Immobili
Veicoli
keystone
BASILEA CITTA'
27.01.21 - 15:070

Lonza vuole aumentare la produzione del vaccino di Moderna

Con 7,5 milioni di dosi ordinate, l'"antidoto" ha un ruolo centrale nel piano di vaccinazione svizzero.

Il preparato fa un lungo viaggio prima di tornare nella Confederazione sotto forma di vaccino: viene infatti mandato a Madrid, poi in Belgio, quindi viene distribuito in Europa.

BASILEA  - Lonza ha intenzione di aumentare la produzione del suo principio attivo usato per la preparazione del vaccino anti-Covid dell'americana Moderna. Lo ha detto oggi il presidente della direzione Pierre-Alain Ruffieux in occasione della presentazione dei conti annuali del gruppo chimico-farmaceutico.

«Stiamo lavorando con Moderna per migliorare la produzione», ha affermato il manager francese in una conferenza telefonica. Secondo i termini dell'accordo con l'impresa statunitense Lonza è tenuta a fornire l'ingrediente principale per 400 milioni di dosi di vaccino all'anno, con una capacità di 300 milioni nello stabilimento di Visp (VS) e di 100 milioni in quello di Portsmouth, nel New Hampshire (Usa).

Secondo il dirigente con trascorsi presso Roche qualunque affermazione riguardo all'entità dell'aumento della produzione sarebbe comunque al momento «pura speculazione». Quel che è certo è che Ruffieux non si aspetta ostacoli normativi.

Con 7,5 milioni di dosi ordinate, l'antidoto di Moderna ha un ruolo centrale nel piano di vaccinazione voluto in Svizzera dal Consiglio federale. Il preparato di Lonza fa peraltro un lungo viaggio prima di tornare nella Confederazione sotto forma di vaccino: viene infatti mandato a Madrid, dove vengono riempiti i vasetti da parte del laboratorio farmaceutico Rovi; una volta complete, le dosi viaggiano poi verso un centro di distribuzione logistica in Belgio; da lì il vaccino viene in seguito distribuito in tutta Europa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
2 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
8 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
9 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
10 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
11 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
11 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
13 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
14 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
16 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile