20 Minuten / Michael Scherrer
SVIZZERA
08.01.21 - 07:300
Aggiornamento : 09:54

La scuola reclute comincia “a distanza”

Con la pandemia che non molla la presa, l'esercito ha deciso d'introdurre l'home schooling

Per le prime tre settimane, una parte dei giovani seguirà da casa una preparazione teorica e fisica

Fonte 20 Minuten / Daniel Krähenbühl
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

BERNA - Sono circa dodicimila i giovani svizzeri che quest'anno cominceranno la scuola reclute. Ma con l'attuale situazione epidemiologica legata al coronavirus, anche l'esercito si deve ripensare. Per molti di loro l'esperienza militare inizierà pertanto restando a casa. Non se ne staranno però con le mani in mano.

Se nel mondo professionale attualmente la parola d'ordine è “telelavoro”, lo stesso vale così per le reclute, che per le prime tre settimane si formeranno a distanza. Insomma, si parla quindi dell'introduzione del cosiddetto “home schooling”, che permetterà alle giovani leve di acquisire le conoscenze di base necessarie per la loro esperienza nell'esercito. Durante questo periodo, le reclute si dovranno preparare in particolare su nozioni relative all'arma personale, alla difesa NBC, all'aiuto ai compagni e alle regole di servizio.

Non si tratta comunque soltanto di una preparazione su conoscenze teoriche, ma anche di allenamento fisico. Il sapere delle reclute come pure le loro condizioni fisiche saranno poi verificate nel momento in cui si trasferiranno in caserma. «Se ci si vuole preparare in maniera adeguata, ci aspettiamo sei ore di apprendimento quotidiano e quattro ore di sport alla settimana» afferma il portavoce dell'esercito Daniel Reist, interpellato da 20 Minuten.

In questo modo, l'esercito intende quindi permettere un'entrata in servizio scaglionata. Una parte dei giovani si recherà infatti in caserma il prossimo 18 gennaio, come previsto. Mentre per tutti gli altri scatterà la formazione a distanza, che terminerà poi l'8 febbraio.

Anche durante il periodo di formazione a distanza, come sottolinea l'esercito, le persone obbligate al servizio sottostanno al diritto penale militare. E così come avviene per i giovani in servizio in caserma, pure a chi si trova presso il proprio domicilio dalle 24 di domenica fino alle 8 di sabato non è consentito condurre veicoli privati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
44 min
15enni su una moto rubata si scontrano con un'auto
I due adolescenti sono finiti in ospedale
FOTO
FRIBURGO
1 ora
Parcheggio sotterraneo distrutto da un incendio
Diversi veicoli sono stati distrutti nella notte
GRIGIONI
1 ora
Tragedia sul Piz Russein: due morti
Sono stati travolti da una valanga a lastroni, che li ha trascinati per quasi 1000 metri.
ZURIGO
12 ore
«Dai 10 anni devono poter decidere se vaccinarsi»
Il tema è di forte attualità. E l'UFSP ha aperto il dibattito anche sui social.
BERNA
16 ore
Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa
L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: in calo casi, ricoveri e decessi
Rispetto a quella precedente, la scorsa settimana tutti gli indicatori sull'andamento epidemiologico sono diminuiti.
SVIZZERA
19 ore
Il radar “sfasato” che la polizia svizzera continua a usare
Può segnare fino a 11 km/h in più e ha problemi con le superfici rifrangenti, l'allarme dal produttore
BERNA
20 ore
Covid: 2300 positivi e 42 vittime
Sull'arco di due settimane, il numero totale di infezioni scende a 18'893.
ZURIGO
21 ore
I ricercatori dell'ETH scoprono il tallone d'Achille del coronavirus
Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di un medicinale per combattere il Covid-19.
SVIZZERA
22 ore
Disoccupazione e penuria di personale, il paradosso post Covid
Se da un lato le aziende licenziano dipendenti, dall'altro cercano nuovo personale diversamente qualificato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile