deposit
SVIZZERA
23.11.20 - 20:560
Aggiornamento : 24.11.20 - 08:39

La "puntura svizzera" ci guarirà dal Covid?

Il trattamento made in Switzerland finanziato da Novartis: al via la fase di test clinici

Si chiama MP0420, è un'iniezione sottocutanea che «ha il potenziale di trattare i pazienti contaminati». Dietro c'è un'azienda di Zurigo, ecco di cosa si tratta

ZURIGO - Anche Molecular Partners fa passi avanti in materia di lotta al coronavirus: la società biotecnologica zurighese ha avviato i test clinici per il suo trattamento MP0420 (ensovibep), un'iniezione sottocutanea che potrebbe rivelarsi efficace per prevenire il Covid-19.

Ventiquattro volontari sono stati arruolati nell'ambito di un studio di fase 1 in Gran Bretagna, ha indicato oggi l'azienda. Si tratta di fra l'altro di stabilire la sicurezza e la tollerabilità del preparato. MP0420 «ha il potenziale per trattare i pazienti contaminati e proteggere le popolazioni a rischio», afferma Nicolas Leupin, direttore medico di Molecular Partners, citato in un comunicato.

La società ha ricevuto il sostegno di Novartis: la ditta zurighese rimarrà responsabile degli studi clinici iniziali e intermedi di questi trattamenti sperimentali, per i quali la Confederazione ha già deciso un pre-ordine lo scorso agosto. Il colosso renano interverrà invece a partire dalla fase 3. La notizia odierna non ha mancato di interessare gli investitori: alla borsa di Zurigo il titolo della società di Schlieren (ZH) è arrivato a guadagnare il 4%.

Di cosa si tratta - Il medicamento pensato dalla Molecular Partners è un agente immunoterapico che, in termini di approccio, è simile a un mix di terapie con anticorpi in un unico medicamento, il cui scopo è neutralizzare il virus. Se sarà omologato in Svizzera, il medicamento servirà innanzitutto al trattamento di pazienti affetti da nuovo coronavirus. «In determinati casi - precisa l'Ufsp - potrebbe essere somministrato anche come profilassi per proteggere da un’infezione (immunizzazione passiva, ndr), per esempio al personale ospedaliero esposto o ad altri gruppi a rischio». 

L'azienda e il nuovo medicamento - Molecular Partners è un’azienda di biotecnologia con sede a Schlieren (ZH). È stata fondata nel 2004 come spin-off dell’Università di Zurigo e sviluppa una propria categoria di medicamenti denominati DARPins®. Si tratta di proteine concepite per riconoscere e legare gli antigeni. I moduli mono-DARPin, che neutralizzano il virus, sono trasformati in candidati multi-DARPin in grado di bloccare con elevata efficacia la penetrazione del virus nelle cellule umane e potenzialmente impedire che quest’ultimo diventi resistente. Le proteine DARPin sono più piccole e stabili degli anticorpi convenzionali e possono essere prodotte nelle cellule batteriche a costi contenuti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
5 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
5 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
11 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
11 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
12 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
13 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
13 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
14 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
15 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
15 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile