Immobili
Veicoli
keystone
Martin Ackermann
SVIZZERA
12.02.21 - 00:050

La task force è (di nuovo) nel mirino

Udc, liberali e diverse associazioni di categoria sono in rotta di collisione con gli scienziati. E chiedono di riaprire

Martin Ackermann: «Non spetta a noi prendere decisioni. Ma prospettare alla politica gli scenari più probabili».

Fonte DAW/Leo Hurni/20 Minuten
elaborata da Davide Illarietti
Giornalista

BERNA - Il Consiglio federale dovrà presto decidere se prolungare il blocco oltre il 28 febbraio. Le associazioni di categoria e l'UDC spingono per un allentamento, nonostante la diffusione delle nuove varianti del virus. Nelle pubblicità sui giornali, l'UDC chiede al governo di porre fine alla cosiddetta "isteria da lockdown". Alla fine, chi la spunterà?
 
La curva positiva dei contagi nelle ultime settimane sembra giocare a favore dei fautori del "liberi tutti". Il numero di contagi e dei ricoveri ospedalieri è diminuito negli ultimi giorni, il tasso di positività è sceso a circa il cinque per cento. Ma la task force federale sul Covid ha già messo le cose in chiaro, dal canto suo. Per gli esperti sanitari, non è il momento di abbassare la guardia. «Bisogna guardare sotto la superficie, per capire la pandemia» ha dichiarato questa settimana il capo della task force Martin Ackermann. 

Chi ha ragione? A deciderlo sarà probabilmente la nuova variante inglese, che si diffonde - secondo le stime - a una velocità del 50 per cento superiore rispetto al ceppo cinese. «La situazione rischia di degenerare velocemente» ha detto Ackermann, ricordando l'esempio del Portogallo. 

L'avvertimento degli scienziati non è andato giù ai fautori dell'allentamento. La consigliera nazionale Udc Esther Friedli ha addirittura proposto di interrompere le conferenze stampa settimanali dei membri della task force. Gli esperti peccherebbero di protagonismo, secondo Friedli: «Vogliono anticipare le decisioni e apparire importanti. Ma la decisione finale spetta alla politica, che deve assumersene la responsabilità». 

Anche il presidente dell'Unione svizzera di arti e mestieri (Usam) Hans-Ulrich Bigler diffida dei modelli della task force. «La scienza propone scenari dell'orrore. Il capo della task force dice che rischiamo di rimanere senza un solo letto d'ospedale libero. Non è mai successo». Secondo BIgler inoltre, non è dimostrabile che le chiusure dei negozi abbiano un effetto positivo sulla curva dei contagi. «Solo in una minima parte dei casi si è potuto individuare il luogo d'infezione». Anche il consigliere nazionale del PPD Fabio Regazzi pensa che la task force abbia troppo peso. «Negli ultimi mesi ha praticamente ordinato al Consiglio federale quali misure adottare. Non è questo il compito degli esperti». 

Critiche respinte al mittente dalla task force COvid. "Noi non prendiamo decisioni politiche» afferma Martin Ackermann, contattato da 20 Minuten. «Non rappresentiamo interessi particolari, ma lavoriamo su base scientifica. Tramite degli scenari, mostriamo alla politica cosa deve aspettarsi». La lotta alla pandemia richiede un gioco d'anticipo, spiega il professore dell'Eth. «I politici hanno la responsabilità di valutare gli interessi sociali, e stabilire quali sono le conseguenze sanitarie o economiche accettabili».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 min
Il voucher "per la normalità" non piace a tutti
L'idea: un buono da 200 franchi per ogni svizzero, da spendere in ristoranti e cultura. Ma la politica storce il naso
VALLESE
5 ore
Caduta fatale a Zermatt
Uno sciatore spagnolo di 46 anni ha perso la vita ieri pomeriggio sul comprensorio vallesano.
SVIZZERA
5 ore
Oltre 87mila contagi e 35 decessi nel weekend svizzero
In salita i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,3% dei posti letto complessivi.
SVIZZERA
9 ore
I dati di migliaia di clienti Swiss Pass liberamente accessibili
A inizio gennaio è stata scoperta una falla di sicurezza nella piattaforma per la vendita dei biglietti
ZURIGO
10 ore
Da certificato Covid a documento per controllarti?
Alain Berset attende con ansia la fine del suo utilizzo, che potrebbe arrivare per marzo.
SVIZZERA
10 ore
In Svizzera la vaccinazione dei bambini stenta a decollare
La quota nazionale è del 5,2%. L'adesione più alta si registra a Basilea Campagna e Basilea Città
SVIZZERA
10 ore
L'esercito distribuisce mascherine scadenti?
Giacciono da mesi nei magazzini militari. E vengono vendute ai Cantoni a prezzo simbolico. È polemica
SVIZZERA
11 ore
Prova sirene alle porte, ecco quando non dovrete spaventarvi
Il test, essenziale per verificare il loro corretto funzionamento in caso di emergenza, avrà luogo mercoledì 2 febbraio.
SVIZZERA
13 ore
Aiuto ai media: si profila un classico Röstigraben
In Romandia le misure di sostegno statale sono viste meglio rispetto alla Svizzera tedesca
SVIZZERA / RUSSIA
22 ore
Il conflitto russo-ucraino, un rischio anche per la Svizzera
L'Europa (e anche il nostro paese) potrebbero restare senza il gas proveniente dalla Russia. Ecco gli scenari
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile