screenshot Twitter
SVIZZERA
14.12.20 - 21:530
Aggiornamento : 15.12.20 - 07:48

«Forse deve smetterla di guardare le conferenze stampa»

Il consigliere federale è sommerso dai messaggi degli "hater". E a volte risponde per le rime

Su Twitter risposta piccata alla provocazione di una cittadina. Che accusava il consigliere federale di terrorizzare la popolazione

BERNA - I social in Svizzera sono impazziti dopo la conferenza stampa di venerdì da Palazzo federale. Una pioggia di critiche si è riversata in particolare su Alain Berset, via Twitter. Il ministro della salute è accusato di «terrorizzare» la popolazione. E non sempre incassa in silenzio. 

Nei giorni successivi alla conferenza, una "hater" particolarmente accanita nei confronti del consigliere federale ha avuto pan per focaccia. Tra i messaggi di Twitter ne ha trovato uno proveniente nientemeno che dall'account di Berset. Pochi caratteri: «Allora forse è ora che la smetta di guardare le conferenze stampa» recita il messaggio. 

«Uno dei miei tweet deve aver colpito nel segno» commenta la donna in un post, pur ammettendo di non sapere come interpretare esattamente il messaggio. La risposta stizzita di un social media manager più stressato del solito? La trovata di un hacker, che si è impossessato dell'account del consigliere federale? Le speculazioni sono proliferate sul social network. Un ministro che si scomoda a scrivere a una semplice cittadina? «È il 2020, può succedere di tutto» osserva qualcuno. 

E in effetti, è andata proprio così. L'autore del messaggio polemico sarebbe proprio Berset in persona: «Ha voluto rispondere» ha confermato a 20 Minuten il portavoce Peter Lauener. La destinataria sarebbe solita pubblicare «dozzine di tweet al giorno» contro il consigliere federale, «a volte in modo molto scortese». Davanti all'ultimo - in cui si chiedeva «quanta gente muoia» di terrore, a guardare le conferenze stampa federali - Berset non ce l'ha fatta più. 

Certo, fa strano immaginare che con la crisi attuale il ministro della Salute abbia tempo per rispondere ai provocatori. E infatti «succedere raramente» assicura Lauener. «Di solito è il team di comunicazione a gestire l'account». I toni su Twitter e Facebook negli ultimi tempi si sarebbero alzati parecchio. «Invitiamo tutti al rispetto e alla decenza. Su Facebook abbiamo attivato dei blocchi, e segnaliamo alla polizia ogni tipo di minaccia». 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
12 ore
Code a mai finire e trasporti al collasso, la Confederazione è preoccupata
Per Michael Töngi, consigliere nazionale dei Verdi, la soluzione è il mobility pricing, anche in favore
SAN GALLO
13 ore
Cervelat con un chiodo: «I bambini potevano farsi male»
Un'esca crudele per animali è stata trovata in un parco giochi. La polizia: «Non è la prima volta»
BERNA
16 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
18 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
19 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
22 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
1 gior
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
1 gior
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
1 gior
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile