Immobili
Veicoli
La Svizzera è sempre più plurilingue
Archivio Depositphotos
SVIZZERA
25.01.21 - 09:520

La Svizzera è sempre più plurilingue

Sono in aumento le persone che utilizzano regolarmente più lingue. Prevalentemente per motivi professionali

In Svizzera, oltre i due terzi della popolazione dai 15 anni in su usano regolarmente più di una lingua. Nel 2019 la quota delle persone plurilingue è lievemente aumentata rispetto al 2014. L’inglese è la lingua extranazionale più diffusa, oltre a essere quella maggiormente studiata. Una persona su cinque sopra i 25 anni impara una o più lingue o ne sta approfondendo le conoscenze, spinta prevalentemente da motivi professionali. È quanto si evince dai primi risultati dell’indagine sulla lingua, la religione e la cultura realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST) e che nel 2019 è giunta alla sua seconda edizione.

Il 68% della popolazione ricorre almeno una volta alla settimana a più di una lingua negli scambi con i propri familiari, al lavoro o per il consumo di media nel tempo libero, ovvero per ascoltare la radio, guardare la televisione oppure leggere o consultare Internet. Il 38% utilizza regolarmente due lingue, il 21% tre, il 6,4% quattro e l’1,7% cinque o più. Il 32% ha dichiarato di utilizzare un’unica lingua, contro il 36% riscontrato nel 2014.
 
I più anziani utilizzano una sola lingua - La quota di persone che utilizzano regolarmente un’unica lingua cresce con l’età: nella fascia d’età da 15 a 24 anni ammonta al 13%, mentre in quella dai 75 anni in su è quasi cinque volte tanto (64%). Le persone che hanno conseguito un diploma del grado terziario sono più numerose a usare più di una lingua rispetto a quelle con un livello di formazione inferiore (il 76% contro rispettivamente il 59% delle persone diplomate del grado secondario II e il 72% di quelle senza alcuna formazione postobbligatoria).
 
Tra la popolazione con passato migratorio, l’utilizzo regolare di più lingue è molto più diffuso rispetto alla media: il 41% delle persone migranti di prima generazione e il 49% di quelle di seconda o terza generazione usano regolarmente almeno tre lingue, mentre questo vale solo per circa un quinto delle persone senza passato migratorio (21%).
 
Molto diffuse le lingue nazionali e i dialetti - Il 76% della popolazione della Svizzera utilizza regolarmente il tedesco, il 65% lo svizzero tedesco, il 39% il francese, il 15% l’italiano, l’1,9% un dialetto ticinese o italo-grigionese e lo 0,9% il romancio. La grande maggioranza utilizza regolarmente le rispettive lingue locali, vale a dire il tedesco e lo svizzero tedesco nella Svizzera tedesca (97% e 89%), il francese nella Svizzera francese (99%) e l’italiano e i dialetti ticinesi o italo-grigionesi nella Svizzera italiana (100% e 36%).
 
L’inglese, la lingua dei giovani - L’inglese è la lingua non nazionale usata regolarmente più diffusa in Svizzera (45%). Il suo uso regolare è più marcato nelle regioni di lingua tedesca che in quelle di lingua italiana e francese (46% contro rispettivamente il 37 e il 43%). Tra i giovani dai 15 ai 24 anni, quasi i tre quarti parlano, scrivono, leggono o ascoltano l’inglese almeno una volta alla settimana, mentre nel 2014 tale proporzione era inferiore di circa 10 punti percentuali (62%). Le persone anziane sono nettamente meno numerose a usare regolarmente l’inglese: solo il 15% di quelle dai 75 anni in su lo fa almeno una volta alla settimana.
 
Più lingue per lavoro - In Svizzera, tra le persone di 25 anni o più, una su cinque sta imparando una o più lingue, oppure ne sta approfondendo le conoscenze. L’apprendimento delle lingue è particolarmente diffuso tra i più giovani: il 29% delle persone di 25–39 anni approfondisce le proprie competenze linguistiche. Circa il 12% delle persone con un diploma della scuola dell’obbligo sta imparando una lingua, mentre sono più del doppio (26%) tra quelle che hanno conseguito un diploma di grado terziario. La lingua maggiormente imparata tra le persone dai 25 anni in su è l’inglese (34%), seguita dal tedesco e dal francese (entrambe 15%), dallo spagnolo (11%) e dall’italiano (8,6%). Il motivo principale addotto per l’apprendimento di una lingua è il lavoro (34%), anche se i motivi addotti hanno un peso diverso a seconda della lingua.
 
Il 33% dei giovani è bilingue - Tra le persone di età inferiore ai 15 anni, a casa, si parla prevalentemente lo svizzero tedesco (57%), seguito dal francese (28%), dal tedesco (16%) e dall’italiano (8,8%), mentre la lingua non nazionale più diffusa è ancora una volta l’inglese (7,5%). Alcune delle oltre 70 lingue parlate a casa dalle giovani generazioni sono poi l’albanese (6,7%), il portoghese (4,9%), lo spagnolo (4,9%), il bosniaco-croato-montenegrino-serbo (3,8%) e il turco (2,8%). Il 33% dei giovani sotto i 15 anni a casa entra in contatto con due lingue e un decimo addirittura con tre o più lingue diverse. Se si considera invece la totalità della popolazione, la quota di persone con più di una lingua parlata a casa si attesta al 32%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
19 min
Un giovane ubriaco provoca la polizia
È stato fermato la scorsa notte a San Gallo. Aveva un tasso alcolemico dell'1,9 per mille
SVIZZERA
46 min
Le parole di Berset dividono la popolazione
«Conosciamo troppo poco le conseguenze a lungo termine» ricorda Edith Leibundgut.
GINEVRA
9 ore
900 email da una cinquantina di indirizzi diversi: condannata una giovane stalker
La donna aveva preso di mira il suo ex e una sua insegnante nell'arco di diversi anni.
BERNA
11 ore
Un CovidPass valido tre mesi? La Svizzera è scettica
Il presidente di Swissnoso: «Ciò che serve è un allentamento delle misure e una riduzione delle quarantene»
ZURIGO
13 ore
Booster e impennata di decessi: «Nessun nesso»
Durante la campagna di richiamo, in Svizzera sono morte un numero di persone superiore alla media.
SVIZZERA
15 ore
Migros richiama gli zigoli dolci contaminati da salmonella
I clienti possono restituire i prodotti corrispondenti e saranno rimborsati del prezzo di acquisto
ARGOVIA
17 ore
Berset, presto eliminati gli obblighi di quarantena e telelavoro
Se lo sviluppo della pandemia continuerà a procedere in modo positivo verrà revocato anche il CovidPass
BERNA
18 ore
Formalmente riuscita l’iniziativa contro l'obbligo vaccinale
Occorrevano 100 mila firme. Ne sono state raccolte 126'089 di cui oltre 125 mila valide.
BERNA
19 ore
Quasi 40 mila nuovi contagi
Sono 14 i nuovi decessi segnalati e 176 le persone ricoverate in ospedale.
SVIZZERA
20 ore
Guadagni persi a causa del Covid, l'assicurazione non dovrà pagare
Il Tribunale federale ha accolto il ricorso di un assicuratore che non dovrà versare 40'000 franchi a un ristoratore.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile