Keystone
SVIZZERA
18.01.21 - 10:440
Aggiornamento : 11:19

È iniziata la prima scuola reclute del 2021

In tutto vi parteciperanno circa 12'000 reclute e 2'800 quadri. Alcuni però inizieranno l'apprendimento da casa.

Fra di loro anche 190 donne, un numero in crescita rispetto agli scorsi anni ma che rimane sotto all'1%.

BERNA - Grazie a specifiche misure di protezione e di comportamento, oggi ha potuto prendere avvio la prima scuola reclute del 2021. Tra i provvedimenti figurano l'entrata in servizio scaglionata dei militari e una visita sanitaria d’entrata obbligatoria comprendente un test COVID-19. 

Oggi è entrato in servizio fisicamente in caserma circa il 60% delle 12'000 reclute attese. In una seconda fase, l'8 febbraio, seguirà il restante 40%, che assolve dapprima un programma di apprendimento da casa. In tal modo i militari che dovessero risultare positivi al test del coronavirus possono essere assistiti in maniera ottimale e possono essere attuate le relative misure d’isolamento e di quarantena.

Concetto di protezione - A seguito della pandemia, per le scuole reclute e dei quadri vigono inoltre misure di protezione e di comportamento specifiche. Il concetto di protezione si è già dimostrato efficace durante la SR 2/2020 e continua ad essere attuato sistematicamente nonché adeguato alla situazione qualora necessario.

Nel quadro della visita sanitaria d'entrata obbligatoria, a ognuna delle circa 12'000 reclute e a ognuno dei circa 2'800 quadri viene eseguito un test del SARS-CoV-2 entro le prime 48 ore dall'entrata in servizio. Le analisi dei test vengono effettuate da un laboratorio civile. Tutti i militari dovranno trascorrere le prime settimane, inclusi i fine settimana, nelle caserme. Tale misura consente di proteggere non solo loro stessi ma anche la loro cerchia privata.

Tutti i militari della SR 1/2021 sono stati preventivamente informati riguardo alle misure di protezione mediante una lettera e hanno inoltre ricevuto due mascherine igieniche per il viaggio fino alle caserme. Per l'intera durata della SR, l'esercito garantisce a ogni militare una disponibilità sufficiente di mascherine igieniche. 

Incrementato il numero di donne - Tra le quasi 12'000 reclute vi sono 190 donne, che assolvono il servizio militare volontariamente. Il numero di donne che affrontano la scuola reclute è dunque aumentato per il terzo anno consecutivo (gennaio 2019: 120, gennaio 2020: 171). La percentuale di donne nell'Esercito svizzero continua a essere di poco inferiore all'uno per cento.

Inoltre durante la scuola reclute 47 comandanti d'unità, 427 capisezione, 206 sottufficiali superiori e 2'177 sottufficiali svolgeranno il loro servizio per il conseguimento del grado.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 min
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
4 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
4 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
6 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
9 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
9 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
9 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
9 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
11 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
12 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile