Archivio Keystone
SVIZZERA
13.01.21 - 12:530

L'Italia può chiedere quelle informazioni fiscali

Si tratta della decisione del TAF in merito al ricorso di due contribuenti che si opponevano alla richiesta di Roma

SAN GALLO - Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani, che si opponevano alla trasmissione di informazioni bancarie a Roma. I giudici sangallesi hanno ritenuto ammissibile questa domanda raggruppata di assistenza amministrativa in materia fiscale. Gli interessati ora possono comunque rivolgersi al Tribunale federale (TF).

Lo scorso febbraio, l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha accolto una domanda proveniente dall'Italia riguardo due soggetti, considerati «recalcitranti» ai sensi degli accordi stipulati. Una decisione a cui gli interessati si sono opposti, coinvolgendo il TAF.

In una sentenza pubblicata oggi però, il tribunale non si schiera dalla loro parte. Esso constata infatti che la richiesta italiana soddisfa tutte le condizioni previste dalla Convenzione per evitare la doppia imposizione siglata fra Berna e Roma, dal protocollo aggiuntivo e dall'ordinanza sull'assistenza amministrativa fiscale. I giudici hanno considerato inoltre rispettati i principi definiti dal TF sul tema.

Inoltre, il TAF ritiene che il modello di comportamento che definisce i contribuenti detti recalcitranti permette di escludere ogni sorta di "fishing expedition" (richieste di informazioni generalizzate prive di chiari legami a indagini) da parte delle autorità della vicina Penisola. Questa pratica è esclusa dagli accordi tra Svizzera e Italia.

La domanda contiene dunque tre elementi essenziali. In primis, il gruppo messo nel mirino è descritto nei dettagli e, in secondo luogo, vi sono motivi chiari che lasciando intendere violazioni degli obblighi fiscali. Infine, sono anche indicate precisamente le ragioni per cui tali informazioni bancarie sarebbero utili per le autorità di Roma.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
1 ora
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
2 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
3 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
5 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
5 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
6 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
7 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
8 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
9 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
10 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile