KEYSTONE
Berset vuole inasprire le misure anti-contagio nelle località sciistiche svizzere.
SVIZZERA
30.11.20 - 06:300
Aggiornamento : 10:24

Berset vuole inasprire le misure anti-virus nelle località sciistiche

Continua il braccio di ferro tra Berna e gli operatori dei comprensori

BERNA - Si continua a parlare di stagione sciistica e dell'impatto che la pandemia in corso potrà avere, da un lato sull'economia dei comprensori e dall'altra sulla salute pubblica.

La Sonntagszeitung riferisce che giovedì e venerdì il consigliere federale Alain Berset ha informato i direttori dei Dipartimenti delle finanze e dell'economia di Vallese, Uri e Grigioni (nonché le Funivie svizzere) che le misure di protezione anti-contagio nelle stazioni sciistiche devono essere drasticamente inasprite.

Le misure - In che modo? Prima di tutto garantendo che non vengano a formarsi quegli assembramenti che si sono visti nelle scorse settimane e che hanno fatto tanto discutere. Poi, limitando la capacità degli impianti di risalita e creando delle aree di attesa davanti alle funivie e alle sciovie, nelle quali gli sciatori dovranno rispettare la distanza interpersonale. Ristoranti e baite dovranno chiudere i battenti alle 15 e i self-service non potranno essere in funzione. Il piano di protezione prevede anche una forte limitazione delle presenze: tra Natale e Capodanno si propone una capienza pari a due terzi della media degli ultimi cinque anni.

Le reazioni - Intervistato da 20minuten, Mario Davatz - degli impianti di risalita di Grüsch-Danusa nei Grigioni - pensa che le richieste di Berset siano esagerate: «Ci si limita a cedere alle pressioni dall'estero, anche se finora non è successo nulla alle funivie». Germania e Italia temono che i propri sciatori, non potendo divertirsi in patria, possano scegliere la Svizzera. I gestori degli impianti di risalita sono sicuri che l'inasprimento delle misure sia una risposta alle pressioni giunte dalle nazioni confinanti, ma Berna lo nega fortemente.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ugo202230 3 mesi fa su tio
Fox sta un, nuovo centro commerciale? Forse FoxTown😂😂😂😂😂
Lore61 3 mesi fa su tio
Datevi allo sci alpinismo, così hanno finito di scassare i marroni tutti quanti!
seo56 3 mesi fa su tio
C’è solo da chiudere!!!!!
Luca 68 3 mesi fa su tio
Tiziana calabresi. se qualcuno vicino a te muore di covid, di sicuro dopo ti interessa, dopo però è tardi. pensaci
Luca 68 3 mesi fa su tio
il signor Berset, non ha capito ( o forse è più facile fare finta di non capire) che le misure prese sulla carta sono solo un illusione, perché non è fattibile rispettare delle direttive efficaci sulle piste da sci e nei ristoranti adiacente, ancora una volta si guarda all'economia, ma se si vuole realmente essere efficaci, gli impianti devono restare chiusi. io sono uno che piace sciare e ci vado tutti gli inverni con la famiglia, ma quest'anno ci inventeremo qualcosa d'altro, non si muore se si rinuncia a un inverno senza sci ma di covid si
Lucio30 3 mesi fa su tio
Giusto
Lucio30 3 mesi fa su tio
Giusto i famigliari escono vanno a fare la spesa a lavorare a scuola a sciare al ristorante ecc e li prendono il virus e lo portano a casa, svegliaaaaa\
Lucio30 3 mesi fa su tio
Sono d’accordo chiudere ė l’unica soluzione logica
Lucio30 3 mesi fa su tio
La logica chiede la chiusura cosa c’entra l’Europa?
Nikko 3 mesi fa su tio
C’è qualcuno che mi può spiegare come si farà a mantenere le distanze nella cabina di una funivia?
Meck1970 3 mesi fa su tio
Vogliono far chiudere? Basta che paghino il 100% gli affitti, tutto il personale e la manutenzione degli impianti.
Nmemo 3 mesi fa su tio
Non è il fatto di farci imporre regole da altri Stati! È una questione di protezione della popolazione locale e Svizzera. È forse chiaro cosa significhi per stazioni al top mantenere le regole in materia di covi-19? Sugli impianti di risalita, nelle baite, negli après ski dalle 16 in avanti? Diverso è gestire con responsabilità una settimana di vacanza al Nara, ad esempio. Ischgl non ha proprio insegnato nulla?
vulpus 3 mesi fa su tio
Berset avrebbe dovuto impedire la scandalosa situazione dei black friday. Le stazioni sciistiche mi sembra che arrischiano di fare un pò la fine che i nostri poveri politicanti ticinesi hanno fatto fare alla cultura. Si impongono code irrealizzabili, ma solo per costringere alla chiusura. È gente che ha lavorato dodo, investito risorse e ora per i lamenti di qualche nazione vicina si vuole far chiudere tutto. Ma cosa scommettiamo che è l'Italia che spinge per per il blocco, mentre le altre nazioni troveranno una strada percorribile come in Svizzera? Berset stà perdendo credibilità: la domanda molto semplice: perchè non si è detto subito che lo sci per il 2020/2021 era chiuso tutto? Stranamente per una certa economia si son chiusi occhi e orecchie. Ma anche sullo sci c'è una economia che gira eccome . Allora o solo la salute o solo l'economia non funziona:bisogna lavorare con il buon senso.
lilla71 3 mesi fa su tio
Meglio la salute che i soldi
jakob 3 mesi fa su tio
Che vergogna! Che assurdità! Negozi strappieni, Black Friday e altre c...te ma proibire di sciare ... all’aria aperta
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
4 ore
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
4 ore
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
9 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
10 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
11 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
13 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
14 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
14 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
15 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
16 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile