20 minutes / UFSP
SVIZZERA
08.01.21 - 23:540

La campagna dell'UFSP "derubata" da scettici e no-vax

La grafica è la stessa, il messaggio contrario: "Io non mi vaccinerò", con il volto di un sedicente operatore sanitario

L'esperto: «Non credete subito a tutto quello che vedete».

Fonte 20 minutes/ Yannick Weber Lauren von Beust
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

BERNA - "Io mi farò vaccinare". La campagna dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) partita lunedì 4 gennaio passa anche dai volti degli operatori sanitari. Così sono comparsi dei poster con la professoressa Solange Peters, dell’Ospedale universitario di Losanna,
Martine Ruggli, farmacista, il dottor Carlo Calanchini dell’Ospedale Malcantonese, Nadya Caviezel, assistente di convalescenza psichiatrica. Ma, parallelamente, online ne sono comparsi altri molto simili, con il messaggio completamente diverso. 

"Non mi farò vaccinare" si legge sui volantini "fake". La grafica è la stessa, ma il messaggio opposto. Ma circolano molto nelle chat e nei gruppi Facebook degli scettici del Covid-19 e del vaccino ("Stop alla dittatura sanitaria", "Non alle mascherine"). Poco importa che sopra vi sia chiaramente scritto che il nome della "dottoressa" è fittizio e l'autore sia la "Federazione svizzera per la protezione dei vaccini", che non esiste. A queste persone interessa che la donna "come un gran numero di suoi colleghi" li inviti ad attendere prima di subire una "terapia genetica" perché vi sarebbero dei "rischi inerenti la vaccinazione".

Dei falsi volantini se ne sta già occupando il servizio giuridico dell'UFSP. «Non è la prima volta che qualcuno modifica o abusa delle nostre campagne - spiega a 20 minutes un portavoce -. Ma è inaccettabile, oltre a violare i diritti d'autore». E aggiunge: «Questo caso dimostra che non tutti fanno campagna e comunicazione utilizzando mezzi leali». I professionisti che figurano nella campagna pro vaccino dell'UFSP, invece, lo fanno volontariamente e non ricevono compensi.

Vincent Antonioli, esperto di marketing a Vevey, fa notare come «nel caso specifico sia effettivamente difficile distinguere l'originale da quello falso». Questo - gli fa eco Stéphan Koch, esperto di strategia digitale e sicurezza informatica - «potrebbe chiaramente influenzare le persone indecise o preoccupate dal vaccino». Per Antonioli, però, «i giovani dovrebbero essere in grado immediatamente di capire che si tratta di un fake».

Da qui, il consiglio (di Koch): «Quando la fonte di un messaggio non è facilmente riconoscibile, dovrebbe sorgere il dubbio se sia o meno veritiero. Più sono "sensazionali" o "emotive" le informazioni, più è bene prendersi il tempo di approfondire la veridicità di ciò che vediamo/sentiamo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
1 ora
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
2 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
2 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
3 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
4 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
5 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
6 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
7 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
SVIZZERA
10 ore
Roche prepara il test antigenico per Covid e influenza
Il kit combinato permetterà di ottenere i risultati in 30 minuti
SVIZZERA
18 ore
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile