Immobili
Veicoli
tio/20minuti
GRIGIONI
20.12.20 - 18:580

Vacanze di Natale sugli sci nei Grigioni? La decisione è attesa per domani

Diversi cantoni hanno già decretato la chiusura. Per ora restano aperti i comprensori vallesani, bernesi e grigionesi

Negli scorsi giorni il Governo zurighese auspicava il blocco degli impianti di risalita in tutta la Svizzera

COIRA - A partire dal prossimo martedì 22 dicembre in tutta la Svizzera scatteranno i nuovi e più restrittivi provvedimenti contro la pandemia. Si tratta in particolare della chiusura di bar e ristoranti, ma anche d'impianti sportivi e per il tempo libero. In montagna si continuerà però a sciare.

Le misure comunicate lo scorso venerdì dal Consiglio federale non riguardano infatti le stazioni sciistiche. L'apertura delle piste durante le vacanze di Natale sottostà infatti a un'autorizzazione cantonale che viene rilasciata sulla base della situazione epidemiologica locale.

E proprio negli scorsi giorni i primi cantoni hanno decretato la chiusura degli impianti: si tratta di Zurigo, San Gallo e diversi cantoni della Svizzera centrale. Al momento restano invece aperti, fino a nuovo avviso, i comprensori bernesi, vallesani e grigionesi.

I Grigioni decidono domani - Per quanto riguarda quelli grigionesi, una decisione sarà comunque presa e comunicata domani, lunedì 21 dicembre. Al termine di questo weekend le autorità valuteranno infatti la situazione sulla base dei dati più recenti, anche in relazione al tasso d'occupazione dei reparti di terapia intensiva, come fa sapere Daniel Camenisch, responsabile della comunicazione grigionese in merito al coronavirus, interpellato dalla SonntagsZeitung. Per le autorità si tratta di capire quanto incidono gli infortuni sulla neve sulla capacità degli ospedali.

Ogni anno - come scrive ancora il domenicale - si contano circa 76'000 incidenti sulle piste. Tra il 24 e il 26 dicembre, gli elicotteri della Rega effettuano fino a 160 trasporti di sciatori infortunati.

Zurigo vuole chiudere tutto - Per evitare un sovraffollamento degli ospedali, la scorsa settimana, il Governo zurighese chiedeva la chiusura delle stazioni sciistiche in tutta la Svizzera. «Non è comprensibile che gli impianti sportivi debbano chiudere, mentre in montagna si continua a sciare nonostante il rischio di contagio e di restare vittima di un incidente» si leggeva in una nota.

Nel frattempo, sempre negli scorsi giorni, le autorità vallesane hanno invece dato un preavviso favorevole a 48 comprensori sciistici. Un preavviso che sarà poi confermato o meno sulla base della situazione epidemiologica. In Vallese soltanto quattro gestori d'impianti non hanno fatto richiesta per l'apertura durante le vacanze di Natale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Migliaia di certificati Covid non saranno più validi
La validità dell'attestazione sarà ridotta a 270 giorni. La misura toccherà chi si è vaccinato prima del 6 maggio 2021
ARGOVIA
3 ore
Cadavere nella grotta, i genitori dell'omicida: «Resta sempre nostro figlio»
Il 22enne, che rischia oltre 16 anni di carcere, sta già scontando anticipatamente la pena.
VAUD
5 ore
«Fosse stato bianco sarebbe ancora vivo»
Circa sei mesi fa un uomo è stato ucciso da un poliziotto a Morges
SVIZZERA
6 ore
La gestione del lupo è efficace
Secondo uno studio, l'abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le uccisioni di bestiame
SVIZZERA
6 ore
Una falla di sicurezza nel portale clienti di AutoPostale
Tra maggio 2021 e gennaio 2022 oltre 1'700 dati non erano protetti. Ora il problema è stato risolto
SVIZZERA
8 ore
Nel 2021 la terra ha tremato oltre mille volte
Tre sismi su suolo elvetico hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 4.0: «Un numero più alto del solito».
SVIZZERA
9 ore
Lavoro ridotto, Berna proroga le misure fino a marzo
Il Consiglio federale ha adeguato l'ordinanza Covid-19 a sostegno delle imprese
SVIZZERA
11 ore
Record assoluto di casi in Svizzera: oltre 43mila in 24 ore
In discesa, con il 24,9%, il tasso di occupazione dei pazienti Covid in terapia intensiva.
ZURIGO
12 ore
Nessuna settimana dei "super contagi": «Le misure vanno revocate»
La Task Force aveva previsto una «settimana di super infezioni» per la fine di gennaio.
BASILEA CITTÀ
14 ore
Il mistero dei “cubi” arancioni
Si tratta di geofoni per la localizzazione di fonti di acqua termale per la realizzazione di un impianto geotermico
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile