Immobili
Veicoli
Keystone
Il presidente del WEF Borge Brende
SVIZZERA
07.12.20 - 16:310
Aggiornamento : 23:32

Niente Bürgenstock, il WEF se ne va a Singapore

Garantire la sicurezza dei partecipanti in Europa sarebbe troppo complicato a causa della pandemia.

GINEVRA - L'edizione 2021 del Forum economico mondiale (WEF) non si terrà in Svizzera come inizialmente previsto, bensì a Singapore. Nel 2022 dovrebbe tornare a Davos(GR), hanno fatto sapere gli organizzatori.

Dopo un'attenta analisi e alla luce dell'attuale situazione in relazione ai casi di Covid-19 è stato deciso che Singapore sia la sede più appropriata per l'incontro, si legge in un comunicato diffuso dal WEF. Il cambiamento riflette la volontà di garantire la la salute e la sicurezza dei partecipanti. La decisione è stata presa oggi dal comitato esecutivo.

L'evento che riunisce una volta all'anno quella che viene considerata l'élite politico-economica del pianeta avrebbe dovuto tenersi l'anno prossimo dal 18 al 21 maggio sul Bürgenstock, montagna sul Lago dei Quattro Cantoni: la decisione era stata presa a inizio ottobre. In corsa vi era in un primo tempo anche Lugano. Ora però le condizioni sanitarie sembrano imporre un nuovo cambio di programma.

«Un vertice globale è di importanza cruciale per parlare del modo in cui possiamo riprenderci insieme», afferma Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del WEF, citato nella nota. «Lo Special Annual Meeting 2021 sarà un luogo in cui i leader dell'economia, dei governi e della società civile si incontreranno di persona per la prima volta dall'inizio della pandemia globale». La cooperazione tra ambito pubblico e quello privato è più che mai necessaria per ricostruire la fiducia e affrontare le difficoltà emerse nel 2020, si dice convinto l'82enne.

La scelta di Singapore - che presenta pochi casi di coronavirus al giorno - era nell'aria: se ne parlava ormai da diversi giorni. A nulla sono valsi gli interventi politici a Berna per esortare il consigliere federale Guy Parmelin a muoversi in favore della soluzione Lucerna-Bürgenstock.

L'edizione di quest'anno del forum si è svolta regolarmente a Davos, prima dello scoppio della crisi pandemica. Per il 2022 è previsto il ritorno nelle valli retiche. Per quanto riguarda quest'anno, nella cittadina grigionese è in programma un evento virtuale nella settimana che tradizionalmente sarebbe dedicata WEF, cioè fra il 25 e il 29 gennaio 2021.

Nei 50 anni di esistenza del WEF una volta sola l'incontro faro si è tenuta fuori dalla Svizzera: era successo nel 2002, quando sulla scia dei problemi di sicurezza si era svolto a New York. La Confederazione si era allora affrettata a stanziare milioni di franchi per migliorare la sicurezza dei congressisti e dal 2003 l'evento era tornato in patria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
20 min
Libero scambio di farmaci
Gli Stati Uniti e la Svizzera stanno lavorando a un'intesa sul settore dei medicamenti
SVIZZERA
1 ora
Dalla Russia con astuzia
Le Dogane segnalano 18 sospette violazioni delle sanzioni contro Mosca, ai confini elvetici
SVIZZERA
3 ore
Chi gonfia i prezzi con la scusa dell'inflazione?
Secondo Mister prezzi Stefan Meierhans e l'economista Sergio Rossi i "furbetti" non mancano
FOTO
SAN GALLO
3 ore
Auto pirata travolge due giovani
La vita di una 17enne è in pericolo, in gravi condizioni anche una 19enne
FOTO
LUCERNA
4 ore
È svizzero il brindisi più lungo del mondo
Più di 1'600 persone si sono riunite sulle rive della Reuss per alzare insieme i bicchieri, stabilendo così un record
GRIGIONI
17 ore
Incidente mortale sul Bernina
Tre motociclisti hanno perso la vita in uno scontro. Strada e ferrovia del trenino sono rimaste chiuse per tre ore
BERNA
19 ore
Schianto di un elicottero, stavano prelevando una mucca
Le due persone rimaste ferite nell'incidente sono due uomini di 49 e 26 anni. Un terzo pilota è invece rimasto illeso
SVIZZERA
21 ore
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
SVIZZERA
23 ore
Critiche al Governo, Cassis e Keller-Sutter con "l'estintore"
I due consiglieri federali, intervenuti all'assemblea dei delegati PLR, hanno smorzato le polemiche
SVIZZERA
1 gior
«Più cooperazione, anche con la NATO, per proteggere la Svizzera»
Il presidente del PLR Thierry Burkart favorevole anche all'acquisto di nuovi aerei da combattimento
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile