Archivio Keystone
SVIZZERA
14.01.21 - 18:120

Dopo la crisi sanitaria, quella climatica

Nell'ambito del Congresso svizzero dell'elettricità, Sommaruga ha definito il 2021 come «anno dell'energia»

BERNA - Dopo il 2020 caratterizzato dalla crisi pandemica, ci troviamo ora di fronte a un'altra crisi, quella climatica, di cui stiamo già avvertendo i segni premonitori. Lo ha detto la consigliera federale Simonetta Sommaruga in apertura del quindicesimo Congresso svizzero dell'elettricità.

Gli eventi meteorologici estremi, le siccità e le inondazioni sono in aumento. Il cambiamento climatico è da tempo parte della nostra vita quotidiana e ci riguarda tutti, ha detto la ministra dell'ambiente in base al suo discorso scritto.

Rivolgendosi ai partecipanti al congresso, che si tiene in modo virtuale, Sommaruga ha chiesto il loro sostegno per rendere redditizia la decarbonizzazione dell'economia. «Se vogliamo rinunciare al petrolio e al gas naturale, abbiamo bisogno di alternative: dobbiamo puntare maggiormente su teleriscaldamento, energia solare, legno e forza idrica».

Per riuscirci Sommaruga punta sulla legge sul Co2, sulla quale saremo probabilmente chiamati a votare in giugno. Grazie a essa, i proprietari immobiliari riceveranno aiuti per ristrutturare gli edifici o per sostituire i riscaldamenti. Sovvenzioni sono anche previste per le reti di teleriscaldamento e la stazioni di ricarica per auto elettriche nei complessi residenziali. Queste misure, afferma la consigliera federale, andranno a vantaggio del clima, ma anche delle PMI che potranno beneficiare di importanti contratti.

Un altro passo sarà compiuto con la nuova Legge sull'approvvigionamento elettrico, il cui messaggio è atteso per metà anno. «Il suo obiettivo è rafforzare la produzione di elettricità rinnovabile, ma anche integrare le energie rinnovabili nel mercato», ha aggiunto Sommaruga definendo il 2021 un «anno dell'energia».

Il quindicesimo Congresso svizzero si tiene in presenza di quattrocento rappresentanti della politica, dell'economia e del settore dell'elettricità. È organizzato dalla AES a da Electrosuisse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
10 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
10 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
13 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
16 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
16 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
16 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
18 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile