Immobili
Veicoli
Ti Press
SVIZZERA
26.01.21 - 14:150
Aggiornamento : 21:50

Picnic su treni e bus, si valutano regole (e multe)

L'UFSP è in contatto con FFS e AutoPostale per trovare soluzioni a una questione che suscita malumori.

Si pensa di appendere locandine informative, ma un divieto totale di consumare cibi sui mezzi pubblici non è previsto.

BERNA - Le persone che mangiano e bevono per lunghi periodi durante i viaggi in treno, e sono dunque privi di mascherina protettiva, suscitano malumore tra gli altri passeggeri. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) è in contatto con le FFS, ma anche con AutoPostale, per trovare soluzioni.

L'UFSP intende discutere con le due società, le principali aziende di trasporto pubblico del paese, su come affrontare questi casi, ha indicato oggi a Keystone-ATS il portavoce dell'UFSP Yann Hulmann, confermando un'informazione della radio svizzero tedesca SRF. Una soluzione in discussione è di appendere locandine informative. Un divieto totale di mangiare e bere nei trasporti pubblici non è previsto.

L'UFSP vorrebbe anche occuparsi del ruolo del personale di bordo. I casi di abuso dovrebbero essere trattati come un mancato rispetto dell'obbligo d'indossare una maschera, ha affermato Hulmann. Le persone andrebbero quindi prima informate e, se necessario, multate.

Queste situazioni rimangono eccezionali e non sono rappresentative del comportamento generale dei passeggeri, ha sottolineato il portavoce. Sono stati segnalati pochi casi, confermano dal canto loro le FFS, pure contattate da Keystone-ATS. Nel complesso, l'obbligo d'indossare la maschera è ben rispettato, sostengono.

Secondo l'ordinanza federale in vigore per limitare la diffusione del coronavirus, è permesso togliere la maschera per mangiare e bere, ma solo per il tempo del pasto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
2 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
4 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
4 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
4 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
6 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
7 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
9 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
SVIZZERA
9 ore
Tre giorni di lavoro, salario pieno: ecco come prepararsi a una crisi sanitaria
È quanto propone un consulente professionale lucernese. Ma è una soluzione «troppo costosa»
SVIZZERA
11 ore
Divieto di sperimentazione sugli animali? Si rafforza il fronte dei contrari
Resta alto il consenso per l'iniziativa contro la pubblicità per il tabacco, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile