Keystone
L'accordo permetterà l'installazione di centinaia di migliaia d'impianti fotovoltaici
SVIZZERA / GHANA
23.11.20 - 18:150

Emissioni di CO2: la Svizzera compenserà anche in Ghana

È la seconda intesa di questo tipo conclusa dalla Confederazione nell'ambito dell'Accordo di Parigi sul clima.

Consentirà tra le altre cose l'installazione di centinaia di migliaia d'impianti fotovoltaici nel paese africano.

BERNA / ACCRA - Svizzera e Ghana hanno sottoscritto oggi un accordo per la protezione del clima in videoconferenza dalla capitale ghanese Accra. La Svizzera compenserà le emissioni di CO2 con progetti di protezione del clima nel Paese africano.

Si tratta del secondo accordo di questo tipo siglato a livello mondiale nell'ambito dell'Accordo di Parigi sul clima, scrive in una nota il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC). La Svizzera aveva sottoscritto un accordo analogo lo scorso 20 ottobre con il Perù.

La Svizzera assume così la sua responsabilità nel quadro della politica internazionale sul clima e contribuisce alla tutela dei diritti umani, sottolinea nella nota la presidente della Confederazione e capo del DATEC, Simonetta Sommaruga,

Il nuovo accordo è stato firmato dalla ministra degli esteri ghanese Shirley Ayorkor Botchwey e dell'ambasciatore svizzero in Ghana, Philipp Stalder. Simonetta Sommaruga ha seguito la cerimonia in videoconferenza da Berna. Presente ad Accra, anche il ministro dell’Ambiente del Ghana, Kwabena Frimpong-Boateng.

L'accordo - scrive il DATEC - entra in vigore all'inizio del prossimo anno e consentirà la realizzazione di progetti di protezione climatica quali ad esempio l'installazione di centinaia di migliaia d'impianti fotovoltaici decentralizzati nel quadro del programma "Ghana National Clean Energy Program".

Il programma permetterà in particolare di ridurre l'impiego di legna e carbone di legna nelle cucine e nel campo dell'illuminazione. Saranno inoltre realizzati impianti fotovoltaici nelle piccole imprese, in sostituzione dei generatori diesel.

Nell'ambito dell'Accordo di Parigi sul clima, la Svizzera si è impegnata a dimezzare entro il 2030 le emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 1990. Gran parte della riduzione sarà realizzata attraverso misure adottate sul territorio nazionale.

L'accordo - sottolinea ancora il DATEC - obbliga le parti contraenti ad applicare un metodo che impedisca il doppio conteggio delle riduzioni delle emissioni ottenute.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Variante Delta: «In Svizzera non dobbiamo essere preoccupati»
Per il presidente della Commissione federale per le vaccinazioni, i preparati di Moderna e Pfizer sono efficaci al 90%.
SVIZZERA
3 ore
Cassis non esclude un nuovo accordo quadro con l'UE
I presupposti dovrebbero essere molto più espliciti di quanto siano stati nei negoziati precedenti.
GIURA
3 ore
Ritrovato il ciclista scomparso
Il 68enne, scomparso ieri durante una gita in bici, è stato recuperato dalla Rega
ZURIGO
4 ore
Arrestata una "truffatrice romantica"
La 33enne potrebbe aver sottratto con l'inganno ben 160mila franchi a un uomo di 78 anni.
SVIZZERA
13 ore
Asilo nido d'oro e congedi scarsi, Svizzera fra gli ultimi per la cura dei bimbi
Stando all'Unicef la Confederazione è terzultima su 41 paesi al mondo: «Ci meritiamo di più»
SVIZZERA
15 ore
GISO: «Nessuno deve possedere più di 100 milioni di franchi»
Il progetto dell'iniziativa si chiama "Make the rich pay for climate change".
FRIBURGO
17 ore
Ricevono sull'email della scuola l'invito ad una manifestazione per il clima, avviata un'indagine
Si indaga per determinare se siano stati commessi reati quali la violazione del segreto d'ufficio o il furto di dati.
BERNA
17 ore
Diversi gommoni si rovesciano nell'Aare, interviene la polizia
A causa dell'alto livello delle acque, è attualmente pericoloso nuotare o discendere il fiume
FOTO
GIURA
19 ore
Nel canton Giura cercano un ciclista scomparso
L'uomo, un 68enne, è sparito durante una gita in bici questo venerdì
FRIBURGO
21 ore
18enne finisce nei guai: percorreva l'A12 a 206 km/h
Il giovane si è presentato spontaneamente dalla polizia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile