Keystone
Il presidente del WEF Borge Brende
SVIZZERA
07.12.20 - 16:310
Aggiornamento : 23:32

Niente Bürgenstock, il WEF se ne va a Singapore

Garantire la sicurezza dei partecipanti in Europa sarebbe troppo complicato a causa della pandemia.

GINEVRA - L'edizione 2021 del Forum economico mondiale (WEF) non si terrà in Svizzera come inizialmente previsto, bensì a Singapore. Nel 2022 dovrebbe tornare a Davos(GR), hanno fatto sapere gli organizzatori.

Dopo un'attenta analisi e alla luce dell'attuale situazione in relazione ai casi di Covid-19 è stato deciso che Singapore sia la sede più appropriata per l'incontro, si legge in un comunicato diffuso dal WEF. Il cambiamento riflette la volontà di garantire la la salute e la sicurezza dei partecipanti. La decisione è stata presa oggi dal comitato esecutivo.

L'evento che riunisce una volta all'anno quella che viene considerata l'élite politico-economica del pianeta avrebbe dovuto tenersi l'anno prossimo dal 18 al 21 maggio sul Bürgenstock, montagna sul Lago dei Quattro Cantoni: la decisione era stata presa a inizio ottobre. In corsa vi era in un primo tempo anche Lugano. Ora però le condizioni sanitarie sembrano imporre un nuovo cambio di programma.

«Un vertice globale è di importanza cruciale per parlare del modo in cui possiamo riprenderci insieme», afferma Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del WEF, citato nella nota. «Lo Special Annual Meeting 2021 sarà un luogo in cui i leader dell'economia, dei governi e della società civile si incontreranno di persona per la prima volta dall'inizio della pandemia globale». La cooperazione tra ambito pubblico e quello privato è più che mai necessaria per ricostruire la fiducia e affrontare le difficoltà emerse nel 2020, si dice convinto l'82enne.

La scelta di Singapore - che presenta pochi casi di coronavirus al giorno - era nell'aria: se ne parlava ormai da diversi giorni. A nulla sono valsi gli interventi politici a Berna per esortare il consigliere federale Guy Parmelin a muoversi in favore della soluzione Lucerna-Bürgenstock.

L'edizione di quest'anno del forum si è svolta regolarmente a Davos, prima dello scoppio della crisi pandemica. Per il 2022 è previsto il ritorno nelle valli retiche. Per quanto riguarda quest'anno, nella cittadina grigionese è in programma un evento virtuale nella settimana che tradizionalmente sarebbe dedicata WEF, cioè fra il 25 e il 29 gennaio 2021.

Nei 50 anni di esistenza del WEF una volta sola l'incontro faro si è tenuta fuori dalla Svizzera: era successo nel 2002, quando sulla scia dei problemi di sicurezza si era svolto a New York. La Confederazione si era allora affrettata a stanziare milioni di franchi per migliorare la sicurezza dei congressisti e dal 2003 l'evento era tornato in patria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
4 min
Vuoi un vigneto in Vallese? Basta 1 franco
L'uva non è più redditizia e i coltivatori se ne disfano a prezzi simbolici
BASILEA
1 ora
Bus contro un muro, 9 feriti
La neve ieri pomeriggio a Basilea ha causato un grave incidente
SVIZZERA
12 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
13 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
SVIZZERA
14 ore
«Introdurre una tassa per i non vaccinati»
Lo ha proposto Sanija Ameti, co-presidente del movimento Operation Libero
GRIGIONI
16 ore
In vacanza in hotel, ma solo se vaccinati o guariti
Al Kulm di St.Moritz la stagione turistica invernale inizia con una stretta sulle misure sanitarie
SVIZZERA
17 ore
«Presto potremmo dover decidere chi curare e chi no»
Il personale di cura lancia l'ennesimo allarme: le risorse sono scarse e i pazienti continuano ad aumentare.
SVIZZERA
18 ore
Un nuovo record di pacchi per la Posta
Sono 7,4 milioni quelli recapitati tra il 22 e il 30 novembre 2021. Centomila in più rispetto alla Cyber Week del 2020
SVIZZERA
19 ore
Decessi legati al Covid-19 quasi raddoppiati in una settimana
Il tasso di positività per 100mila abitanti è passato da 437,6 a 590,6: ben oltre il doppio del Ticino (269,2).
SVIZZERA
19 ore
Quarto caso di Omicron in Svizzera
La persona contagiata è rientrata nove giorni fa dal Sudafrica.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile