Immobili
Veicoli
Archivio Tipress
SVIZZERA
19.01.21 - 15:290

Il vaccino è una questione di solidarietà

L'appello di Pro Senectute ai cittadini over 50

BERNA - Pro Senectute invita tutte le persone a partire dai 50 anni d'età a vaccinarsi il prima possibile contro il Covid-19. In questo modo, in particolare i più anziani, potranno preservare la loro salute, fornire un contributo all'economia e dimostrarsi solidali a livello intergenerazionale.

Gli ultra 50enni non proteggono solo se stessi e i gruppi vulnerabili, ma anche le persone con cui entrano in contatto quotidianamente, come i familiari più stretti e il personale sanitario, spiega oggi la più grande organizzazione svizzera specializzata nelle questioni relative alla vecchiaia.

«A partire dai 50 anni nulla impedisce di farsi vaccinare», dichiara dal canto suo Eveline Widmer-Schlumpf, attuale presidente del Consiglio di fondazione di Pro Senectute, citata in un comunicato. «La solidarietà non è una strada a senso unico. Vaccinandosi, gli anziani recano un importante contributo per consentirci di raggiungere una nuova normalità», sottolinea l'ex consigliera federale.

L'intera società e le imprese svizzere, in questi ultimi dieci mesi, hanno già sopportato molte privazioni e dovranno continuare a farlo per proteggere le persone che hanno un rischio maggiore di sviluppare un quadro clinico grave se colpite dal coronavirus e per combattere la pandemia. La vaccinazione a partire dai 50 anni è quindi anche un atto di solidarietà, ribadisce l'organizzazione.

Aiuti agli anziani - Dall'inizio della pandemia, Pro Senectute si è adoperata affinché gli anziani non venissero discriminati o emarginati a causa della loro età. «Al contempo abbiamo promosso la solidarietà intergenerazionale», afferma Widmer-Schlumpf.

L'organizzazione elvetica ha deciso di mantenere operative le misure di supporto immediato - approntate all'inizio della pandemia - a favore della popolazione anziana. Tra queste rientrano il servizio di acquisto e consegna a domicilio AMIGOS per le persone in quarantena e autoisolamento, nonché ulteriori servizi per gli anziani che vivono a casa propria.

Attualmente Pro Senectute sostiene inoltre attivamente la campagna vaccinale, fornendo anche un aiuto sul fronte della comunicazione - attraverso la Infoline nazionale 058.591.15.15 - per le persone anziane e i loro famigliari.

«Nel nostro ruolo di maggiore organizzazione specializzata in tema di anzianità ci impegniamo affinché le persone che già devono proteggersi con particolare attenzione dal coronavirus non siano svantaggiate anche nel ricorso al vaccino», promette Widmer-Schlumpf.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
4 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
4 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
SVIZZERA
9 ore
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
ZURIGO
10 ore
Una ciclista si scontra con un tram
La donna è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche
SVIZZERA
12 ore
In arrivo il farmaco Paxlovid
La Confederazione ha trovato un accordo con Pfizer per 12'000 confezioni
BERNA
14 ore
Cinesi schiavizzate sessualmente, cinque arresti nel canton Berna
La polizia bernese ha arrestato tre uomini e due donne per tratta di esseri umani e istigazione alla prostituzione.
GRIGIONI
14 ore
«La Svizzera non è un'isola di sicurezza»
Droni dell’esercito per monitorare l'intera zona del WEF. L’edizione di quest'anno costerà quattro milioni in più.
SVIZZERA
15 ore
Elettricità sempre più cara: aumenti fino al 20%
La guerra in Ucraina ha accentuato una tendenza già presente in Svizzera.
GRIGIONI
16 ore
Scontro fra treni: colpa di una disattenzione
L'incidente nel 2019 nel tunnel del Vereina. Dagli accertamenti è emerso che il macchinista non aveva visto l'halt
SVIZZERA
17 ore
Un futuro alternativo per la Patrouille Suisse
Con l'acquisto degli F-35A, non saranno mantenuti gli F-5 Tiger della pattuglia acrobatica. Amherd cerca una soluzione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile