20 Minuten / Michael Scherrer
SVIZZERA
08.01.21 - 07:300
Aggiornamento : 09:54

La scuola reclute comincia “a distanza”

Con la pandemia che non molla la presa, l'esercito ha deciso d'introdurre l'home schooling

Per le prime tre settimane, una parte dei giovani seguirà da casa una preparazione teorica e fisica

Fonte 20 Minuten / Daniel Krähenbühl
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

BERNA - Sono circa dodicimila i giovani svizzeri che quest'anno cominceranno la scuola reclute. Ma con l'attuale situazione epidemiologica legata al coronavirus, anche l'esercito si deve ripensare. Per molti di loro l'esperienza militare inizierà pertanto restando a casa. Non se ne staranno però con le mani in mano.

Se nel mondo professionale attualmente la parola d'ordine è “telelavoro”, lo stesso vale così per le reclute, che per le prime tre settimane si formeranno a distanza. Insomma, si parla quindi dell'introduzione del cosiddetto “home schooling”, che permetterà alle giovani leve di acquisire le conoscenze di base necessarie per la loro esperienza nell'esercito. Durante questo periodo, le reclute si dovranno preparare in particolare su nozioni relative all'arma personale, alla difesa NBC, all'aiuto ai compagni e alle regole di servizio.

Non si tratta comunque soltanto di una preparazione su conoscenze teoriche, ma anche di allenamento fisico. Il sapere delle reclute come pure le loro condizioni fisiche saranno poi verificate nel momento in cui si trasferiranno in caserma. «Se ci si vuole preparare in maniera adeguata, ci aspettiamo sei ore di apprendimento quotidiano e quattro ore di sport alla settimana» afferma il portavoce dell'esercito Daniel Reist, interpellato da 20 Minuten.

In questo modo, l'esercito intende quindi permettere un'entrata in servizio scaglionata. Una parte dei giovani si recherà infatti in caserma il prossimo 18 gennaio, come previsto. Mentre per tutti gli altri scatterà la formazione a distanza, che terminerà poi l'8 febbraio.

Anche durante il periodo di formazione a distanza, come sottolinea l'esercito, le persone obbligate al servizio sottostanno al diritto penale militare. E così come avviene per i giovani in servizio in caserma, pure a chi si trova presso il proprio domicilio dalle 24 di domenica fino alle 8 di sabato non è consentito condurre veicoli privati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
TURGOVIA
5 ore
A 77 anni in carcere per non pagare la multa
Una donna turgoviese si è presentata ieri davanti alla prigione di Frauenfeld per espiare la sua pena.
SVIZZERA
6 ore
Vinto il jackpot di Euromillions più alto di sempre
Sette persone hanno invece portato a casa 700mila franchi a testa.
SVIZZERA
10 ore
L'UDC rimane saldamente il primo partito svizzero
Segue il PS, che ha alle calcagna PLR, Alleanza del Centro e Verdi, secondo l'ultimo Barometro elettorale della SSR
SVIZZERA
10 ore
«Perso il 28% del fatturato a causa del certificato»
Lo rileva un sondaggio condotto da GastroSuisse dopo l’introduzione dell’obbligo.
FOTO
ZUGO
12 ore
Violento frontale, due automobiliste all'ospedale
L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla cantonale tra Baar e Neuheim.
SVIZZERA
14 ore
Vaccinazioni: 8'757 casi con effetti collaterali
Si tratta all'incirca di otto casi ogni 10'000 inoculazioni effettuate nel nostro Paese.
SVIZZERA
15 ore
Si resta sotto i mille contagi
Si contano anche 22 nuovi ricoveri. Sempre di meno i pazienti Covid-19 in cure intense.
SVIZZERA
15 ore
Legge Covid-19 «discriminatoria e arbitraria»
I democentristi invitano il popolo a respingere il testo che andrà in votazione il prossimo 28 novembre.
GINEVRA
18 ore
Sferrò un calcio all'avversario, finirà in carcere
È stato condannato l'uomo che nel 2018 tirò un calcio in faccia a un avversario durante una partita di Quarta Lega.
SVIZZERA
18 ore
Legge Netflix: «Una truffa ai danni di consumatori e giovani»
Il comitato che intende lanciare un referendum contro la Legge ha presentato le sue argomentazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile