Immobili
Veicoli
Tamedia
SVIZZERA
10.02.21 - 06:020

L'iniziativa anti-burqa si fa strada anche a Sinistra

In generale il prossimo 7 marzo il 65% dei cittadini intende votare “sì”, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia

Si delinea invece un “no” per l'identità elettronica. Mentre sono ancora molti gli indecisi sul libero scambio con l'Indonesia

BERNA - Le donne con il burqa sono davvero un problema per la società elvetica? Sembra di sì, perlomeno secondo quanto emerge dal secondo sondaggio di 20 minuti e Tamedia in vista della votazione federale del prossimo 7 marzo: resta infatti alto il sostegno all'iniziativa popolare “Sì al divieto di dissimulare il proprio viso” (Iniziativa anti-burqa). Anzi, rispetto al rilevamento dello scorso gennaio è pure in aumento: attualmente il 65% dei cittadini intende votare “sì” (rispetto al 63% del primo sondaggio). I contrari sono invece al 34%.

Il sostegno arriva soprattutto dai ranghi del centro-destra, in primis dagli elettori dell'UDC: tra i democentristi i favorevoli sono infatti al 95%. Ma l'iniziativa si fa strada anche tra i simpatizzanti del PS e dei Verdi, dove rispettivamente il 38% e il 36% dei cittadini intende votare “sì”.

Con il 70%, resta praticamente invariata (prima era del 71%) la percentuale di favorevoli in Ticino, dove la legge cantonale sulla dissimulazione del volto è realtà dal luglio del 2016.

Le motivazioni? Per i favorevoli la dissimulazione del volto è l'espressione dell'islam radicale e non fa quindi parte della cultura occidentale. I contrari ritengono invece che nel nostro paese siano poche le donne con burqa e niqab. E che in ogni caso non spetti allo Stato dare disposizioni sull'abbigliamento.

Verso la bocciatura dell'identità elettronica - Se poche settimane fa l'esito degli altri due oggetti in votazione era ancora incerto, ora si sta invece delineando una bocciatura alle urne per la legge federale sui servizi d'identificazione elettronica. I contrari sono infatti saliti dal 47 al 55%, mentre i favorevoli sono ora al 40%. Resta comunque un 5% d'indecisi.

La maggior parte dei contrari sostiene che l'emissione di strumenti d'identificazione debba restare nelle mani dello Stato, anche nel caso dell'identità elettronica. Chi intende invece votare “sì”, lo fa soprattutto perché i mezzi d'identificazione attuali come l'indirizzo e-mail e la password sarebbero troppo complicati.

Molta indecisione sul libero scambio - Il prossimo 7 marzo saremo chiamati a esprimerci anche sull'accordo di partenariato economico tra gli Stati AELS e l'Indonesia. Una questione, questa, su cui c'è ancora molta indecisione: il 13% dei cittadini afferma infatti di non sapere ancora come votare. Al momento i contrari sono al 44%, i favorevoli al 43%.

Il sondaggio

Sono 14'204 le persone da tutta la Svizzera che dal 4 al 5 febbraio 2021 hanno preso parte al secondo sondaggio 20 minuti/Tamedia sulle votazioni federali del 7 marzo 2021. Queste rilevazioni vengono condotte in collaborazione con LeeWas, che pondera i dati in base a variabili demografiche, geografiche e politiche. Il margine d'errore si attesta all'1,3%. Più informazioni su tamedia.ch/umfragen

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
32 min
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
CANTONE
2 ore
L'onda d'urto del vulcano è arrivata in Ticino
Tra le 19 e le 21 di ieri i barometri hanno registrato un'oscillazione importante
SVIZZERA
14 ore
«Meglio pensare che siamo tutti già contagiati»
Il governo rinuncia alla strategia dei test? Per l'organizzazione dei laboratori medici, avrebbe senso
SVIZZERA
16 ore
«Dose booster? I più giovani preferiscono ammalarsi»
La popolazione non a rischio mostra reticenza rispetto alla vaccinazione di richiamo.
BERNA/LUCERNA/SAN GALLO
17 ore
Stazioni sciistiche prese d'assalto
Il sabato soleggiato ha portato numerosissimi appassionati sulle piste, provocando lunghe code.
SVIZZERA
20 ore
Il Consiglio federale? «Indecisi e assetati di potere, non osano»
Il Presidente dei Verdi, Balthasar Glättli, ha criticato l'inazione del Consiglio federale
SAN GALLO
20 ore
Frena bruscamente, causa un incidente e poi scappa
Il conducente di una Golf ha costretto le auto dietro di lui a frenare, provocando un incidente
SVIZZERA
21 ore
«Né complottista né oppositore, ho solo un'opinione personale»
In un discorso davanti ai delegati dell'UDC nazionale, il Consigliere federale ha parlato della pandemia e di sé
SVIZZERA
23 ore
L'avvertimento di Chiesa: «Una catastrofe energetica»
Il Presidente dell'UDC chiede al Governo di agire immediatamente per evitare «conseguenze devastanti»
SVIZZERA
1 gior
I Verdi non vogliono spodestare il Ps
Alle prossime federali gli ecologisti puntano a un seggio in governo, ma non a danno della sinistra
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile