tipress
BERNA
14.02.21 - 12:070

Sulla buona strada le vaccinazioni nelle case di cura

Circa l'80% degli anziani residenti nelle strutture ha già ricevuto la prima dose.

Ciò dovrebbe già ridurre la mortalità, anche se per aumentare la percentuale di protezione è necessaria una seconda inoculazione.

BERNA - La campagna di vaccinazione nelle case di cura elvetiche è sulla buona strada. Lo sostiene oggi la "SonntagsZeitung", citando l'organizzazione Pro Senectute.

Circa l'80% degli anziani residenti nelle strutture ha già ricevuto la prima dose, ovvero tutti coloro che desideravano essere vaccinati. Ciò dovrebbe già ridurre la mortalità, anche se per aumentare la percentuale di protezione è necessaria una seconda inoculazione.

Secondo il settimanale svizzerotedesco, durante la seconda ondata il 50% delle persone decedute dopo aver contratto il Covid era residente in una casa di cura.

«Stando a nostre informazioni, tutti coloro che volevano una vaccinazione l'hanno ora ricevuta», ha spiegato il portavoce di Pro Senectute, Peter Burri, citato dal giornale. Soddisfatta anche l'associazione delle case di cura Curaviva, la quale si attende che al più tardi entro metà marzo tutti ricevano anche la seconda dose.

La campagna di vaccinazione in diversi cantoni è partita a fine dicembre, a pochi giorni dalla prima approvazione del vaccino da parte dell'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic. Altri cantoni, ad esempio Berna, hanno invece iniziato qualche settimana più tardi, ma hanno recuperato il ritardo.

In totale, nella Confederazione sono già state somministrate oltre 482'000 dosi di vaccino. Secondo i dati dell'Ufficio federale di statistica (UST), spiega il domenicale, i residenti nelle case di riposo e di cura in Svizzera sono circa 150'000.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Berna riaprirà le terrazze?
L'UFSP ha detto che 4 criteri su 5 non sono ossequiati. Ma è una decisione «anche politica». Il Blick lo dà per certo
SVIZZERA
2 ore
«I bilaterali sono ancora attuali e hanno un futuro»
Il presidente dell'Unione sindacale svizzera dubita che l'Ue voglia innescare un'escalation in merito all'accordo quadro
SVIZZERA
4 ore
Quanto vaccino che viene sprecato
Ogni singola ampolla contiene più dosi di quelle previste. Ma nel nostro paese ciò che avanza non viene utilizzato.
SVIZZERA
14 ore
Ombudsman SRG SSR sommerso dalle lamentele
Nel 2020 ne ha ricevute oltre mille. Una cifra record da ricondurre alle segnalazioni legate al tema Covid
BERNA 
15 ore
Numerosi Cantoni vaccinano dai 65 anni
Ci sono anche i più virtuosi, ma pure chi ha poche richieste e chi va a rilento.
SVIZZERA
15 ore
«Viaggio in treno e con l'auto elettrica»
La pandemia è ancora sotto la luce dei riflettori. Ma la crisi climatica non è finita, ricorda Simonetta Sommaruga
VALLESE
16 ore
Ubriaco, costringe il treno a fermarsi e sale
L'uomo lavora per il produttore di vaccini Moderna.
SVIZZERA
20 ore
Vaccinare i giovani? «La priorità restano le persone a rischio»
Lo ha detto la responsabile Sezione malattie infettive dell'UFSP sollecitata in conferenza stampa
SVIZZERA
20 ore
Oltre 200mila vaccinazioni in una settimana
È la prima volta che si supera questa soglia da quando sono iniziate le somministrazioni.
SVIZZERA
20 ore
Altri 2 241 contagi in Svizzera, 10 morti
Altre 82 persone sono state ricoverate in ospedale. Il bollettino dell'UFSP
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile