Inverni sempre più miti e con meno neve
tipress (archivio)
BERNA
19.11.20 - 12:400

Inverni sempre più miti e con meno neve

L'entità dei cambiamenti resta da valutare, ma le possibilità di invertire la rotta rimangono intatte.

BERNA  - Gli inverni stanno diventando più miti a tutte le quote, un trend che molto probabilmente continuerà anche in futuro. Ad arrivare a questa conclusione è una ricerca realizzata in Svizzera, Germania e Austria, secondo cui, inoltre, la neve, perlomeno in pianura, è destinata a essere sempre più una rarità.

Alle quote più alte invece le precipitazioni nevose non dovrebbero mancare nel corso nei prossimi decenni, assicura lo studio, pubblicato oggi e condotto da MeteoSvizzera, dal Servizio meteorologico tedesco e dall'Istituto centrale di meteorologia e geodinamica austriaco. Questo perché, sebbene il continuo aumento delle temperature sia evidente in ogni stagione, in altitudine, ovvero oltre i 1500-2000 metri, fa ancora abbastanza freddo per nevicare.

Negli ultimi 150 anni, precisa in una nota MeteoSvizzera, l'isoterma di zero gradi in inverno nelle Alpi elvetiche è aumentato di circa 600 metri, fino a situarsi ai giorni nostri attorno ai 900 metri sopra il livello del mare. Sull'Altipiano, il numero di giorni con neve al suolo è calato del 25-35 % negli scorsi 90 anni, con il crollo principale verificatosi alla fine degli anni '80.

In Svizzera l'inverno 2019/20 è risultato il più caldo sia su scala nazionale dall'inizio delle misurazioni nel 1864, sia per le stazioni di Basilea e Ginevra, attive da più di 260 anni, e per quella del Gran San Bernardo, la cui serie storica è lunga oltre 200 anni. Il secondo più mite è stato quello del 2006/07, il terzo quello del 2015/16. Senza sorprese, in linea di principio i dati coincidono con quelli di Germania e Austria.

Tutto lascia pensare che queste tendenze si confermeranno anche nei prossimi decenni. Tuttavia, l'entità dei cambiamenti resta da valutare e le possibilità di invertire la rotta rimangono intatte. Per esempio, adottando misure di ampia portata per ridurre i gas serra, come previsto dall'Accordo di Parigi, il riscaldamento potrebbe essere notevolmente ridotto, osservano gli autori dello studio.

TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
4 ore
Test PCR davanti a una telecamera
Friburgo sta valutando la possibilità di effettuare la procedura tramite videosorveglianza.
BERNA
5 ore
Quest'uomo fa entrare in casa sua solo persone non vaccinate
Solo inquilini "no vax" nell'appartamento di un bernese
NEUCHÂTEL
10 ore
Porta i soldi trovati in Polizia e in cambio non chiede (quasi) nulla
La Polizia neocastellana ha reso noto su Facebook il gesto «da sottolineare» di un cittadino.
SVIZZERA
11 ore
Il costo dei non vaccinati? Venti milioni di franchi al mese
Soltanto durante il mese di luglio, in tutta la Svizzera sono stati effettuati 420'000 test
BERNA
12 ore
Un neonato lasciato all'apposito sportello
Oggi esistono otto installazioni di questo genere, una di queste in Ticino.
SVIZZERA
12 ore
I dipendenti della Confederazione? Sempre di più e meglio pagati
I salari sono ormai in linea con quelli del settore bancario, secondo un'inchiesta della NZZ
SVIZZERA / BELLINZONA
14 ore
Chiesti 4 anni per l'ex quadro della SECO
L'uomo è accusato di corruzione passiva.
SVIZZERA
14 ore
Si rimane sopra i mille contagi
L'UFSP ha registrato due nuovi decessi dovuti al coronavirus (le infezioni sono 1'033). I nuovi ricoveri sono 35.
GINEVRA
17 ore
Infermieri non vaccinati: presto i test saranno obbligatori
La misura è stata annunciata dal responsabile della sanità cantonale ginevrina Mauro Poggia.
BASILEA CITTÀ
17 ore
Città europea dell'ambiente: Basilea si candida
La città renana prevede d'investire almeno 300mila franchi. La spesa supererà invece i 5 milioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile