Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
09.12.20 - 18:350

Chirurgica o di stoffa, quale inquina di più?

L'Empa ha esaminato l'impatto ambientale. Non tutti, però, si ricordano che anche quella comunitaria va buttata.

BERNA - La mascherina è ormai un accessorio che fa parte del quotidiano di ognuno di noi. Sono indispensabili per salvaguardare la salute e proteggere dal contagio da coronavirus. Chirurgiche o di stoffa, sono quindi moltissime quelle che vengono gettate ogni giorno nel cestino. Tanto che il Laboratorio federale di prova ei materiali e di ricerca (Empa) ha deciso di chinarsi anche sull'analisi dell'impatto ambientale. «L'obiettivo è che le mascherine possano essere ottimizzate in termini di sostenibilità già nella fase di progettazione», ha spiegato la ricercatrice Claudia Som.

13 chirurgiche o due di stoffa - Lo studio ha comparato il ciclo di vita delle mascherine di tipo chirurgico usa e getta con quelle in tessuto. I criteri? Produzione di gas a effetto serra, consumo di energia, consumo di acqua e impatto ambientale complessivo di produzione, uso e smaltimento. La base? Le necessità di una persona che prende i mezzi pubblici per andare al lavoro ogni giorno durante una settimana e che si reca tre volte a fare acquisti. Seguendo le raccomandazioni della Task Force Covid-19 della Confederazione, questo individuo dovrebbe utilizzare o due maschere di stoffa alla settimana, che vengono lavate a 60°C dopo l'uso e gettate dopo cinque lavaggi, oppure 13 maschere chirurgiche monouso in polipropilene.

Chi l'avrebbe mai detto? - I calcoli dell'Empa mostrano che i prodotti in tessuto di cotone sono migliori delle mascherine chirurgiche per quanto riguarda il consumo energetico e il bilancio dei gas a effetto serra. La mascherina chirurgica ha invece prestazioni migliori in termini di consumo di acqua e di impatto ambientale complessivo. La produzione del cotone implica infatti un'alta intensità di consumo d'acqua a causa dell'irrigazione, della fertilizzazione e dell'uso di pesticidi, spiega il ricercatore dell'Empa Roland Hischier.

Se resistono 20 o più lavaggi il risultato si ribalta - Il discorso, però, cambia quando le mascherine in stoffa hanno un ciclo di vita più lungo, in quanto il loro lavaggio ha poco impatto rispetto alla produzione. Prolungandone la durata di vita fino a venti o più lavaggi i prodotti di stoffa possono quindi risultare migliori anche per l'impatto sull'ambiente.

Lo studio prosegue, per prodotti migliori - «Si tratta di una prima semplice analisi del ciclo di vita che ci ha permesso di identificare i fattori ecologici rilevanti», precisa la ricercatrice dell'Empa. Ora si prenderanno in considerazione fattori supplementari, quali le varie alternative di tessuti, i trattamenti battericidi e le produzioni biocompostabili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
1 ora
Due morti e nove feriti sul massiccio del Grand Combin
È il bilancio dell'incidente che si è verificato questa mattina in Vallese
SAN GALLO
2 ore
Trovato morto un base jumper
Sono diverse le domande ancora senza risposta: era con qualcuno? Perché è precipitato?
VALLESE
4 ore
Alpinisti travolti dai ghiacci sul Grand Combin, ci sono vittime
Degli alpinisti sono stati sorpresi dalla caduta di seracchi questa mattina in Vallese
SVIZZERA
5 ore
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso dell'oligarca
Gennady Timchenko aveva sporto denuncia per il sequestro di conti bancari di cui è beneficiario
SVIZZERA
5 ore
No a una task force per bloccare i patrimoni russi
Secondo il Consiglio federale, l'attuale sistema funziona
SVIZZERA
9 ore
Ecco le firme contro l'acquisto degli F-35
L'alleanza "Stop F-35" fa sapere di aver raccolto le 100'000 sottoscrizioni necessarie per la sua iniziativa
SVIZZERA
18 ore
Vaiolo delle scimmie: terzo caso in Svizzera
Lo ha indicato l'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
19 ore
Pipistrelli, ratti, scimmie e... cammelli: cosa dobbiamo aspettarci dalle zoonosi del futuro
Ce lo spiega l'epidemiologo dell'Uni di Berna Christian Althaus: «Animali che contagiano l'uomo? Non è una novità»
FOTO
SOLETTA
1 gior
Colpita da una pianta a bordo fiume, grave una donna
L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno a Olten, sulle rive dell'Aare.
APPENZELLO ESTERNO
1 gior
Scivola sulla neve, cade e perde la vita
Il corpo del 44enne è stato trovato per caso da alcuni escursionisti sul massiccio dell'Alpstein
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile