Immobili
Veicoli
Keystone
ZUGO
03.02.21 - 11:480

Test rapidi contro il Covid-19 alle medie di Zugo

Tutti i docenti e gli studenti dovranno sottoporsi al tampone al loro rientro dalle vacanze il prossimo 22 febbraio.

Per il momento lo screening di massa non è stato previsto alla scuola elementare e a quella dell'infanzia.

ZUGO - Nel canton Zugo tutti gli allievi e gli insegnanti delle scuole medie dovranno sottoporsi a test rapidi contro il Covid-19 a partire dal 22 febbraio.

Stando a una nota, i test a tappeto saranno obbligatori, dopo la fine delle cosiddette vacanze sportive (dal 6 al 21 febbraio), per il livello inferiore delle scuole secondarie.

Se l'esito degli screening sarà positivo, i test potrebbero essere estesi anche alle scuole professionali, dove la logistica è più complicata a causa della loro organizzazione a tempo parziale. Per il momento, nessun test di massa è invece previsto per la scuola elementare e quella materna.

I test "salivari" saranno effettuati due volte alla settimana, ha precisato a Keystone-ATS il capo del Dipartimento cantonale della pubblica istruzione Stephan Schleiss (UDC). I piani dettagliati sono ancora in fase di elaborazione. I costi saranno coperti dalla Confederazione.

La novità è che i test non vengono eseguiti solo dopo singoli casi positivi, ma regolarmente e ripetutamente. L'obiettivo - si legge ancora nella nota - è di proteggere le persone a scuola e nell'ambiente scolastico, per poter così mantenere le scuole aperte.

Per gli insegnanti di tutti i livelli, le autorità del canton Zugo raccomandano inoltre di indossare una mascherina del tipo FFP-2.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
matias13 11 mesi fa su tio
Povera gioventù! Stiamo trattando i nostri giovani, il nostro futuro, come appestati....pronti a segregarli in casa se ne esci un positivo....per poi lasciar uscire la cosi detta popolazione a rischio. Questi giovani ci sputeranno in faccia prima o poi e come condannarli. E intanto si vaccina la popolazione che esce meno di casa! Complimenti per le scelte politiche e mediche! Ma se il vettore principale sono i giovani non aveva senso vaccinare loro? E gli anziani ne beneficiano indirettamente? E intanto andiamo avanti a incolpare i giovani.....bravi politici....povero mondo
Calotta Polare 11 mesi fa su tio
@matias13 Se ho capito bene i vaccini sono prevalentemente efficaci sulla sintomatologia, quindi hanno un positivo effetto nella riduzione delle vittime che notoriamente sono principalmente anziani. Inoltre molte persone non sono favorevoli a vaccinarsi (tra le altre probabilmente molti genitori di bambini e giovani). Obbligare a vaccinare i giovani mi sarebbe sembrato molto più intrusivo che non far loro dei semplici test. Infine non credo che far vivere i giovani nell'illusione che sta andando tutto bene e non c'è alcuna necessità di cambiare i propri comportamenti sia molto educativo. I momenti di crisi fanno parte della vita, così come le rinunce e i sacrifici in caso di necessità. Questo lo si può imparare fin da bambini senza esagerati traumi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
2 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
4 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
SVIZZERA
4 ore
Tre giorni di lavoro, salario pieno: ecco come prepararsi a una crisi sanitaria
È quanto propone un consulente professionale lucernese. Ma è una soluzione «troppo costosa»
SVIZZERA
6 ore
Divieto di sperimentazione sugli animali? Si rafforza il fronte dei contrari
Resta alto il consenso per l'iniziativa contro la pubblicità per il tabacco, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia
FOCUS
GINEVRA/LUGANO
6 ore
Gli affari della "principessa" con un piede in Ticino
La figlia dell'ex dittatore kazako Nazarbayev ha dato nell'occhio, dopo le proteste nel paese d'origine
VALLESE
18 ore
Il ristoratore disobbediente contrattacca
L'esercente del Walliserkanne di Zermatt ha presentato una querela contro le autorità che lo avevano arrestato.
SVIZZERA
19 ore
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
20 ore
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
21 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile