Keystone
SVIZZERA
12.02.21 - 16:050

«Le palestre chiuse pesano (anche) sulla salute mentale degli svizzeri»

L'appello dei gestori dei centri fitness per la riapertura il 1 marzo, in una lettera aperta

A soffrire non solo il corpo, fra chili in più e acciacchi che riemergono, ma anche la psiche.

Fonte 20 Minuten/Daniel Krähenbühl
elaborata da Filippo Zanoli
Giornalista

BERNA - Le palestre sono da considerarsi essenziali e quindi devono riaprire a partire dal primo marzo. A chiederlo sono proprio i professionisti del campo del fitness in una lettera aperta alla Confederazione, inviata questo venerdi.

«Chiediamo al Consiglio federale di rivedere la sua posizione e centri fitness e li ritenga - in futuro - parte del settore della salute», chiede nel suo appello della Federazione Svizzera dei centri fitness e di salute (SFGV) firmata dal responsabile Roland Steiner, «questa chiusura forzata sta causando ripercussioni sulla salute dei nostri clienti».

Chi è rimasto fermo durante la chiusura oggi è più grasso e più acciaccato, lo sostiene un sondaggio interno svolto dalla SFGV su un campione dei suoi clienti che riscontra un aumento di chili e dolorini: «Sono tutti problemi che l'allenamento costante risolveva, senza bisogno di recarsi dal medico o dal fisioterapista. Un campione importante degli interpellati ha dichiarato di ricorrere più spesso ad antidolorifici e antinfiammatori».

Ma non sarebbe solo il corpo a soffrire, anche la mente: «Secondo il nostro studio, fra i nostri clienti è aumentata la sensazione di stanchezza, di svogliatezza. In molti hanno dichiarato di soffrire di stati depressivi». Quello che le palestre e i centri fitness offrono, sostiene Steiner, è siano fondamentali per una popolazione in salute sul lungo termine e siano quindi un investimento che va fatto.

Una posizione, questa su cui è d'accordo anche la politica: «È una richiesta comprensibile e giustificabile dal punto di vista della salute» commenta il consigliere nazionale UDC e vicepresidente della Commissione della Sanità Albert Rösti: «l'incertezza della pandemia, il lockdown e le misure causano stress psicologico, lo sport le allevia, sono fattori che devono essere tenuti in considerazione dal Consiglio federale. Più a lungo si terrà chiuso, peggio sarà».

Quella dell'alleggerimento delle misure anti-covid è una decisione che il governo dovrà prendere presto e in un momento molto delicato con una diminuzione dei casi da una parte e l'incognita delle nuove varianti dall'altra.

«Un'eventuale riapertura di palestre, ristoranti e attività culturali deve essere presa su di una solida base scientifica», conferma il socialista Meyer anche lui membro della Commissione Sanità secondo il quale riaprire e basta non sarà sufficiente: «serve una strategia sensata unita a misure d'assistenza mirate per i singoli cantoni, solo così tutti potranno ricevere il sostegno di cui hanno bisogno».

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
36 min
Le vendite per corrispondenza affossano le entrate fiscali
Sulle merci provenienti dall'estero non è infatti possibile garantire un corretto prelievo dell'IVA.
SVIZZERA
37 min
Flotta svizzera, la sorveglianza è sempre "in alto mare"
Il Controllo federale delle finanze bacchetta i due enti di vigilanza, pur riconoscendo (leggeri) miglioramenti.
ZURIGO
1 ora
Trascinata a morte dal suo cavallo: «Il suo cuore batteva per l’equitazione»
Parlano il padre della giovane e il contadino che l’ha, invano, soccorsa.
SVIZZERA
4 ore
«Test pilota anche per le discoteche»
Lo chiede la Conferenza dei direttori cantonali della sanità in vista dei prossimi allentamenti
BERNA
8 ore
«Le persone tra i 50 e i 60 anni dovrebbero essere considerate a rischio»
La variante inglese preoccupa la Task Force.
SVIZZERA
9 ore
Paesi a rischio: due liste e parecchi cambiamenti
La prima sarà valida da domani - stralciate Emilia Romagna, Toscana e Friuli Venezia Giulia - la seconda dal 17 maggio.
SVIZZERA/GEORGIA
9 ore
Incidente in montagna, svizzera muore in Georgia
Secondo alcune fonti, si tratterebbe di un'alpinista originaria di Neuchâtel.
BERNA
9 ore
Covid, numeri stabili. Sono 13 le nuove vittime
I pazienti che hanno sviluppato sintomi gravi della malattia occupano attualmente il 4,5% della capacità ospedaliera
VAUD
11 ore
Prima recluta svizzera in sedia a rotelle
Si tratta di un progetto pilota e l'obiettivo dell'esercito è di permettere un'apertura in questo senso
SVIZZERA
11 ore
Scontro Knie-Viagogo sulla vendita di biglietti: il circo la spunta
Ha ottenuto almeno in parte ragione davanti al Tribunale del commercio del Canton San Gallo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile