Immobili
Veicoli
In carcere per aver chiesto l'elemosina, Strasburgo condanna la Svizzera
Keystone
SVIZZERA
19.01.21 - 11:540
Aggiornamento : 13:31

In carcere per aver chiesto l'elemosina, Strasburgo condanna la Svizzera

Per la Corte europea dei diritti dell'uomo la dignità di una giovane rom è stata violata.

La donna era stata sanzionata con 500 franchi e poi posta in carcere per cinque giorni per non aver pagato la multa. Ma per la Corte chiedere l'elemosina era l'unico modo che aveva per sopravvivere.

STRASBURGO - La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato oggi la Svizzera per aver violato la dignità di una rumena in condizioni di estrema povertà, multandola e infliggendole 5 giorni di prigione per aver mendicato per le strade di Ginevra.

«La Corte ritiene che la sanzione inflitta alla richiedente non fosse proporzionata all'obiettivo della lotta alla criminalità organizzata, né a quello della tutela dei diritti dei passanti, dei residenti e dei proprietari di commerci», spiega la CEDU, che ha sede a Strasburgo.

La vicenda riguarda una romena analfabeta, nata nel 1992 e appartenente alla comunità rom. Era stata condannata nel gennaio del 2014 a una multa di 500 franchi per aver chiesto l'elemosina sulla pubblica via. La donna, che non aveva lavoro e non percepiva assistenza sociale, era stata successivamente posta in carcere preventivo per cinque giorni per non aver pagato la sanzione.

«In una situazione di manifesta vulnerabilità, la ricorrente aveva il diritto, inerente alla dignità umana, di poter mostrare il suo disagio e cercare di rimediare ai suoi bisogni chiedendo l'elemosina», prosegue la CEDU, secondo cui per lei l'elemosina costituiva l'unica soluzione per sopravvivere.

Secondo la Corte, la Svizzera ha violato l'articolo 8 che tutela il diritto al rispetto della vita privata e familiare, iscritto nella Convenzione europea dei diritti dell'uomo e dovrà pagare alla richiedente 922 euro per danni morali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Party, vodka e caviale: perché al Wef di Davos si sentirà la mancanza dei miliardari russi
La rappresentativa, ufficialmente non grata, era solita portare nella città grigionese feste esclusive ed esosissime
FRIBURGO
6 ore
Ciclista deceduto sul ciglio della strada
Il 69enne era stato trovato privo di sensi, i tentativi di rianimarlo sono stati inutili
BASILEA CITTÀ
6 ore
Incidente in piscina, bimba in condizioni critiche
Sono stati due ragazzi a estrarre la piccola dall'acqua
VAUD
7 ore
Kitesurfer gravemente ferito dall'elica di una barca
L'incidente al largo di Montreux, un 21enne è stato trasportato in ospedale
SVIZZERA
10 ore
Vaiolo delle scimmie, c'è il primo caso in Svizzera
Stando all'UFSP è stato riscontrato nel canton Berna, l'allerta non è alta: «Monitoriamo la situazione»
ZURIGO
12 ore
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
14 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
15 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
18 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
1 gior
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile