keystone
BERNA
17.01.21 - 12:330

Vaccino: «La Svizzera ha agito bene, le critiche sono inopportune»

Il responsabile di Moderna loda il lavoro del governo federale: «Ha puntato sui cavalli giusti»

Moderna sarà in grado di consegnare i 7,5 milioni e mezzo di dosi ordinate dalla Svizzera in più tranche entro l'estate del 2021.

BERNA - Il responsabile europeo dell'azienda biotecnologica Moderna non comprende le critiche alla strategia di approvvigionamento del Consiglio federale per i vaccini contro il coronavirus. Dan Staner ritiene che il governo svizzero abbia fatto un buon lavoro e che non debba essere rimproverato.

I «cavalli giusti» - «La Svizzera ha puntato sui cavalli giusti. Con Moderna e Pfizer/Biontech, ci sono due vaccini sul mercato che sono già in uso», ha detto Staner in un'intervista al domenicale "Sonntagsblick". Ci è voluto molto coraggio per riconoscere il potenziale dei singoli vaccini mentre erano ancora in fase di test e poi anche aggiudicarseli.

Le prospettive - Moderna sarà in grado di consegnare i 7,5 milioni e mezzo di dosi ordinate dalla Svizzera in più tranche entro l'estate del 2021. «Se tutto va come previsto, poco meno della metà della popolazione potrebbe essere curata con il nostro vaccino entro l'estate», ha precisato il losannese.

Occorre una «strategia efficiente» - Ciò dovrebbe piazzare la Svizzera fra i primi Paesi a livello internazionale per la fornitura di vaccini alla popolazione nella prima metà del 2021, ha detto Staner. «Tuttavia, il successo non dipende solo da noi. La vaccinazione richiede tempo e una strategia efficiente. E questa è responsabilità delle autorità».

La Confederazione non godrà di un trattamento speciale nelle commesse future solo perché è stato il primo Paese a optare per Moderna, ha sottolineato il responsabile europeo dell'azienda biotecnologica. «Ogni paese merita di essere trattato allo stesso modo». «La gente soffre allo stesso modo in tutto il mondo. In questi tempi, nessuno merita un trattamento speciale», afferma.

Nessuna scorta - Staner ha anche detto che Moderna non fa scorta di vaccini per poi consegnarli solo quando un paese li ordina. Ogni dose prodotta viene consegnata immediatamente.

Ricerca decennale - Riguardo ai timori che il vaccino possa non essere sicuro a causa di un breve periodo di sviluppo e di approvazione, il responsabile europeo sottolinea: «Abbiamo già fatto ricerche sui vaccini mRNA per dieci anni. Il successo era solo una questione di tempo».

Il vaccino è in sperimentazione clinica per circa un anno. «L'abbiamo testato su oltre 30'000 persone di età, origini e precedenti diversi. I dati degli studi clinici mostrano chiaramente che non ci sono gravi effetti collaterali di cui preoccuparsi e che il preparato ha una forte efficacia contro la malattia». Questo, ha notato, ha dato alle numerose autorità di regolamentazione per i farmaci la fiducia necessaria per approvare il vaccino.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
56 min
Ecco perché all'improvviso il Canada è un paese a rischio
La decisione è stata comunicata dall'UFSP mezz'ora prima che entrasse in vigore
VALLESE
2 ore
Il Barry avrà il suo parco a tema
Uno spazio di 20'000 metri quadri che sarà un luogo per conoscere i cani San Bernardo
SVIZZERA
2 ore
I test fai da te potrebbero salvare gli eventi estivi
Nonostante i previsti allentamenti, il settore chiede una maggior sicurezza per pianificare il proprio futuro.
SVIZZERA
3 ore
Moderna conferma la “versione Lonza” di Berset
ll vicepresidente della società: «Vendiamo dosi di vaccino, non linee di produzione»
ZERMATT
4 ore
Precipita in montagna, muore un 17enne
Il giovane stava aggiustando gli attacchi dei suoi ramponi, quando ha perso l'equilibrio ed è caduto nel vuoto.
SONDAGGIO
SVIZZERA
4 ore
È ora di passare a un Consiglio federale con nove membri?
In questo modo sarebbe possibile includere adeguatamente nel Governo tutte le forze politiche
SVIZZERA
8 ore
La campagna vaccinale ha messo il turbo
Quasi 270'000 le dosi inoculate la scorsa settimana. Questo equivale a un +74% rispetto ai sette giorni precedenti.
SVIZZERA
8 ore
Altri 2'205 casi in Svizzera, i decessi sono 4
Scende il tasso di positività, oggi a quota 6,8%, mentre sono 85 le nuove ospedalizzazioni.
VALLESE
10 ore
Sprofonda nel crepaccio e muore sotto gli occhi del figlio
La tragedia è avvenuta ieri mattina sul ghiacciaio di Fee, sopra a Saas-Fee.
SVIZZERA
11 ore
«Berna non sa quel che vuole»
Un documento della Commissione europea rivela «la mancanza di volontà» del Governo a concludere un accordo con l'Ue.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile