Keystone - foto d'archivio
GRIGIONI
21.01.21 - 09:420
Aggiornamento : 16:03

A St. Moritz la vita riparte dopo i test a tappeto

I due hotel di lusso resteranno in quarantena fino al 27 gennaio. Ma nella località la nuova variante non è circolata

Il tasso di positività tra la popolazione è dell'1%, come in dicembre. Negli alberghi del 4%.

ST. MORITZ - La paura è passata. Dopo essersi "barricata" e avere preso delle immediate misure per evitare il propagarsi dei contagi da coronavirus, soprattutto della "nuova variante", in pochissimi giorni St. Moritz può ripartire. E domani mattina la vita nella località "chic" di montagna riparte a gonfie vele.

Era domenica 17 gennaio quando è scoppiato un focolaio della nuova variante sudafricana del coronavirus. Le autorità sanitarie hanno reagito mettendo due alberghi a cinque stelle in quarantena (con test a tappeto per ospiti e personale), chiudendo le scuole e sospendendo i corsi di sci, nonché introducendo l'obbligo della mascherina su tutto il territorio comunale. Martedì 19 l'Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni ha disposto test a tappeto (gratuiti) per tutti, popolazione e ospiti del comune, bambini tra i 5 e i 12 anni compresi. 

Oggi, giovedì 21, ci sono i risultati. Il test a tappeto tra la popolazione ha evidenziato una percentuale dell'1% di positività, lo stesso risultato del mese di dicembre. All'interno dei due alberghi di lusso messi in quarantena, la percentuale sale al 4%. Tra lunedì e mercoledì sono stati effettuati 3'184 test PCR. 53 persone sono risultate positive al SARS-CoV-2, 31 delle quali riguardano mutazioni (N501Y). La nuova variante di coronavirus è stata riscontrata in particolare tra i dipendenti degli alberghi e non è stata trasmessa agli ospiti. La conclusione? «Ciò dimostra che i piani di protezione degli alberghi funzionano e che sottoporre al test i dipendenti è un provvedimento sensato ed efficace».

L'Ufficio dell'igiene pubblica ha quindi deciso di revocare i provvedimenti decisi domenica. A partire da domani mattina, venerdì, le scuole, le strutture di custodia collettiva diurna e le scuole di sci di St. Moritz potranno riprendere la loro attività. Sono inoltre revocati il divieto di svolgere attività associative e allenamenti sportivi a livello giovanile, nonché l'obbligo generale di indossare una mascherina sull'intero territorio del comune.

I due alberghi interessati rimarranno invece in quarantena fino al 27 gennaio 2021.

A seguito della localizzazione dei contagi, ulteriori test a tappeto non risultano necessari, fa sapere l'Ufficio dell'igiene pubblica. In caso di ulteriori focolai, verranno ordinati studi delle insorgenze mirati nelle aziende interessate. Inoltre il contact tracing cantonale analizzerà i casi registrati e assisterà le persone interessate in isolamento e in quarantena.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Roche: i test fai da te sono già esauriti
Tuttavia, da settimana prossima le consegne dovrebbero riprendere a pieno ritmo
URI
10 ore
In circa 500 alla manifestazione annullata
Un gruppetto di irriducibili è stato accerchiato e si è dovuto far ricorso a gas lacrimogeni.
BASILEA 
11 ore
La polizia insegue i delinquenti, ferita una ciclista
Fuga rocambolesca nel centro di Basilea. Diverse le infrazioni commesse.
SVIZZERA
13 ore
Il numero uno della Polizia: «Occorre dialogare con i giovani»
Fredy Fässler vorrebbe che i giovani venissero coinvolti maggiormente nelle decisioni relative alle restrizioni.
FOTO
URI
14 ore
Manifestazione annullata, ma la polizia sorveglia e controlla
Si sarebbe dovuta tenere oggi una manifestazione contro le norme anti-covid. Che però non è stata autorizzata.
SAN GALLO 
14 ore
Ieri sera niente disordini, ma 90 nuove espulsioni
Alcuni arrivavano da Berna o Lucerna. Molti erano minorenni
SONDAGGIO
ZURIGO
15 ore
Gruppi a rischio: «Uno dietro l'altro a chiedermi il certificato»
Sebbene non appartengano ai gruppo a rischio, riescono a ottenere il "pass" per vaccinarsi.
VALLESE
16 ore
Dramma in alta montagna, morte due persone
Un'aspirante guida e il suo cliente stavano scalando il Finsteraarhorn, nella valle di Fiesch.
SVIZZERA
18 ore
La prima ondata è costata 160 milioni alle case anziani
Alcuni cantoni stanno preparando un piano di sostegno, altri no.
SVIZZERA
20 ore
«Il centro asilanti ci tratta come degli animali»
Sono tre i tentati suicidi registrati negli ultimi otto mesi nella struttura sangallese Sonneblick
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile