deposit
SVIZZERA
23.11.20 - 20:560
Aggiornamento : 24.11.20 - 08:39

La "puntura svizzera" ci guarirà dal Covid?

Il trattamento made in Switzerland finanziato da Novartis: al via la fase di test clinici

Si chiama MP0420, è un'iniezione sottocutanea che «ha il potenziale di trattare i pazienti contaminati». Dietro c'è un'azienda di Zurigo, ecco di cosa si tratta

ZURIGO - Anche Molecular Partners fa passi avanti in materia di lotta al coronavirus: la società biotecnologica zurighese ha avviato i test clinici per il suo trattamento MP0420 (ensovibep), un'iniezione sottocutanea che potrebbe rivelarsi efficace per prevenire il Covid-19.

Ventiquattro volontari sono stati arruolati nell'ambito di un studio di fase 1 in Gran Bretagna, ha indicato oggi l'azienda. Si tratta di fra l'altro di stabilire la sicurezza e la tollerabilità del preparato. MP0420 «ha il potenziale per trattare i pazienti contaminati e proteggere le popolazioni a rischio», afferma Nicolas Leupin, direttore medico di Molecular Partners, citato in un comunicato.

La società ha ricevuto il sostegno di Novartis: la ditta zurighese rimarrà responsabile degli studi clinici iniziali e intermedi di questi trattamenti sperimentali, per i quali la Confederazione ha già deciso un pre-ordine lo scorso agosto. Il colosso renano interverrà invece a partire dalla fase 3. La notizia odierna non ha mancato di interessare gli investitori: alla borsa di Zurigo il titolo della società di Schlieren (ZH) è arrivato a guadagnare il 4%.

Di cosa si tratta - Il medicamento pensato dalla Molecular Partners è un agente immunoterapico che, in termini di approccio, è simile a un mix di terapie con anticorpi in un unico medicamento, il cui scopo è neutralizzare il virus. Se sarà omologato in Svizzera, il medicamento servirà innanzitutto al trattamento di pazienti affetti da nuovo coronavirus. «In determinati casi - precisa l'Ufsp - potrebbe essere somministrato anche come profilassi per proteggere da un’infezione (immunizzazione passiva, ndr), per esempio al personale ospedaliero esposto o ad altri gruppi a rischio». 

L'azienda e il nuovo medicamento - Molecular Partners è un’azienda di biotecnologia con sede a Schlieren (ZH). È stata fondata nel 2004 come spin-off dell’Università di Zurigo e sviluppa una propria categoria di medicamenti denominati DARPins®. Si tratta di proteine concepite per riconoscere e legare gli antigeni. I moduli mono-DARPin, che neutralizzano il virus, sono trasformati in candidati multi-DARPin in grado di bloccare con elevata efficacia la penetrazione del virus nelle cellule umane e potenzialmente impedire che quest’ultimo diventi resistente. Le proteine DARPin sono più piccole e stabili degli anticorpi convenzionali e possono essere prodotte nelle cellule batteriche a costi contenuti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA 
1 ora
Oms: finita la quarantena gli esperti inizieranno i lavori a Wuhan
«Tra poco cambieremo scenario... se tutto va bene», ha scritto su Twitter una scienziata della squadra.
SVIZZERA
1 ora
Picnic su treni e bus, si valutano regole (e multe)
L'UFSP è in contatto con FFS e AutoPostale per trovare soluzioni a una questione che suscita malumori.
SVIZZERA
2 ore
«È inevitabile: il virus mutato sarà presto quello principale»
Così Martin Ackermann, che ha parlato nell'ambito del consueto punto informativo sulla pandemia
SVIZZERA
2 ore
Meno di 2'000 contagi in 24 ore: sono 1'884
Era da inizio ottobre (weekend e festivi esclusi) che non si registravano così pochi casi in un giorno.
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
In Svizzera quasi 200'000 persone vaccinate
Nel nostro cantone le dosi sono state sinora somministrate a 11'815 persone
SVIZZERA
5 ore
Il turismo contro il divieto: «Sarebbe dannoso»
L'industria svizzera del turismo è preoccupata di un'eventuale approvazione dell'iniziativa il prossimo 7 marzo.
SVIZZERA
5 ore
L'approccio di Raiffeisen sugli interessi negativi sta cambiando
Sì a chi vuole depositare in tempi brevi grandi quantità di denaro, no ai clienti di lungo corso
SVIZZERA
6 ore
UBS, Hamers è convinto: l'indagine nei Paesi Bassi «finirà bene»
«Ho sempre agito in buona fede» ha dichiarato il presidente della direzione del colosso bancario
SVIZZERA
7 ore
Dopo la neve arriva il pericolo d'inondazioni
Un fronte caldo potrebbe contribuire allo scioglimento delle nevi e all'ingrossamento dei corsi d'acqua.
BASILEA
7 ore
Il Ceo di Novartis riceve un aumento di stipendio di due milioni di franchi
Quasi tredici i milioni di franchi ricevuti nell'anno della pandemia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile