Immobili
Veicoli
Keystone
La montagna di Mitholz porta ancora i segni della terribile esplosione avvenuta nel 1947.
BERNA
07.12.20 - 12:400
Aggiornamento : 16:09

L'ex deposito di munizioni sarà sgomberato

Costruito durante la Seconda Guerra mondiale a Mitholz, contiene ancora 3'500 tonnellate di munizioni inesplose.

Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento della difesa di progettare i lavori di sgombero. Stando a un rapporto del 2018 il rischio di esplosioni è «più elevato del previsto». 170 persone dovranno traslocare entro il 2031.

BERNA - I residui di munizioni dell'ex deposito militare di Mitholz, nel canton Berna, devono essere sgomberati. Lo ha deciso venerdì il Consiglio federale incaricando il Dipartimento della difesa (DDPS) di progettare i lavori, misure di protezione comprese, e di sottoporgli entro l'autunno del 2022 un messaggio relativo al finanziamento.

I costi totali sono stimati a 500-900 milioni di franchi. Fino a quando non sarà disponibile un apposito decreto federale, il DDPS metterà a disposizione 40 milioni di franchi che verranno impiegati in particolare per la pianificazione, l'attuazione delle misure preliminari, indagini tecniche e per effettuare le prime espropriazioni.

Il DDPS dovrà anche valutare, a titolo preventivo, la possibilità di procedere con una copertura dei residui di munizioni come soluzione di ripiego, qualora per motivi tecnici o di sicurezza lo sgombero non fosse possibile o dovesse essere interrotto. Per proteggere la strada nazionale che dà accesso alla galleria del Lötschberg, collegamento importante tra Berna e Vallese, l'attuale tunnel di Mitholz verrà prolungato.

A causa della pandemia di coronavirus, indica l'esecutivo in una nota, non si sono potuti organizzare incontri informativi con la popolazione locale. La consigliera federale Viola Amherd ha pertanto inviato una lettera personale ai residenti e si è rivolta a loro con un videomessaggio.

Il governo ha oggi illustrato anche le prossime tappe: nel 2021 si procederà a una valutazione degli immobili di Mitholz interessati dalle misure, affinché si possano trovare soluzioni con i residenti che dovranno traslocare. Il DDPS cercherà il dialogo con le singole persone e le famiglie.

Esplosione nel 1947 - Il deposito di munizioni, costruito durante la Seconda Guerra mondiale sotto una montagna nei pressi di Mitholz, è parzialmente saltato in aria nel 1947. Secondo le stime, nel deposito ci sono ancora 3500 tonnellate di munizioni inesplose. Stando a un rapporto pubblicato nel giugno del 2018, il rischio di nuove esplosioni è più elevato del previsto.

I lavori di sgombero dovrebbero durare una decina di anni, con inizio previsto non prima del 2031. Il progetto avrà quindi un grande impatto sulla popolazione del luogo - circa 170 persone - che dovranno decidere se partire definitivamente o prevedere un futuro ritorno.

Secondo un sondaggio effettuato dalle autorità, con uno sgombero decennale l'80% degli intervistati intende trasferirsi. La maggioranza vorrebbe comunque rimanere nella regione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
SVIZZERA
2 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
2 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
2 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SAN GALLO
5 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
6 ore
Il Vallese toglie l'obbligo di mascherina a scuola
Si parte dalle elementari, seguiranno gli studenti delle medie. Altri annunci sono attesi «nelle prossime ore o giorni»
SVIZZERA
8 ore
Simboli nazisti: «La leggerezza si è diffusa»
I consiglieri nazionali del PS e del centro chiedono il divieto di simboli come la svastica e il saluto nazista.
FOTO
SCIAFFUSA
9 ore
Finisce nell'altra corsia, il frontale gli è fatale
Un 77enne è deceduto ieri tra Sciaffusa e Bargen
BERNA 
9 ore
«Il ruolo delle aziende per la salute è sottovalutato
È quanto rileva un'analisi del "think tank" liberale Avenir Suisse
SONDAGGIO TAMEDIA
10 ore
Dagli esperimenti sugli animali al tabacco: come voterete il 13 febbraio?
A breve ci esprimeremo su quattro temi federali. Partecipate al sondaggio di 20 minuti e Tamedia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile