Immobili
Veicoli
Keystone
GRIGIONI
04.02.21 - 09:250
Aggiornamento : 09:51

Test nelle scuole per rendere possibile l'insegnamento in presenza

Le autorità grigionesi hanno annunciato l'introduzione di test di gruppo nelle scuole

L'associazione dei docenti LCH chiede l'estensione di tali test a tutta la Svizzera

COIRA - La strategia di vaccinazione e di test del Governo grigionese si amplia: è in arrivo l'introduzione di test ripetuti anche nelle scuole.

«I test salivari PCR nelle scuole servono a identificare precocemente le catene di contagio e dovrebbero rendere possibile l'insegnamento in presenza» comunica l'Ufficio dell'igiene pubblica del Canton Grigioni. I test nelle scuole su tutto il territorio saranno possibili probabilmente a partire da inizio marzo.

Il motivo sono, in particolare, i focolai che hanno interessato gli allievi nelle ultime settimane, per i quali è stato necessario porre in quarantena intere classi. «I test a tappeto già svolti nonché i test pilota effettuati nelle scuole confermano che tramite test ripetuti è possibile ridurre in modo misurabile e duraturo il numero di contagi».

Test di gruppo e volontari - Diversamente dai test nelle aziende in corso, dove vengono effettuati test individuali, per quanto riguarda i test nelle scuole verrà applicata la "procedura di pooling" (test di gruppo). «Questa procedura è già stata testata con successo nel quadro di test pilota effettuati su bambini di scuola dell'infanzia e di scuola elementare» conferma il Governo cantonale.

I test salivari PCR, che possono essere integrati facilmente nella quotidianità scolastica, non saranno obbligatori: «non vi è obbligo di partecipazione né per gli allievi, gli insegnanti e le persone che si occupano dell'assistenza, né per gli enti scolastici», confermano le autorità.

Tuttavia, un presupposto per raggiungere l'obiettivo dei test a tappeto è costituito «dall'apertura degli allievi, degli enti scolastici e della politica comunale e cantonale nei confronti dei test».

È già dallo scorso dicembre che vengono effettuati test pilota nelle scuole di Igis, Malans, Schiers, nella Scuola media superiore evangelica di Schiers nonché nelle scuole della Regione Moesa. Nelle prossime settimane sono previsti ulteriori test pilota, prima che i test su base volontaria possano essere offerti su tutto il territorio a partire circa da inizio marzo.

L'associazione dei docenti LCH chiede che i test vengano estesi a tutta la Svizzera - A quanto comunica l'agenzia di stampa Keystone-SDA, dopo che i cantoni di Basilea Campagna, Zugo e Grigioni hanno annunciato test di gruppo nelle scuole, l'Associazione svizzerotedesca dei docenti LCH chiede che questi controlli a tappeto vengano estesi a tutta la Svizzera.

«La pandemia colpisce tutto il Paese e diverse scuole devono essere spesso chiuse in tutta la Confederazione», ha detto il presidente della LCH Dagmar Rösler a radio SFR. Per questo motivo sono auspicabili test di massa a livello nazionale e un coordinamento federale.

Sulle onde della stessa radio, la direttrice dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), Anne Lévy, ha replicato ricordando che il sistema scolastico è di esclusiva competenza cantonale. È quindi giusto che siano i cantoni a decidere quando e dove effettuare i test, ha sostenuto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
4 ore
Cade dalla finestra del suo alloggio sociale
Lo sventurato è stato trovato in gravi condizioni dopo un volo di una decina di metri
FOTO
VALLESE
5 ore
In diecimila per i mondiali del monopattino elettrico
La seconda manche dell'evento ha avuto luogo in questi giorni in Vallese
VALLESE
8 ore
Un aliante si schianta in Vallese
È successo oggi nella regione di Sanetsch. Non è noto se vi siano vittime o feriti
SVIZZERA
10 ore
Primati di calore e ora la minaccia di «effetti fatali»
Da marzo a maggio le temperature sono state di circa 2,5 gradi superiori alla norma
BERNA
14 ore
Vacanze estive, pochissimi resteranno in Svizzera
Un terzo di coloro che resteranno in patria, intendono trascorrere le ferie in Ticino.
GINEVRA
14 ore
Contro l'omofobia c'è chi si radicalizza
Irruzione di un collettivo durante la presentazione di un libro a Ginevra. Le associazioni Lgbtiq prendono posizione
SAN GALLO
17 ore
«Farò una strage a scuola», ma scherzava
La bravata di un dodicenne per diventare virale su TikTok ha messo in allerta la polizia
TURGOVIA
17 ore
In due sullo scooter, perdono il controllo
Due adolescenti sono rimasti feriti ieri sera a seguito di un'incidente con uno scooter
BERNA
19 ore
Un disperso illustre nell'Aar
Emmeril Mumtadz, figlio di un candidato alla presidenza dell'Indonesia, è stato travolto dalla corrente con due amiche
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Tre voli per portare Cassis al WEF
La partecipazione del presidente della Confederazione al Forum ha prodotto molto CO2. Ecco com'è andata
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile