tipress
ZURIGO
25.01.21 - 12:120
Aggiornamento : 13:35

L'inganno per vaccinarsi più velocemente

Sempre più persone si dichiarano "a rischio" o utilizzano le loro conoscenze per ottenere il vaccino prima del previsto.

Un comportamento, questo, ritenuto «poco solidale, ma umano».

ZURIGO - La scorsa settimana ha suscitato scalpore la notizia di Johann Rupert, miliardario sudafricano arrivato con un jet privato nel canton Turgovia per farsi vaccinare in qualità di "cavia" in una clinica del gruppo Hirslanden. Proprio come il capo medico dell'ospedale pediatrico di Basilea che si era assicurato una prima dose di vaccino, pur non lavorando in prima linea nella lotta alla pandemia.

Ma non sono gli unici che hanno voluto scavalcare persone realmente a rischio, e quindi prioritarie. I medici di famiglia svizzeri riferiscono di diversi pazienti che hanno provato ad affermare di essere tra le persone da vaccinare con priorità. Non è mancato pure chi ha tentato di far valere le proprie conoscenze altolocate.

Un comportamento, questo, che non ha stupito Josef Wilder, presidente della Società dei medici di Zurigo. Come ha riferito alla "NZZ am Sonntag", Wilder è convinto che il numero di "pecore nere" che tenteranno di "tagliare la coda" aumenterà ulteriormente nelle prossime settimane: «Rispecchia ciò che siamo noi umani. Quando una merce scarseggia, ci battiamo. Lo abbiamo già visto, ad esempio, quando ci fu carenza di carta igienica», commenta.

Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le vaccinazioni (CFV), sottolinea che se una persona giovane e sana viene vaccinata, priva qualcuno a rischio della sua dose. «Ognuno è ovviamente più preoccupato per sé stesso», afferma. «È per questo che lancio un appello alla solidarietà e alla corresponsabilità».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
12 min
Vertice Putin-Biden, anche la Svizzera sarebbe in lizza
Non si sa ancora quando si terrà ma è già un evento storico, Berna non si sbottona ma...
BERNA
1 ora
Incendio in casa: mamma e cinque bimbi in ospedale
Intervento dei pompieri ieri sra a Pieterlen
SVIZZERA
1 ora
Vaccini e ritardi, la crisi «va gestita da qualcun altro»
Il canton Berna lancia un'esortazione pubblica alla Confederazione. E chiede di esautorare l'Ufsp
ZURIGO
4 ore
La polizia sgombera un party privato con 40 invitati
L'operazione nel cuore della notte a Zurigo. Tutti multati, e denunciati gli organizzatori
SVIZZERA
5 ore
«Bisogna vietare ai circhi di tenere animali selvatici in gabbia»
La richiesta di diverse associazioni animaliste in occasione della giornata nazionale del circo
ZURIGO
7 ore
Decolla per Johannesburg ma dopo due ore riatterra a Zurigo
Problemi tecnici ieri notte per un Airbus che ha volato in tondo sopra alla città prima di tornare sulla pista
SAN GALLO
7 ore
Svolta, ma non vede un ragazzino sui pattini
È successo ieri sera a Grabs (SG), l'11enne è rimasto ferito ed è stato portato via in ambulanza
GRIGIONI
16 ore
Festeggiamenti senza distanze in una scuola grigionese
L'evento con 200-300 allievi ha avuto luogo venerdì mattina nell'aula magna di un istituto di Coira
SVIZZERA
16 ore
Cassis ha messo gli occhi sul vertice Biden-Putin
Il ministro vorrebbe organizzare in Svizzera il possibile incontro tra il presidente americano e quello russo
SVIZZERA
18 ore
Ecco perché all'improvviso il Canada è un paese a rischio
La decisione è stata comunicata dall'UFSP mezz'ora prima che entrasse in vigore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile