». 

La situazione delle palestre è aggravata anche dal fatto che in molti cantoni i fondi che dovrebbero aiutare chi si trova in difficoltà non sono ancora stati pagati, o solo parzialmente, prosegue Ammann. «Se i contributi non arriveranno presto, molti di noi non potranno riaprire ad aprile. Finora la maggior parte delle società non ha visto un solo franco». 

Tunç Karapalanci, titolare della società “well come Fit”, che gestisce centri fitness nei cantoni di Zurigo, San Gallo, Turgovia e Glarona, conferma che alcuni cantoni non erogano l'aiuto concordato, nonostante i requisiti federali. «Mentre a Zurigo i pagamenti per chi è in difficoltà sono semplici, Glarona, ad esempio, ne paga solo una parte, e nel canton Turgovia si riceve solo un prestito. Gli aiuti alle PMI promessi dal Consiglio federale sono ancora lontani». 

L'estensione della chiusura almeno fino ad aprile è devastante per i centri fitness, afferma Tunç. Soprattutto perché viene persa la stagione principale delle palestre, che va da gennaio a marzo. «A gennaio i clienti vengono per i loro propositi del nuovo anno. A marzo per avere un bell'aspetto in spiaggia o in piscina in estate», prosegue Tunç. «Questo è il periodo durante il quale generiamo la maggior parte delle nostre entrate. Invece in questa situazione gli affari non riprenderanno fino a settembre». Soprattutto per i piccoli centri fitness e per i loro dipendenti ora è una questione di sopravvivenza. 

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Un funzionario ha falsificato per nove anni dei moduli per gli aiuti statali
Oltre 1 milione di franchi è finito in modo ingiustificato a delle imprese private
LE FOTO
SVIZZERA
12 ore
Fermano il traffico, in nome del clima
Alcuni attivisti del gruppo "Extinction Rebellion" hanno bloccato i veicoli in diverse città elvetiche
SOLETTA
13 ore
Precipita un piccolo aereo, due vittime
Si tratterebbe di un 57enne e di un 49 enne, partiti da Grenchen
SVIZZERA
14 ore
«Gli svizzeri non sono abituati a un forte intervento del Governo»
Secondo il politologo Swen Hutter, è questo il motivo per cui si scende in piazza a protestare
FRIBURGO
14 ore
Sfreccia a 152 km/h sull'80, 19enne nei guai
La patente del giovane - che viaggiava con un mezzo noleggiato - è stata ritirata
IL VIDEO
ARGOVIA
16 ore
Manifestazione ad Aarau: poliziotto colpito con una testata
Ha avuto luogo nel pomeriggio un corteo contro le misure anti-Covid, ma non è stato autorizzato
SVIZZERA
17 ore
«Sì all'Ue, no all'accordo»
È la posizione dei vertici del Partito socialista. Il co-presidente Cédric Wermuth oggi ha lanciato un appello
FOTOGALLERY
ZUGO
18 ore
Festa grande (e feriti) in barba al Covid
Mega-assembramento di tifosi sull'Arenaplatz. Distanziamento, attenzione e mascherine? Nulla.
SVIZZERA
22 ore
Gli svizzeri scalpitano per il vaccino
Sette su dieci vogliono l'iniezione, e solo il 12 per cento sono contrari. La propensione «sta aumentando rapidamente»
SVIZZERA
22 ore
Soldati intossicati: «Si è disposti a tutto per riscaldarsi»
Secondo un ex granatiere, in ambiente militare sarebbe «molto diffuso» ricorrere all’aria calda di scarico del motore.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile