Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
17.02.21 - 08:030
Aggiornamento : 10:19

Il numero dei casi sta diminuendo. Basterà per allentare le misure?

Oggi la decisione del Consiglio federale, sempre più sotto pressione.

Ma gli esperti avvertono: una riapertura troppo rapida causerebbe il rischio di una terza ondata.

BERNA - Sempre più gruppi, enti e associazioni chiedono un allentamento delle misure, aumentando la pressione sul Consiglio federale, che si pronuncerà oggi. Ma il calo del numero dei nuovi positivi è un dato sufficiente per eliminare qualche restrizione? 20 Minuten ha chiesto il parere degli esperti. 

Thomas Steffen, medico cantonale di Basilea Città: «È un ottimo segno che le misure intraprese abbiano portato ad una significativa riduzione del numero di casi. Ma i dati in calo possono essere ingannevoli: il virus è ancora presente, e vediamo che nel mondo se si allentano le misure il numero di casi aumenta rapidamente. E senza un intervento immediato, l'intero sistema sanitario sarà nuovamente sotto pressione. Le vaccinazioni richiedono ancora un po' di tempo, e quindi un'eliminazione immediata delle misure non è realistica, anche se il peso sulle persone è palpabile. Nelle prossime settimane la comunicazione deve essere ottimale: va specificato bene quali sono le fasi da seguire e con quale obiettivo, e perché è stato scelto quel tipo di percorso». 

Beat Lauper, capo del gruppo direttivo per il tracciamento dei contatti di Zurigo: «Nel tracciamento dei contatti registriamo anche il luogo dell'infezione. E più forti sono le restrizioni in vigore, più le persone sanno dove è avvenuto il contagio. Le limitazioni alla mobilità stanno avendo un effetto: i contagi possono essere meglio rintracciati e interrotti in maniera più efficace. Se le misure dovessero essere nuovamente allentate, una maggiore mobilità aumenterebbe l'infezione, e renderebbe più difficile la ricerca dei contatti. C'è il rischio che la pandemia sfugga nuovamente di mano». 

Jan Fehr, capo del dipartimento di "Public & Global Health" all'Uni di Zurigo: «I numeri non sono ancora dove vorremmo che fossero. Ed è difficile valutare le nuove varianti. Tuttavia si può pensare ad un'apertura graduale e attenta. Tutti i passi verso un allentamento devono essere preparati con molta attenzione, seguendo un piano preciso. Si può pensare all'apertura di spazi esterni presso ristoranti o bar, o alla riapertura dei negozi con un contingente rigoroso. Allo stesso modo potrebbero essere riaperte le strutture ricreative e culturali. Ritengo che non sia ancora il momento di abbandonare l'home office. Rimane fondamentale mantenere la mobilità più bassa possibile. Un allentamento è possibile solo se è stato chiaramente definito cosa fare e quando, anche nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare. Con la necessaria prudenza e un rigoroso rispetto delle regole, un'apertura potrebbe essere raggiunta senza andare verso una terza ondata. Dobbiamo imparare dagli errori commessi quest'estate. Una condizione cruciale per l'apertura è un perfetto tracciamento dei contatti. Inoltre devono essere eseguiti test in maniera rigorosa e proseguire con la ricerca delle varianti. Questi sono i requisiti di base». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 min
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
1 ora
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
3 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
4 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
4 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
4 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
4 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
15 ore
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
FOTO
BERNA
16 ore
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
SVIZZERA
16 ore
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile